COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 6 novembre 2009 | Ingegneri.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 6 novembre 2009

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 6 novembre 2009 - Piano previsionale dei fabbisogni finanziari per il triennio 2010-2012 del fondo di cui alla legge n. 295/1973 e del fondo rotativo di cui alla legge n. 394/1981. (Deliberazione n. 110/2009). (10A03159) (GU n. 67 del 22-3-2010 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 6 novembre 2009

Piano previsionale dei fabbisogni finanziari per il triennio
2010-2012 del fondo di cui alla legge n. 295/1973 e del fondo
rotativo di cui alla legge n. 394/1981. (Deliberazione n. 110/2009).
(10A03159)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 143 recante
disposizioni in materia di commercio estero;
Visto in particolare l’art. 17, comma 1, del citato decreto
legislativo n. 143/1998, il quale prevede che, entro il 30 giugno di
ciascun anno, questo Comitato, su proposta del Ministro del tesoro,
del bilancio e della programmazione economica (ora Ministro
dell’economia e delle finanze), di concerto con il Ministro del
commercio con l’estero (ora Ministro dello sviluppo economico),
deliberi il piano previsionale dei fabbisogni finanziari per l’anno
successivo del Fondo per il sostegno dei crediti all’esportazione e
degli investimenti all’estero, di cui alla legge 28 maggio 1973, n.
295;
Visto l’art. 6 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito
in legge 6 agosto 2008, n. 133, e in particolare il comma 4, il quale
prevede che, entro il 30 giugno di ciascun anno, questo Comitato
deliberi il piano previsionale dei fabbisogni finanziari del Fondo
rotativo di cui all’art. 2, comma 1, della legge 29 luglio 1981, n.
394;
Vista la nota del Ministero dell’economia e delle finanze n. 25366
del 5 ottobre 2009 con la quale viene chiesta, fra l’altro,
l’iscrizione all’ordine del giorno della seduta CIPE dello schema di
delibera allegato alla stessa nota concernente il Piano previsionale
dei fabbisogni per il triennio 2010 – 2012 del Fondo di cui alla
legge 28 maggio 1973, n. 295 e del Fondo rotativo di cui alla legge
29 luglio 1981, n. 394;
Considerato che, da tale documentazione, risulta che sono state
stipulate, ai sensi dell’art. 25 del decreto legislativo n. 143/1998,
due convenzioni tra il Ministero del commercio con l’estero e la
SIMEST S.p.A. per la gestione degli interventi di sostegno
finanziario all’internazionalizzazione del sistema produttivo, di cui
alla legge 24 maggio 1977, n. 227, alla legge 24 aprile 1990, n. 100,
all’art. 14 della legge 3 ottobre 1991, n. 317, al decreto-legge 28
maggio 1981, n. 251, convertito, con modificazioni, nella legge 29
luglio 1981, n. 394 e, infine, alla legge 20 ottobre 1990, n. 304;
Considerato che l’art. 3 di entrambe le convenzioni citate
attribuisce alla SIMEST S.p.A., nell’ambito della predetta attivita’
di gestione, il compito di predisporre il progetto di piano
previsionale dei fabbisogni finanziari per l’anno successivo;
Tenuto conto che il Comitato agevolazioni presso la SIMEST S.p.A ha
approvato, nella seduta del 9 giugno 2009, i piani previsionali dei
fabbisogni finanziari per il triennio 2010/2012 del Fondo per il
sostegno dei crediti all’esportazione e degli investimenti
all’estero, di cui alla legge 28 maggio 1973, n. 295 e dei Fondo
rotativo, di cui alla legge 29 luglio 1981, n. 394;
Considerato che le previsioni della SIMEST S.p.A circa il volume di
attivita’ derivante dall’applicazione delle leggi n. 100/1990, n.
19/1991 e del capo II del decreto legislativo n. 143/1998 rendono
necessari, per assicurare la piena operativita’ del Fondo di cui alla
legge n. 295/1973 summenzionata, stanziamenti di competenza,
aggiuntivi alle risorse attualmente impegnabili, pari a 110 milioni
di euro per l’anno 2010, a 314 milioni di euro per l’anno 2011 e a
329 milioni di euro per l’anno 2012;
Considerato che dalle previsioni della SIMEST S.p.A circa il volume
di attivita’ relative agli interventi del Fondo di cui alla legge 29
luglio 1981, n. 394 non emerge la necessita’ di stanziamenti
aggiuntivi;
Udita la proposta del Vice Ministro dell’economia e delle finanze
sulla quale viene acquisito il concerto del Ministro dello sviluppo
economico;

Delibera:

1. E’ approvato il piano previsionale richiamato in premessa
concernente i fabbisogni finanziari per il triennio 2010 – 2012 del
Fondo per il sostegno dei crediti all’esportazione e degli
investimenti all’estero, di cui alla legge 28 maggio 1973, n. 295,
dal quale emerge un fabbisogno pari a 110 milioni di euro per l’anno
2010, a 314 milioni di euro per l’anno per l’anno 2011 e a 329
milioni di euro per l’anno 2012. L’operativita’ del citato Fondo
presuppone la conferma degli stanziamenti previsti a legislazione
vigente.
2. E’, altresi’, approvato il piano previsionale richiamato in
premessa concernente i fabbisogni finanziari per il periodo 2010-2012
del Fondo rotativo di cui all’art. 2 della legge 29 luglio 1981, n.
394, dal quale non emerge la necessita’ di stanziamenti aggiuntivi.
Roma, 6 novembre 2009

Il Presidente: Berlusconi
Il segretario: Micciche’

Registrato alla Corte dei conti il 5 marzo 2010
Ufficio controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 1
Economia e finanze, foglio n. 213

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 6 novembre 2009

Ingegneri.info