AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 11 Dicembre 2007 | Ingegneri.info

AGENZIA DELLE ENTRATE – PROVVEDIMENTO 11 Dicembre 2007

AGENZIA DELLE ENTRATE - PROVVEDIMENTO 11 Dicembre 2007 - Approvazione del modello ANR/2, riservato ai soggetti non residenti nello Stato, da utilizzare per le dichiarazioni di identificazione diretta ai fini dell'imposta sul valore aggiunto, di variazione dati o cessazione attivita', delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione dei dati, in via telematica. (GU n. 299 del 27-12-2007 - Suppl. Ordinario n.284)

AGENZIA DELLE ENTRATE

PROVVEDIMENTO 11 Dicembre 2007

Approvazione del modello ANR/2, riservato ai soggetti non residenti
nello Stato, da utilizzare per le dichiarazioni di identificazione
diretta ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, di variazione dati
o cessazione attivita’, delle relative istruzioni e delle specifiche
tecniche per la trasmissione dei dati, in via telematica.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel
seguito del presente provvedimento;
Dispone:
1. Approvazione del modello ANR/2, riservato ai soggetti non
residenti nello Stato, da utilizzare per le dichiarazioni di
identificazione diretta ai fini IVA, di variazione dati o cessazione
attivita’.
1.1. E’ approvato il modello ANR/2, con le relative istruzioni, che
i soggetti non residenti nello Stato che intendono assolvere
direttamente gli obblighi ed esercitare i diritti in materia
d’imposta sul valore aggiunto devono utilizzare per presentare le
dichiarazioni previste dall’art. 35-ter del decreto del Presidente
della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni.
1.2 Il modello approvato con il presente provvedimento deve essere
utilizzato a partire dal 1° gennaio 2008.
2. Reperibilita’ del modello e autorizzazione alla stampa.
2.1. Il modello di cui al punto 1 e’ reso disponibile gratuitamente
dall’Agenzia delle Entrate in formato elettronico e puo’ essere
utilizzato prelevandolo dai siti Internet dell’Agenzia delle Entrate
www.agenziaentrate.gov.it e dal sito del Ministero dell’economia e
delle finanze www.finanze.gov.it, nel rispetto nella fase di stampa
delle caratteristiche tecniche di cui all’allegato A.
2.2. Il medesimo modello puo’ essere altresi’ prelevato da altri
siti Internet a condizione che lo stesso abbia le caratteristiche
tecniche di cui all’allegato A e rechi l’indirizzo del sito dal quale
e’ stato prelevato nonche’ gli estremi del presente provvedimento.
2.3. E’ autorizzata la stampa del modello di cui al punto 1 nel
rispetto delle caratteristiche tecniche di cui all’allegato A). A
tale fine il modello e’ reso disponibile gratuitamente nei siti di
cui al punto 2.1. in uno specifico formato elettronico riservato ai
soggetti che dispongono di sistemi tipografici, idonei a consentirne
la riproduzione.
3. Presentazione telematica delle dichiarazioni di variazione dati
e cessazione attivita’ all’Agenzia delle entrate.
3.1. Le dichiarazioni di variazione dati e cessazione attivita’ dei
soggetti non residenti identificati ai fini dell’imposta sul valore
aggiunto ai sensi dell’art. 35-ter del decreto del Presidente della
Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive modificazioni,
possono essere presentate per via telematica, direttamente o tramite
gli intermediari abilitati, secondo le specifiche tecniche contenute
nell’allegato B del presente provvedimento.
3.2. E’ fatto comunque obbligo ai soggetti abilitati alla
trasmissione telematica, di cui all’art. 3, comma 3, del decreto del
Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322 e successive
modificazioni, di rilasciare al contribuente la dichiarazione redatta
su modelli conformi per struttura e sequenza a quelli approvati con
il presente provvedimento.
Motivazioni.
I soggetti non residenti che pongono in essere nel territorio dello
Stato cessioni di beni o prestazioni di servizi rilevanti agli
effetti dell’IVA, ai sensi dell’art. 17, secondo comma, del decreto
del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e successive
modificazioni, possono assolvere i relativi adempimenti direttamente,
senza dover ricorrere all’istituto del rappresentante fiscale.
Gli adempimenti posti a carico dei soggetti che intendano avvalersi
di tale possibilita’ sono disciplinati dall’art. 35-ter del citato
decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972 che prevede,
tra l’altro, la presentazione di un’apposita dichiarazione, presso il
