COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 22 luglio 2010 | Ingegneri.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 22 luglio 2010

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 22 luglio 2010 - Assegnazione di 100 milioni di euro per interventi di risanamento ambientale con delibera CIPE n. 117/2009 - modifica della copertura finanziaria. (Deliberazione n. 68/2010). (10A14916) - (GU n. 295 del 18-12-2010 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 22 luglio 2010

Assegnazione di 100 milioni di euro per interventi di risanamento
ambientale con delibera CIPE n. 117/2009 – modifica della copertura
finanziaria. (Deliberazione n. 68/2010). (10A14916)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visti gli articoli 60 e 61 della legge 27 dicembre 2002, n. 289
(legge finanziaria 2003), con i quali vengono istituiti, presso il
Ministero dell’economia e delle finanze e il Ministero delle
attivita’ produttive, i Fondi per le aree sottoutilizzate
(coincidenti con l’ambito territoriale delle aree depresse di cui
alla legge n. 208/1998 e al Fondo istituito dall’art. 19, comma 5,
del decreto legislativo n. 96/1993) nei quali si concentra e si da’
unita’ programmatica e finanziaria all’insieme degli interventi
aggiuntivi a finanziamento nazionale che, in attuazione dell’articolo
119, comma 5, della Costituzione, sono rivolti al riequilibrio
economico e sociale fra aree del Paese;
Visto l’articolo 18, comma 1, lettera b-bis) del decreto-legge 29
novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28
gennaio 2009, n. 2, il quale, in considerazione della eccezionale
crisi economica internazionale e della conseguente necessita’ di
riprogrammare le risorse disponibili, fermi i criteri di ripartizione
territoriale e le competenze regionali, prevede l’assegnazione, da
parte del CIPE, di una quota delle risorse del Fondo per le aree
sottoutilizzate al Fondo strategico per il Paese a sostegno
dell’economia reale istituito presso la Presidenza del Consiglio dei
Ministri;
Vista la propria delibera 6 marzo 2009, n. 4 (Gazzetta Ufficiale n.
121/2009), con la quale, a valere sulle risorse disponibili del Fondo
per le aree sottoutilizzate, e’ stata disposta una riserva di
programmazione di 9.053 milioni di euro, in favore della Presidenza
del Consiglio dei Ministri, per il sostegno dell’economia reale e
delle imprese, che costituisce la dotazione iniziale del richiamato
Fondo strategico per il Paese;
Vista la propria delibera 6 novembre 2009, n. 117, con la quale,
per assicurare il cofinanziamento di interventi di risanamento
ambientale, e’ stata disposta a favore del Ministero dell’ambiente e
della tutela del territorio e del mare l’assegnazione dell’importo di
100 milioni di euro, ponendone la copertura a carico del citato Fondo
strategico e, in particolare, a titolo di anticipazione temporanea a
valere sull’assegnazione di 3.955 milioni di euro, da reintegrarsi
successivamente, disposta da questo Comitato con le proprie delibere
26 giugno 2009, n. 35 (Gazzetta Ufficiale n. 243/2009) e 11 novembre
2009, n. 95 (Gazzetta Ufficiale n. 28/2010), dirette a finanziare gli
interventi di ricostruzione ed altre misure a seguito degli eventi
sismici che hanno colpito la Regione Abruzzo nel mese di aprile 2009;
Considerato che la Corte dei Conti ha restituito la delibera n.
117/2009 in assenza del preliminare parere della Conferenza
Stato-Regioni previsto al punto 3 della delibera n. 4/2009 sopra
richiamata;
Acquisito sulla detta assegnazione di 100 milioni di euro il parere
favorevole della Conferenza Stato-Regioni espresso nella seduta
dell’8 luglio 2010 sulla base della proposta del competente
Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri,
formulata con nota n. 1627-P del 15 aprile 2010, che pone la relativa
copertura finanziaria, a modifica della richiamata delibera n.
117/2009, direttamente a carico delle residue disponibilita’ del
Fondo strategico per il Paese a sostegno dell’economia reale;
Tenuto conto altresi’ che la modifica di imputazione in esame e’
gia’ stata considerata nella ricognizione sullo stato di utilizzo del
Fondo strategico per il Paese a sostegno dell’economia reale di cui
alla propria delibera 13 maggio 2010, n. 30, che prevede, quale voce
autonoma a carico delle residue disponibilita’ dello stesso Fondo,
l’assegnazione di 100 milioni di euro per il finanziamento di
interventi di risanamento ambientale;
Acquisito in seduta l’assenso dei Ministri, dei Vice Ministri e dei
Sottosegretari di Stato presenti;

Delibera

A modifica di quanto previsto dalla propria delibera n. 117/2009,
la copertura finanziaria dell’assegnazione di 100 milioni di euro
disposta da questo Comitato a favore del Ministero dell’ambiente e
della tutela del territorio e del mare per il finanziamento di
interventi di risanamento ambientale viene imputata, per le
motivazioni esposte in premessa, alle residue disponibilita’ del
Fondo strategico per il Paese a sostegno dell’economia reale.
Pertanto l’assegnazione di 3.955 milioni di euro, di cui alle
richiamate delibere n. 35/2009 e n. 95/2009, e’ integralmente
confermata a favore degli interventi di ricostruzione e di altre
misure da realizzare nella Regione Abruzzo, a seguito degli eventi
sismici occorsi nel mese di aprile 2009.
Roma, 22 luglio 2010

Il Presidente: Berlusconi
Il segretario CIPE: Micciche’

Registrato alla Corte dei conti il 1 dicembre 2010.
Ufficio controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 8
economia e finanze, foglio n. 88.

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 22 luglio 2010

Ingegneri.info