COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 13 maggio 2010 | Ingegneri.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 13 maggio 2010

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 13 maggio 2010 - Art.128 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 136 :Programmi triennali di edilizia statale 2008-2010 e 2009-2011 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - dipartimento per le infrastrutture, gli affari generali ed il personale - verifica di compatibilita' con i documenti programmatori vigenti. (Deliberazione n. 44/2010). (10A12048) - (GU n. 237 del 9-10-2010 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 13 maggio 2010

Art.128 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 136 :Programmi
triennali di edilizia statale 2008-2010 e 2009-2011 del Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti – dipartimento per le
infrastrutture, gli affari generali ed il personale – verifica di
compatibilita’ con i documenti programmatori vigenti. (Deliberazione
n. 44/2010). (10A12048)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 11 febbraio 1994, n. 109, e successive modifiche ed
integrazioni, intitolata «Legge quadro in materia di lavori
pubblici», che – all’art. 14, come modificato dalla legge 1° agosto
2002, n. 166, ed ora trasfuso nell’art. 128 del decreto legislativo
12 aprile 2006, n. 163 – pone a carico dei soggetti indicati all’art.
2, comma 2, della stessa legge, con esclusione degli Enti e
Amministrazioni locali e loro associazioni e consorzi, l’obbligo di
trasmettere a questo Comitato i programmi triennali dei lavori di
singolo importo superiore a 100.000 euro e gli aggiornamenti annuali
per la verifica della loro compatibilita’ con i documenti
programmatori vigenti;
Visto il decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
9 giugno 2005, che definisce la procedura e gli schemi-tipo per la
redazione e la pubblicazione dei programmi triennali, degli
aggiornamenti annuali e dell’elenco annuale dei lavori;
Viste le delibere con le quali questo Comitato ha espresso parere
di compatibilita’ di precedenti Programmi triennali del Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per le
infrastrutture, gli affari generali ed il personale con i documenti
programmatori vigenti alle date di riferimento dei Programmi stessi;
Vista la nota 13 luglio 2009, n. 8574, con la quale il Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti ha trasmesso a questo Comitato,
ai sensi del succitato art. 128 del D.Lgs. n. 163/2006, il Programma
dei lavori pubblici 2008-2010 concernente il Dipartimento sopra
richiamato e vista la successiva nota 30 novembre 2009, n. 15099, con
la quale il succitato Ministero ha fornito precisazioni in merito al
Programma in questione;
Vista la nota 29 dicembre 2009, n. 52715, con la quale il Capo di
Gabinetto del suddetto Ministero, d’ordine del Ministro, ha trasmesso
il Programma triennale dei lavori pubblici 2009-2011 del Dipartimento
sopra richiamato;
Considerato, in linea generale, che i documenti programmatori di
riferimento per la verifica di compatibilita’ prevista dall’art. 128
del D.Lgs. n. 163/2006 sono da individuare nei documenti di
programmazione economico-finanziaria, nelle disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato e nelle
leggi pluriennali di spesa, nonche’ negli eventuali programmi
comunitari e nazionali concernenti lo specifico comparto;
Ritenuto di procedere alla valutazione del Programma in quanto
riferito ad un’Amministrazione centrale dello Stato ed in
considerazione dell’entita’ delle risorse ad esso destinate,
limitando pero’ la valutazione stessa al Programma piu’ recente,
relativo al triennio 2009-2011;
Su proposta del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;

