COMMISSARIO DELEGATO PER L'EMERGENZA ALLUVIONE IN SARDEGNA DEL 6 DICEMBRE 2004 | Ingegneri.info

COMMISSARIO DELEGATO PER L’EMERGENZA ALLUVIONE IN SARDEGNA DEL 6 DICEMBRE 2004

COMMISSARIO DELEGATO PER L'EMERGENZA ALLUVIONE IN SARDEGNA DEL 6 DICEMBRE 2004 - ORDINANZA - 19 novembre 2007 Programma commissariale di interventi nei comuni colpiti dagli eventi alluvionali del dicembre 2004. Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3387 del 14 dicembre 2004. Legge regionale 20 dicembre 2004, n. 10. Primo accertamento dello stato di attuazione del programma. Interventi a favore delle imprese di pesca e acquicoltura. Individuazione delle risorse e dell'Assessorato competente. (Ordinanza n. 20). (GU n. 39 del 15-2-2008 )

COMMISSARIO DELEGATO PER L’EMERGENZA ALLUVIONE IN SARDEGNA DEL 6
DICEMBRE 2004

ORDINANZA 19 novembre 2007 –

Programma commissariale di interventi nei comuni colpiti dagli eventi
alluvionali del dicembre 2004. Ordinanza del Presidente del Consiglio
dei Ministri n. 3387 del 14 dicembre 2004. Legge regionale 20
dicembre 2004, n. 10. Primo accertamento dello stato di attuazione
del programma. Interventi a favore delle imprese di pesca e
acquicoltura. Individuazione delle risorse e dell’Assessorato
competente. (Ordinanza n. 20).

IL COMMISSARIO DELEGATO
per l’emergenza alluvione in Sardegna del 6 dicembre 2004
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
10 dicembre 2004 con il quale, ai sensi e per gli effetti dell’art.
5, comma 1 della legge 24 febbraio 1992, n. 225, e’ stato dichiarato,
sino al 31 dicembre 2005, lo stato di emergenza in Sardegna nel
territorio delle province di Cagliari, Nuoro e Sassari per gli eventi
alluvionali del 6 dicembre 2004 e seguenti;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data
22 dicembre 2006, con il quale da ultimo, ai sensi e per gli effetti
dell’ari. 5, comma 1 della legge 24 febbraio 1992, n. 225, e’ stato
prorogato fino al 31 dicembre 2007, lo stato di emergenza che ha
colpito il territorio delle province di Cagliari, Nuoro e Sassari a
decorrere dal 6 dicembre 2004;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3387
del 14 dicembre 2004 con la quale il Presidente della Regione
Autonoma della Sardegna e’ stato nominato commissario delegato per il
superamento dell’emergenza derivante dagli eventi alluvionali
predetti;
Atteso che la Regione Autonoma della Sardegna, per fronteggiare le
conseguenze degli eventi alluvionali e di dissesto idrogeologico
verificatisi in Sardegna nel mese di dicembre del 2004, nei comuni
individuati con deliberazione della Giunta regionale, ha disposto,
con legge Regionale n. 10 del 20 dicembre 2004, lo stanziamento di
Euro 50.000.000,00 di cui Euro 10.000.000,00 a titolo di
anticipazione, per l’attuazione di interventi programmati dal
Commissario delegato per l’emergenza alluvione, con fondi di
qualsiasi provenienza, comunitaria, statale, regionale e locale;
comunque assegnati o destinati ad interventi correlati alle finalita’
del superamento dell’emergenza;
Considerato che ai sensi dell’art. 7, comma 1 dell’Ordinanza del
Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3387 del 14 dicembre 2004 e
dell’art. 2, comma 2 della legge Regionale n. 10 del 20 dicembre 2004
il Presidente della Regione, in qualita’ di commissario delegato per
il superamento dell’emergenza alluvionale, ha provveduto alla
predisposizione di un programma complessivo di interventi per il
superamento dei danni causati dall’evento alluvionale del dicembre
2004, a valere su diverse fonti finanziarie;
Atteso che, ai sensi dell’art. 2, comma 2 della legge regionale n.
10 del 20 dicembre 2004, il Presidente della Regione verifica la
congruita’ degli stanziamenti ed accerta lo stato di attuazione del
programma e, nel caso di accertata carenza e di contestuale eccedenza
di disponibilita’ finanziarie, indica all’Assessore competente in
materia di bilancio, che provvede con proprio decreto, le necessarie
variazioni compensative tra gli stanziamenti iscritti nelle relative
unita’ previsionali di base;
Considerato che, in attuazione del predetto disposto, la giunta
regionale, preso atto che le imprese di pesca ed acquicoltura, pur
essendo qualificate come imprese agricole, non esercitano attivita’
agricola e non possono, quindi, essere indennizzate secondo quanto
previsto dalla legge regionale n. 10/2004 e dalla DGR 1/13 del
18 gennaio 2005 con le procedure di cui al decreto legislativo n.
102/04, all’art. 23 della legge regionale n. 8/98 nonche’ accedere
alle misure finanziate con fondi comunitari, con deliberazione n.
42/27 del 24 ottobre 2007 ha disposto:
di trattare i danni subiti dalle imprese di pesca e acquacoltura
(non indennizzabili ai sensi delle procedure prescritte per le
imprese agricole) come danni subiti da attivita’ produttive ai sensi
della legge regionale n. 10/04 art. 1, comma 2, lettera e) ed f) e
dell’O.P.C.M. n. 3387/2004 e, pertanto, indennizzabili secondo quanto
disposto dalle direttive di attuazione contenute nell’allegato alla
D.G.R. n. 1/13 del 18 gennaio 2005;
di modificare le predette direttive di attuazione contenute
nell’allegato alla D.G.R. 1/13 del 18 gennaio 2005;
di affidare all’Assessorato degli enti locali, finanze e
urbanistica – Servizio territoriale degli enti locali di Cagliari,
l’istruttoria relativa all’erogazione dei contributi alle imprese di
pesca e acquacoltura per i danni subiti dall’alluvione del dicembre
2004;
di attivare, con riferimento agli stanziamenti necessari per far
fronte a tale intervento, le procedure contemplate dall’art. 2,
comma 2 della legge Regionale n. 10/2004 e, per l’effetto,
autorizzare la variazione compensativa per l’importo di Euro
831.392,41 fra gli stanziamenti iscritti nelle UPB di spesa degli
Assessorati dei lavori pubblici e degli enti locali finanze e
urbanistica, rimodulando come segue il riparto dello stanziamento di
50 MEuro previsto dalla legge regionale n. 10/2004:

