COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 25 gennaio 2008 | Ingegneri.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 25 gennaio 2008

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 25 gennaio 2008 - Prosecuzione del programma pluriennale nazionale straordinario di investimenti in sanita' di cui all'articolo 20 della legge 11 marzo 1988, n. 67 e successive modificazioni. (Deliberazione n. 4/2008). (GU n. 100 del 29-4-2008 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 25 gennaio 2008

Prosecuzione del programma pluriennale nazionale straordinario di
investimenti in sanita’ di cui all’articolo 20 della legge 11 marzo
1988, n. 67 e successive modificazioni. (Deliberazione n. 4/2008).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Vista la legge 28 dicembre 1978, n. 833, istitutiva del Servizio
sanitario nazionale;
Visto l’art. 20, comma 1, della legge 11 marzo 1988, n. 67 e
successive modificazioni, che autorizza un programma pluriennale di
interventi in materia di ristrutturazione edilizia e di
ammodernamento tecnologico del patrimonio sanitario pubblico;
Visto l’art. 1, comma 796, lettera n) della legge 27 dicembre 2006,
n. 296 (legge finanziaria 2007) il quale prevede che, ai fini del
programma pluriennale di interventi in materia di ristrutturazione
edilizia e di ammodernamento tecnologico, l’importo fissato dal
citato art. 20 della legge 11 marzo 1988, n. 67, e successive
modificazioni, come rideterminato dall’art. 8, comma 3, della legge
23 dicembre 2000, n. 388, e’ elevato a 20 miliardi di euro, fermo
restando, per la sottoscrizione di accordi di programma con le
regioni e l’assegnazione di risorse agli altri enti del settore
sanitario interessati, il limite annualmente definito in base
all’effettiva disponibilita’ di bilancio;
Vista la proposta del Ministro della salute, trasmessa con nota n.
26890 DGPRO/7-P/I.6.a.h del 18 dicembre 2007, di riparto tra le
regioni e le province autonome di Trento e Bolzano delle
disponibilita’ finanziarie stanziate dall’art. 1, comma 796, lettera
n) della legge 27 dicembre 2006, n. 296 pari a 2.424.971.723,98 euro.
Di cui 2.375.000.000,00 di euro per la riqualificazione strutturale e
tecnologica delle strutture del Servizio sanitario nazionale,
4.971.723,98 euro quale integrazione alla regione Umbria,
45.000.000,00 di euro come riserva per interventi urgenti individuati
dal Ministro della salute;
Considerato che la proposta di riparto delle disponibilita’
finanziarie tra le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano
tiene conto dei vincoli, criteri e linee prioritarie indicate
dall’art. 1, comma 796, lettera n) della legge n. 296/2007
(finanziaria 2007), gia’ individuate nel Patto sulla salute di cui
all’intesa Stato-regioni e province autonome del 5 ottobre 2006,
nonche’ di ulteriori esigenze di carattere generale;
Vista l’intesa sul riparto delle risorse pari a 2.424.971.723,98
euro, espressa dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo
Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, nella
seduta del 15 novembre 2007;
Delibera:

Le risorse stanziate dall’art. 1, comma 796, lettera n) della legge
finanziaria 2007, pari a 2.424.971.723,98 euro, aggiuntive alla
dotazione delle risorse gia’ disponibili per il programma pluriennale
di interventi nel settore degli investimenti in sanita’ avviato
dall’art. 20 della legge n. 67 del 1988 e successive modificazioni,
sono ripartite per quote, come di seguito indicato:
2.375.000.000,00 di euro tra le regioni e le province autonome
per la prosecuzione dei programmi regionali di riqualificazione
strutturale e tecnologica delle strutture del Servizio sanitario
nazionale, di cui:
500 milioni di euro per la riqualificazione strutturale e
tecnologica dei servizi di radiagnostica e di radioterapia di
interesse oncologico con prioritario riferimento alle regioni
meridionali e insulari, pari al 21,05 per cento;
100 milioni di euro per interventi per la realizzazione di
strutture residenziali dedicate alle cure palliative con prioritario
riferimento alle regioni che abbiano completato il programma
realizzativo di cui all’art. 1, comma 1, decreto-legge 28 dicembre
1998, n. 450, convertito, con modificazioni dalla legge 26 febbraio
1999, n. 39, e che abbiano avviato programmi di assistenza
domiciliare nel campo delle cure palliative, pari al 4,21 per cento;
100 milioni di euro per implementazione e ammodernamento dei
sistemi informatici delle aziende sanitarie ed ospedaliere e per
l’integrazione dei medesimi con i sistemi informativi sanitari delle
regioni, pari al 4,21 per cento;
100 milioni di euro per strutture di assistenza odontoiatrica,
pari al 4,21 per cento;
4.971.723,98 euro, quale integrazione per la regione Umbria
indicata dalla Conferenza delle regioni e province autonome;
45.000.000,00 di euro accantonate quale riserva per interventi
urgenti, da ripartire con successivo provvedimento di questo
Comitato, su proposta del Ministro della salute.
Nell’attuazione dei programmi di investimento da adottare le
regioni e le province autonome sono tenute al rispetto dei vincoli di
destinazione dei fondi e delle linee prioritarie indicati dalla legge
finanziaria 2007.
Le predette somme sono ripartite secondo l’allegata tabella che fa
parte integrante della presente delibera.
Roma, 25 gennaio 2008
Il Presidente: Prodi
Il segretario del CIPE: Gobbo
Registrata alla Corte dei conti il 3 aprile 2008
Ufficio di controllo atti Ministeri economico-finanziari, registro n.
2 Economia e finanze, foglio n. 34

Allegato

—-> Vedere allegato a pag. 20

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 25 gennaio 2008

Ingegneri.info