Prende atto:

che il Programma triennale 2009-2011 del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento per le infrastrutture,
gli affari generali ed il personale e’ costituito dal complesso dei
programmi redatti dai nove Provveditorati interregionali per le opere
pubbliche (ex Servizi Integrati Infrastrutture e Trasporti –
S.I.I.T.), programmi che sono stati approvati dal predetto Ministero
con distinti decreti concernenti, per ogni Provveditorato, i capitoli
di bilancio gestiti;
che i predetti decreti, trasmessi dopo essere stati vistati dagli
Organi di controllo, riguardano i Programmi relativi ai seguenti
capitoli di bilancio:
capitolo 1783 – manutenzione edifici pubblici statali ed edifici
privati destinati a sedi di uffici pubblici;
capitolo 7340 – manutenzione immobili demaniali o privati in uso
alla Presidenza della Repubblica, al Parlamento, alla Corte
costituzionale e a Organismi internazionali;
capitolo 7341 – edilizia demaniale;
capitolo 7344 – eliminazione barriere architettoniche;
che con direttiva 2 ottobre 2008, il suddetto Ministero ha
individuato i criteri di ripartizione dei fondi ordinari del bilancio
per l’anno 2009 da destinare agli interventi di edilizia demaniale,
precisando in particolare, per i capitoli 7340 e 7341, che devono
essere considerati prioritari gli interventi di manutenzione, e fra
questi:
gli interventi di adeguamento alle norme di sicurezza e di
adeguamento ambientale;
gli interventi finalizzati a consistenti riduzioni di emissioni
di gas serra di cui al Protocollo di Kyoto;
gli interventi di recupero per assicurare maggiore funzionalita’
agli immobili;
i completamenti, gli ampliamenti o le ristrutturazioni;
gli interventi di raccordo, integrazione e valorizzazione delle
opere pubbliche;
gli interventi dotati di progettazione esecutiva approvata;
gli interventi al cui finanziamento concorre in prevalenza
capitale privato;
che la distribuzione territoriale delle assegnazioni e’ conseguente
al carattere prevalentemente manutentorio degli interventi previsti,
riguardanti in modo particolare il Centro Italia in ragione della
piu’ incisiva insistenza di edifici istituzionali nella Capitale;
che il ricorso limitato al project financing e’ coerente con la
destinazione degli edifici interessati dalle opere, adibiti
esclusivamente a sede di uffici pubblici e categorie affini;
che gli elenchi annuali dei lavori per l’anno 2009 relativi ai
suddetti capitoli recano un costo complessivo di oltre 106 milioni di
euro e che le assegnazioni di competenza per detto anno presentano la
seguente articolazione: Nord 31,0 per cento, Centro 38,1 per cento,
Sud 30,9 per cento;
che, al netto dei lavori imputati sul capitolo 7340 e localizzati
al 93 per cento nel Lazio, i suddetti elenchi annuali dei lavori 2009
recano un costo complessivo di oltre 90 milioni di euro, le cui
assegnazioni di competenza riguardano per il 36,8 per cento il Nord,
per il 27,9 per cento il Centro e per il 35,3 per cento il Sud;
che la 1ª annualita’ dei programmi all’esame e gli elenchi lavori
relativi al 2009 esprimono un fabbisogno complessivo coerente con gli
stanziamenti di bilancio e che non sono rilevabili elementi di
incompatibilita’ con gli altri documenti programmatori vigenti;

Esprime

parere di compatibilita’ del Programma triennale di edilizia statale
2009-2011 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti –
Dipartimento per le infrastrutture, gli affari generali ed il
personale con i documenti programmatori vigenti, fermo restando che
la parte di Programma successiva al 2009 potra’ trovare attuazione
nei limiti degli stanziamenti di bilancio;

Raccomanda

al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di trasmettere
tempestivamente a questo Comitato, indipendentemente dalla
registrazione dei relativi decreti presso la Corte dei conti,
l’aggiornamento del Programma per il triennio 2010-2012, corredato da
una relazione che illustri lo stato di attuazione del Programma di
cui alla presente delibera, evidenziandone eventuali criticita’, e
che esponga le caratteristiche essenziali dell’aggiornamento stesso,
indicando i criteri adottati per l’individuazione dell’ordine di
priorita’ degli interventi e evidenziando, alla luce di detti
criteri, gli eventuali scostamenti rispetto al Programma approvato
con la presente delibera.
Roma, 13 maggio 2010

Il vice Presidente: Tremonti

Il segretario : Micciche’

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 13 maggio 2010

Ingegneri.info