COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 8 maggio 2009 | Ingegneri.info

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 8 maggio 2009

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA - DELIBERAZIONE 8 maggio 2009 - Assegnazione dell'importo di 330 milioni di euro, a carico del fondo infrastrutture, per il finanziamento del trasporto ferroviario di passeggeri a media e lunga percorrenza per il triennio 2009-2011. (Deliberazione n. 23/2009). (09A15409) (GU n. 301 del 29-12-2009 )

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 8 maggio 2009

Assegnazione dell’importo di 330 milioni di euro, a carico del fondo
infrastrutture, per il finanziamento del trasporto ferroviario di
passeggeri a media e lunga percorrenza per il triennio 2009-2011.
(Deliberazione n. 23/2009). (09A15409)

IL COMITATO INTERMINISTERIALE
PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

Visti gli articoli 60 e 61 della legge 27 dicembre 2002, n. 289
(legge finanziaria 2003), con i quali vengono istituiti, presso il
Ministero dell’economia e delle finanze e il Ministero delle
attivita’ produttive, i fondi per le aree sottoutilizzate
(coincidenti con l’ambito territoriale delle aree depresse di cui
alla legge n. 208/1998 e al fondo istituito dall’art.19, comma 5, del
decreto legislativo n. 96/1993) nei quali si concentra e si da’
unita’ programmatica e finanziaria all’insieme degli interventi
aggiuntivi a finanziamento nazionale che, in attuazione dell’art.
119, comma 5, della Costituzione, sono rivolti al riequilibrio
economico e sociale fra aree del Paese;
Visto l’art. 1, comma 2, del decreto-legge 8 maggio 2006, n. 181,
convertito dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, che trasferisce al
Ministero dello sviluppo economico il Dipartimento per le politiche
di sviluppo e di coesione e le funzioni di cui all’art. 24, comma 1,
lettera c) del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, ivi
inclusa la gestione del Fondo per le aree sottoutilizzate;
Visto l’art. 2, comma 253, della legge 24 dicembre 2007, n. 244
(finanziaria 2008), il quale prevede l’espletamento, da parte del
Ministero dei trasporti (ora Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti), di una indagine conoscitiva sul trasporto ferroviario di
viaggiatori e merci sulla media e lunga percorrenza, volta a
determinare la possibilita’ di assicurare l’equilibrio tra costi e
ricavi dei servizi e prevede altresi’, nell’ambito delle relazioni
per le quali non e’ possibile raggiungere l’equilibrio economico,
l’individuazione dei servizi di utilita’ sociale mantenuti in
esercizio tramite l’affidamento di contratti di servizio pubblico;
Visto l’art. 17, comma 2, del decreto-legge 31 dicembre 2007, n.
248, convertito nella legge 28 febbraio 2008, n. 31, che proroga il
termine previsto dal richiamato art. 2, comma 253, della legge
finanziaria 2008;
Visto il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con
modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, recante
«Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione,
la competitivita’, la stabilizzazione della finanza pubblica e la
perequazione tributaria»;
Visto in particolare l’art. 6-quinquies del predetto decreto-legge
n. 112/2008, il quale istituisce nello stato di previsione del
Ministero dello sviluppo economico, a decorrere dall’anno 2009, un
fondo per il finanziamento, in via prioritaria, di interventi
finalizzati al potenziamento della rete infrastrutturale di livello
nazionale, ivi comprese le reti di telecomunicazione e quelle
energetiche, di cui e’ riconosciuta la valenza strategica ai fini
della competitivita’ e della coesione del Paese;
Visto il decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, recante «Misure
urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e
per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico
nazionale», convertito con modificazioni nella legge 28 gennaio 2009,
n. 2;
Visto in particolare l’art. 18 del citato decreto-legge n.
185/2008, il quale dispone che il Comitato interministeriale per la
programmazione economica, presieduto in maniera non delegabile dal
Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dello
sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle
finanze e con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, in
