AUTORITA' PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI | Ingegneri.info

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI

AUTORITA' PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI - COMUNICATO: Indicazioni relative alla stesura dei bandi di gara per l'affidamento di contratti in "Global Service" (GU n. 260 del 6-11-2002)

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI

COMUNICATO

Indicazioni relative alla stesura dei bandi di gara per l’affidamento
di contratti in “Global Service”

IL PRESIDENTE
Premesso:
che a seguito di un monitoraggio svolto da questa Autorita’ su
bandi di gara pubblicati a far data dal luglio 2001 e’ emersa un
ampia casistica di appalti c.d. “Global Service” che individua
l’affidamento da parte delle pubbliche amministrazioni della gestione
di patrimoni immobiliari di rilevante consistenza, cui si aggiunge
un’attivita’ considerevole di manutenzione degli immobili, con una
duplicita’ di prestazioni, riconducibili ai servizi ed ai lavori.
che il problema della qualificazione giuridica dell’appalto in
“global service” – il cui fondamento normativo va essenzialmente
individuato negli articoli 11 e 1322 codice civile, nel 16o
considerando della direttiva comunitaria n. 92/50 e nell’ art. 3 del
decreto legislativo n. 157/1995 di recepimento – e
dell’individuazione della relativa disciplina applicabile ai sensi
dell’art. 2, comma 1, della legge 11 febbraio 1994 n. 109 e
successive modifiche ed integrazioni., si pone in particolar modo con
riferimento alla nozione di “manutenzione”; spesso presente e
preponderante negli appalti di pubblici servizi.
Che la corretta individuazione dell’ oggetto del contratto misto
e quindi del corretto riferimento normativo da applicare alle
fattispecie di cui trattasi rileva, ai fini del principio
costituzionale del buon andamento dell’attivita’ amministrativa (art.
97 Cost.); della liberta’ di iniziativa economica (art. 41 Cost.);
del principio della libera concorrenza tra gli operatori (art. 81, ex
art. 85, e seguenti del Trattato dell’Unione europea), principi
implicitamente racchiusi nell’art. 1, comma 1, della legge n.
109/1994.
che il consiglio dell’Autorita’ nell’adunanza del 16 ottobre
2002, rinviato l’esame di altri problemi in materia, ha indicato i
seguenti utili adempimenti delle stazioni appaltanti, che intendano
procedere all’aggiudicazione di contratti di “Global Service”;
specificare, nei relativi bandi di gara, l’esatto ammontare delle
singole prestazioni richieste (lavori, servizi, forniture) e la loro
incidenza percentuale relativamente all’importo complessivo
dell’appalto;
ricomprendere nel calcolo della componente lavori l’ammontare
stimato delle opere anche nell’ipotesi in cui siano connesse alla
prestazione di un servizio;
esplicitare nei relativi bandi di gara ai sensi dell’art. 8 della
legge quadro, cosi’ come novellato dall’art. 7, comma 1, lettera d),
dellalegge 1 agosto 2002, n. 166, i requisiti che secondo quanto
disposto dal decreto del Presidente della Repubblica n. 34/2000
devono essere posseduti dall’esecutore dei lavori comunque ricompresi
nell’appalto, qualora gli stessi rientrino nelle soglie dimensionali
e tipologiche previste dalla norma.
Roma, 22 ottobre 2002
Il Presidente: Garri

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI

Ingegneri.info