AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO - DELIBERAZIONE 10 marzo 2010 | Ingegneri.info

AUTORITA’ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO – DELIBERAZIONE 10 marzo 2010

AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO - DELIBERAZIONE 10 marzo 2010 - Modifiche al regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pratiche commerciali scorrette. (Provvedimento n. 20872). (10A03996) (GU n. 76 del 1-4-2010 )

AUTORITA’ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

DELIBERAZIONE 10 marzo 2010

Modifiche al regolamento sulle procedure istruttorie in materia di
pratiche commerciali scorrette. (Provvedimento n. 20872). (10A03996)

L’AUTORITA’ GARANTE
DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

Nella sua adunanza del 10 marzo 2010;
Visto il titolo III del decreto legislativo 6 settembre 2005, n.
206, recante «Codice del consumo», cosi’ come modificato dal decreto
legislativo 2 agosto 2007, n. 146, recante «attuazione della
direttiva 2005/29/CE relativa alle pratiche commerciali sleali tra
imprese e consumatori nel mercato interno e che modifica le direttive
84/450/CCE, 97/7/CE, 98/27/CE, 2002/65/CE e il regolamento (CE) n.
2006/2004»;
Visto l’art. 27, comma 11, del decreto legislativo 6 settembre
2005, n. 206, recante «Codice del consumo», cosi’ come modificato dal
decreto legislativo 2 agosto 2007, n. 146, che prevede che
l’Autorita’, con proprio regolamento, disciplini le procedure
istruttorie in modo da garantire il contraddittorio, la piena
cognizione degli atti e la verbalizzazione;
Visto il regolamento sulle procedure istruttorie in materia di
pratiche commerciali scorrette, adottato con delibera dell’Autorita’
n. 17589 del 15 novembre 2007, ai sensi del sopra citato art. 27,
comma 11, del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206;
Considerata la necessita’ di modificare il suddetto regolamento
(art. 7, comma 3) con riguardo alla disciplina dei termini del
procedimento, consentendo al collegio dell’Autorita’ di prorogare il
termine per la conclusione del procedimento fino ad un massimo di
sessanta giorni, in ragione di particolari esigenze istruttorie,
nonche’ in caso di estensione soggettiva od oggettiva del
procedimento;
Ritenuto, pertanto, di dover modificare il regolamento sulle
procedure istruttorie in materia di pratiche commerciali scorrette,
adottato con delibera dell’Autorita’ n. 17589 del 15 novembre 2007,
all’art. 7, comma 3;

Delibera

di sostituire il testo del comma 3, dell’art. 7 del regolamento sulle
procedure istruttorie in materia di pratiche commerciali scorrette,
adottato con delibera dell’Autorita’ n. 17589 del 15 novembre 2007,
con il seguente: «Con provvedimento motivato del collegio, il termine
puo’ essere prorogato, fino ad un massimo di sessanta giorni, in
presenza di particolari esigenze istruttorie, nonche’ in caso di
estensione soggettiva od oggettiva del procedimento. Con le stesse
modalita’, il termine puo’ essere altresi’ prorogato, fino ad un
massimo di sessanta giorni, nel caso in cui il professionista
presenti degli impegni».
Il presente provvedimento verra’ pubblicato sulla Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana e nel Bollettino dell’Autorita’
garante della concorrenza e del mercato.
Roma, 10 marzo 2010

Il presidente: Catricala’
Il segretario generale: Fiorentino

AUTORITA’ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO – DELIBERAZIONE 10 marzo 2010

Ingegneri.info