coerenza con gli indirizzi assunti in sede europea, assegni una quota
delle risorse nazionali disponibili del Fondo aree sottoutilizzate al
fondo infrastrutture di cui al citato art. 6-quinquies, anche per la
messa in sicurezza delle scuole, per le opere di risanamento
ambientale, per l’edilizia carceraria, per le infrastrutture museali
ed archeologiche, per l’innovazione tecnologica e le infrastrutture
strategiche per la mobilita’, fermo restando il vincolo di destinare
alle regioni del Mezzogiorno l’85 per cento delle risorse ed il
restante 15 per cento alle regioni del centro-nord e considerato che
il rispetto di tale vincolo di destinazione viene assicurato nel
complesso delle assegnazioni disposte a favore delle amministrazioni
centrali;
Visto l’art. 25, comma 2, del decreto-legge n. 185/2008, convertito
nella legge n. 2/2009 che autorizza la spesa di 480 milioni di euro
per ciascuno degli anni 2009, 2010 e 2011, per assicurare i necessari
servizi ferroviari di trasporto pubblico, al fine della stipula dei
nuovi contratti di servizio dello stato e delle regioni a statuto
ordinario con Trenitalia S.p.a. ponendo il relativo onere finanziario
a carico del Fondo per le aree sottoutilizzate e, in particolare,
sulla quota destinata alla realizzazione di infrastrutture ai sensi
del richiamato art. 6-quinquies;
Visto l’art. 27, comma 1, del decreto-legge n. 207/2008,
convertito, con modificazioni, nella legge 27 febbraio 2009, n. 14,
recante «Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e
disposizioni finanziarie urgenti», che differisce ulteriormente al 30
giugno 2009 il termine previsto dal richiamato art. 2, comma 253,
della legge finanziaria 2008 per la conclusione dell’indagine
conoscitiva del Ministero dei trasporti sul trasporto ferroviario di
viaggiatori e merci sulla media e lunga percorrenza, prevista
dall’art. 2, comma 253, della 24 dicembre 2007, n. 244 (legge
finanziaria 2008);
Visto il decreto interministeriale dei Ministeri dell’economia e
finanze e delle infrastrutture e dei trasporti del 20 aprile 2009 che
ha interamente attribuito ai servizi di trasporto regionali le
risorse recate dal richiamato art. 25, comma 2, del decreto-legge n.
185/2008;
Vista la delibera di questo Comitato 18 dicembre 2008, n. 112
(Gazzetta Ufficiale n. 50/2009) con la quale e’ stata fra l’altro
disposta una prima assegnazione di 7.356 milioni di euro a favore del
Fondo infrastrutture di cui al richiamato art. 6-quinquies e all’art.
18 del decreto-legge n. 185/2008, convertito con modificazioni nella
legge n. 2/2009;
Vista la nota congiunta dei Ministri delle infrastrutture e dei
trasporti e dello sviluppo economico n. 19247 del 7 maggio 2009, con
la quale viene proposta a questo Comitato l’assegnazione dell’importo
di 110 milioni di euro per ciascuno degli anni 2009, 2010 e 2011 a
carico del richiamato fondo infrastrutture, al fine di garantire, da
parte di Trenitalia S.p.a., il mantenimento di un livello essenziale
di offerta dei servizi di trasporto ferroviario di passeggeri a media
e lunga percorrenza su quelle tratte che, nel loro insieme, sono
economicamente non remunerative e che sono caratterizzate
dall’assenza di valide alternative modali;
Ritenuto di dover accogliere tale proposta che costituisce il
necessario presupposto per la sottoscrizione del contratto di
servizio 2009-2014 tra il Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti e Trenitalia S.p.a. finalizzato a garantire, con copertura
nazionale, i servizi di trasporto ferroviario di passeggeri a media e
lunga percorrenza di utilita’ sociale;

Delibera:

Al fine di garantire i servizi di trasporto ferroviario di
passeggeri a media e lunga percorrenza nel quadro del contratto di
servizio da sottoscrivere con Trenitalia S.p.a. richiamato in
premessa, e’ disposta l’assegnazione dell’importo di 110 milioni di
euro per ciascuno degli anni 2009, 2010 e 2011 a carico del Fondo
infrastrutture di cui all’art. 6-quinques e, in particolare, della
dotazione di 7.356 milioni di euro di cui alla delibera di questo
Comitato n. 112/2008.
Roma, 8 maggio 2009

Il vice Presidente
Tremonti
Il segretario del CIPE
Micciche’

Registrato alla Corte dei conti il 17 dicembre 2009
Ufficio controllo Ministeri economico-finanziari, registro n. 6
Economia e finanze, foglio n. 121

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERAZIONE 8 maggio 2009

Ingegneri.info