=====================================================================
Tipologia interventi | Competenza attuativa |Importo (MEuro)
=====================================================================
L.R. 10/04 art. 1, c.2, | Assessorato difesa |
lett. a) | ambiente | 7.933.250,35
———————————————————————
L.R. 10/04 art. 1, c.2, | Assessorato lavori |
lett. b) | pubblici | 30.252.587,29
———————————————————————
L.R. 10/04 art. 1, c.2, | |
lett. c), e) ed f) | Assessorato enti locali | 11.814.162,36
———————————————————————
L.R. 10/04 art. 1, c.2, | Assessorato |
lett. d) | dell’agricoltura |
———————————————————————
Ordinanza P.C.M. n. | Presidenza e assessorati |
3387/04 | competenti |
———————————————————————
| Totale | 50.000.000,00

dare mandato agli Assessorati dei lavori pubblici e della
Programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio, per
l’adozione dei provvedimenti necessari.
Atteso che la predetta deliberazione della Giunta regionale n.
42/27 del 24 ottobre 2007, per quanto attiene al riparto dello
stanziamento di cui alla legge regionale 20 dicembre 2004, n. 10 ed
alle procedure relative agli interventi contributivi a favore delle
imprese di pesca ed acquacoltura, costituisce proposta per
l’approvazione da parte del commissario delegato ai sensi e per gli
effetti di cui all’O.P.C.M. n. 3387/2004 ed alla legge regionale n.
10/2004 nonche’ intesa della Regione all’utilizzazione, su
disposizione commissariale, della somma di Euro 10.000.000,00, da
effettuare in gestione unificata allo scopo di attuare in modo
organico, coordinato e sinergico le azioni previste da entrambe le
fonti normative e dispositive;
Ravvisata la necessita’, al fine di garantire il rigoroso rispetto
dei termini indicati nella predetta delibera della Giunta regionale
n. 42/27 del 24 ottobre 2007 per la conclusione del procedimento
relativo all’erogazione dei suddetti contributi alle imprese di pesca
e acquicoltura in accordo con quanto richiesto dalla normativa
comunitaria, di dover individuare, ai sensi dell’art. 1, comma 3
dell’O.P.C.M. n. 3387/2004, l’Assessorato regionale dell’Agricoltura
quale struttura di supporto al Servizio Territoriale degli enti
locali di Cagliari dell’Assessorato regionale degli enti locali,
finanze e urbanistica nella fase istruttoria del procedimento;
Ordina:
Art. 1.
Per le motivazioni indicate in premessa, gli interventi
contributivi per i danni subiti dalle imprese di pesca e acquacoltura
a seguito degli eventi alluvionali del dicembre 2004 – non
indennizzabili ai sensi delle procedure prescritte per le imprese
agricole – sono trattati come danni subiti da attivita’ produttive ai
sensi della legge regionale n. 10/04 art. 1, comma 2, lettera e)
ed f) e dell’O.P.C.M. n. 3387/2004 e sono, pertanto, indennizzabili
secondo quanto disposto dalle direttive di attuazione contenute
nell’allegato alla deliberazione della giunta regionale n. 1/13 del
18 gennaio 2005, come modificate dalla deliberazione della giunta
regionale n. 42/27 del 18 ottobre 2007, che a tal fine devono
intendersi approvate con la presente Ordinanza.

Art. 2.
Gli interventi di cui al precedente art. 1 sono finanziati con i
fondi della legge regionale 20 dicembre 2004 n. 10, ivi compreso lo
stanziamento destinato all’anticipazione dei fondi commissariali, nei
limiti delle risorse disponibili, pari a Euro 831.392,41, a seguito
della variazione compensativa di cui in premessa, operata ai sensi
dell’art. 2, comma 2, della medesima legge.
L’Assessorato della programmazione bilancio credito e assetto …

[Continua nel file zip allegato]

COMMISSARIO DELEGATO PER L’EMERGENZA ALLUVIONE IN SARDEGNA DEL 6 DICEMBRE 2004

Ingegneri.info