AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI | Ingegneri.info

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITA' PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI - DELIBERAZIONE 9 gennaio 2003: Avvio del procedimento finalizzato alla verifica della sussistenza di posizioni dominanti nel settore televisivo ai sensi dell'art. 2, comma 7 della legge 31 luglio 1997, n. 249. (Deliberazione n. 14/03/CONS). (GU n. 31 del 7-2-2003)

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

DELIBERAZIONE 9 gennaio 2003

Avvio del procedimento finalizzato alla verifica della sussistenza di
posizioni dominanti nel settore televisivo ai sensi dell’art. 2,
comma 7 della legge 31 luglio 1997, n. 249. (Deliberazione n.
14/03/CONS).

L’AUTORITA’

Nella sua riunione di Consiglio del 9 gennaio 2003;
Vista la legge 31 luglio 1997, n. 249, recante “Istituzione
dell’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui
sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo” e, in particolare,
l’art. 2;
Visto il decreto-legge 30 gennaio 1999, n. 15, recante
“Disposizioni urgenti per lo sviluppo equilibrato dell’emittenza
televisiva e per evitare la costituzione o il mantenimento di
posizioni dominanti nel settore radiotelevisivo”, convertito, con
modificazioni, nella legge 29 marzo 1999, n. 78;
Vista la propria delibera n. 26/99 del 23 marzo 1999, recante
“Regolamento in materia di costituzione e mantenimento di posizioni
dominanti nel settore delle comunicazioni”, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana n. 119 del 24 maggio 1999;
Vista la propria delibera n. 365/00/CONS del 13 giugno 2000,
recante “Accertamento della sussistenza di posizioni dominanti ai
sensi dell’art. 2, comma 9, della legge n. 249/1997”, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 163 del
14 luglio 2000;
Vista la propria delibera n. 13/03/CONS del 9 gennaio 2003, recante
“Conclusione dell’analisi della distribuzione delle risorse
economiche nel settore televisivo nel triennio 1998-2000, avviata ai
sensi della delibera 212/02/CONS”;
Considerato che, in un contesto internazionale caratterizzato da un
elevato grado di concentrazione del mercato televisivo tipico dei
mercati oligopolistici, la situazione italiana ha la connotazione
propria del duopolio;
Considerato che la dinamica competitiva recente, anche alla luce
del piu’ ampio processo di convergenza tra i settori dell’information
and communication technologies, ha confermato le difficolta’ degli
operatori nuovi entrati ad acquisire quote di audience e di risorse
pubblicitarie significative e comunque compatibili con una gestione
economica in equilibrio;
Considerato che, alla luce dei risultati dell’analisi di cui alla
delibera n. 13/03/CONS, risulta che le due unita’ economiche
costituite, rispettivamente, da RAI S.p.a. e Sipra S.p.a. e da R.T.I.
S.p.a. e Publitalia S.p.a., hanno raccolto negli anni 1998, 1999 e
2000, proventi per una quota superiore al limite previsto dall’art.
2, comma 8, lett. a) della legge 31 luglio 1997, n. 249 e che sia
pertanto necessario procedere all’avvio di una istruttoria ai sensi
dell’art. 2, comma 7, della legge n. 249/1997;
Ritenuto altresi’ di procedere alla notifica di avvio
dell’istruttoria anche nei confronti della societa’ Mediaset S.p.a.
in quanto soggetto controllante delle societa’ R.T.I. S.p.a. e
Publitalia S.p.a. ed interessato al procedimento ai sensi dell’art.
4, comma 3, della delibera n. 26/99;
Udita la relazione del commissario ing. Vincenzo Monaci;
Delibera:
Art. 1.
Avvio del procedimento
1. In base ai risultati dell’analisi sulla distribuzione delle
risorse economiche nel settore televisivo per il triennio 1998-2000,
avviata con delibera n. 212/02/CONS e conclusa con delibera n.
13/03/CONS, e’ disposto l’avvio di un procedimento ai sensi dell’art.
2, comma 7, della legge 31 luglio 1997, n. 249, nei confronti delle
imprese RAI S.p.a., Sipra S.p.a., R.T.I. S.p.a., Publitalia S.p.a. e
Mediaset S.p.a.
2. Il procedimento si svolge secondo le procedure previste dalla
citata delibera n. 26/1999 ed e’ finalizzato alla verifica, nel
rispetto del principio del contraddittorio, della effettiva
sussistenza di posizioni dominanti vietate o comunque lesive dal
pluralismo e all’adozione degli eventuali provvedimenti necessari per
eliminare o impedire il formarsi delle stesse.
3. Il responsabile del procedimento e’ l’avv. Gilberto Nava,
direttore del dipartimento vigilanza e controllo.
4. Il soggetti interessati al procedimento potranno parteciparvi
secondo le modalita’ previste dal regolamento in materia di
costituzione e mantenimento di posizioni dominanti nel settore delle
comunicazioni di cui alla delibera n. 26/99.
5. Il termine per la conclusione del procedimento e’ di centoventi
giorni decorrenti dalla data di notifica della presente delibera.
La presente delibera e’ pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana, nel bollettino ufficiale e sul sito Web
dell’Autorita’ e’ notificata alle parti.
Roma, 9 gennaio 2003

Il presidente: Cheli

Il commissario relatore: Monaci

Il segretario generale: Botto

AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

Ingegneri.info