competente Ufficio dell’Agenzia delle Entrate.
Con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del
30 dicembre 2005, la gestione dei soggetti non residenti che si
identificano direttamente in Italia, competenza prima attribuita
all’Ufficio di Roma 6, e’ stata attribuita al Centro operativo di
Pescara.
Inoltre, con provvedimento del 16 novembre 2007 l’Agenzia delle
Entrate ha adottato la nuova classificazione delle attivita’
economiche Ateco 2007, pubblicata dall’Istituto nazionale di
statistica, che entra in vigore a partire dal 1° gennaio 2008. Detta
classificazione sostituisce quella approvata dall’Agenzia delle
Entrate con provvedimento del 23 dicembre 2003, denominata Atecofin
2004, che resta in vigore fino al 31 dicembre 2007.
Considerata la necessita’ di adeguare il modello alla normativa
vigente, si e’ reso necessario procedere ad una revisione del modello
ANR/1, approvato con provvedimento del 6 settembre 2002.
Il presente provvedimento, pertanto, approva il modello ANR/2, con
le relative istruzioni, che i soggetti non residenti nello Stato
devono utilizzare per la presentazione delle dichiarazioni per
l’identificazione diretta, nonche’ per comunicare le variazioni dei
dati successivamente intervenute o la cessazione dell’attivita’.
Viene disciplinata, inoltre, la reperibilita’ del predetto modello
e viene autorizzata la stampa, anche per la compilazione
meccanografica degli stessi, definendo le relative caratteristiche
tecniche e grafiche.
Sono altresi’ approvate le specifiche tecniche per la trasmissione
per via telematica delle dichiarazioni di variazione dati e di
cessazione dell’attivita’.
Si riportano i riferimenti normativi del presente provvedimento.
Attribuzioni del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.
Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 57; art. 62; art.
66; art. 67, comma 1; art. 68, comma 1; art. 71, comma 3, lettera a);
art. 73, comma 4);
statuto dell’Agenzia delle Entrate, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6,
comma 1);
regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle Entrate,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art.
2, comma 1);
decreto del Ministro delle finanze 28 dicembre 2000, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 gennaio 2001.
Disciplina normativa di riferimento.
Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, e
successive modificazioni: istituzione e disciplina dell’imposta sul
valore aggiunto;
decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e
successive modificazioni: regolamento recante modalita’ per la
presentazione delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi,
all’imposta regionale sulle attivita’ produttive e all’imposta sul
valore aggiunto;
direttiva n. 77/388/CEE del 17 maggio 1977, in materia di
armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alle
imposte sulla cifra di affari;
direttiva n. 2000/65/CEE del 17 ottobre 2000, modificativa della
direttiva 77/388/CEE con riferimento alla determinazione del debitore
dell’imposta sul valore aggiunto;
decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2001, n. 404:
regolamento recante disposizioni in materia di utilizzo del servizio
di collegamento telematico con l’Agenzia delle Entrate per la
presentazione di documenti, atti e istanze previsti dalle
disposizioni che disciplinano i singoli tributi nonche’ per ottenere
certificazioni ed altri servizi connessi ad adempimenti fiscali;
decreto legislativo 19 giugno 2002, n. 191, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 203 del 30 agosto 2002: attuazione della
direttiva 2000/65/CE relativa alla determinazione del debitore
dell’imposta sul valore aggiunto e conseguenti modifiche alla
disciplina transitoria delle operazioni intracomunitarie;
provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del
30 dicembre 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 48 del
27 febbraio 2006;
provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del
16 novembre 2007: classificazione delle attivita’ economiche da
utilizzare in tutti gli adempimenti posti in essere con l’Agenzia
delle entrate.
Il presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.
Roma, 11 dicembre 2007
Il Direttore dell’Agenzia: Romano

Allegato A

—-> Vedere allegato da pag. 7 a pag. 15 in formato zip/pdf

Allegato B

—-> Vedere allegato da pag. 17 a pag. 24 in formato zip/pdf

AGENZIA DELLE ENTRATE – PROVVEDIMENTO 11 Dicembre 2007

Ingegneri.info