CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO - PROVVEDIMENTO 13 novembre 2008 | Ingegneri.info

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO – PROVVEDIMENTO 13 novembre 2008

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO - PROVVEDIMENTO 13 novembre 2008 - Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano sulla proposta del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali di modifica dell'Intesa 15 dicembre 2005 (Rep. atti n. 2395) recante «Linee guida per la gestione operativa del sistema di allerta per alimenti destinati al consumo umano». (Rep. atti n. 204/CSR). (GU n. 287 del 9-12-2008 - Suppl. Ordinario n.270)

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE
PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

PROVVEDIMENTO 13 novembre 2008

Intesa, ai sensi dell’articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno
2003, n. 131, tra il Governo, le regioni e le province autonome di
Trento e di Bolzano sulla proposta del Ministero del lavoro, della
salute e delle politiche sociali di modifica dell’Intesa 15 dicembre
2005 (Rep. atti n. 2395) recante «Linee guida per la gestione
operativa del sistema di allerta per alimenti destinati al consumo
umano». (Rep. atti n. 204/CSR).

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO,
LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

Nella odierna seduta del 13 novembre 2008;
Visto l’art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, il
quale prevede che, in sede di Conferenza Stato-regioni, il Governo
puo’ promuovere la stipula di intese dirette a favorire
l’armonizzazione delle rispettive legislazioni o il raggiungimento di
posizioni unitarie o il conseguimento di obiettivi comuni;
Visto il regolamento (CE) 178/2002 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 28 gennaio 2002 che istituisce i principi e requisiti
generali della legislazione alimentare, istituisce l’Autorita’
europea per la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo della
sicurezza alimentare, ed, in particolare, il capo IV riguardante il
sistema di allarme rapido, la gestione delle crisi e le situazioni di
emergenza;
Visto il regolamento (CE) 1935/2004 del Parlamento europeo e del
Consiglio del 27 ottobre 2004 sui materiali e gli oggetti destinati
ad entrare in contatto con gli alimenti;
Vista l’Intesa tra il Governo, le regioni e le province autonome di
Trento e di Bolzano su «Linee guida per la gestione operativa del
sistema di allerta per alimenti destinati al consumo umano», sancita
il 15 dicembre 2005 (repertorio n. 2395);
Vista l’Intesa tra il Governo, le regioni e le province autonome di
Trento e di Bolzano su «Linee guida vincolanti per la gestione
operativa del sistema di allerta per mangimi», sancita il 18 aprile
2007 (repertorio n. 84/CSR);
Vista l’Intesa tra il Governo, le regioni e le province autonome di
Trento e di Bolzano concernente l’attuazione del «Piano di emergenza
per la sicurezza degli alimenti e dei mangimi», sancita il 24 gennaio
2008 (repertorio n. 6/CSR);
Considerata l’opportunita’, in considerazione delle criticita’
emerse in fase di applicazione della predetta Intesa del 15 dicembre
2005, di modificare le modalita’ di funzionamento del sistema
d’allerta rapido, per gli alimenti e i mangimi ottenuti e/o
commercializzati sul territorio nazionale, al fine di fornire agli
operatori del settore alimentare e mangimistico, alle autorita’ e
agli organi di controllo una guida per una uniforme applicazione
della normativa comunitaria, nel rispetto dei principi generali in
materia di sicurezza alimentare e tutela della salute e degli
obblighi derivanti dalle norme vigenti in materia;
Vista la nota in data 8 settembre 2008, con la quale il Ministero
del lavoro, della salute e delle politiche sociali ha trasmesso la
proposta di intesa in esame, volta a consentire la gestione omogenea
in ambito nazionale del sistema di allerta per alimenti destinati al
consumo umano e per mangimi e a garantire lo scambio rapido di
informazioni riguardo alle misure adottate e alle azioni intraprese
in relazione ad alimenti e mangimi gia’ immessi sul mercato che
rappresentano un grave rischio, diretto o indiretto, per la salute e
per la salubrita’ dell’ambiente;
Vista la nota in data 22 settembre 2008, con la quale la regione
Toscana, coordinatrice interregionale in sanita’, ha espresso avviso
tecnico favorevole;
Considerato che, nel corso della seduta del 16 ottobre 2008, il
punto in oggetto non e’ stato esaminato;
Acquisito nel corso dell’odierna seduta l’assenso del Governo e dei
presidenti delle regioni e province autonome sul testo della presente
intesa, nei termini di cui all’allegato sub 1;
Sancisce intesa
tra il Governo, le regioni e le province autonome, nei termini di cui
all’allegato sub 1, richiamato in premessa, parte integrante del
presente atto.

Il presidente
Fitto

Il segretario
Siniscalchi

Allegati

—-> Vedere Allegati da pag. 2 a pag. 27 <----

CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO – PROVVEDIMENTO 13 novembre 2008

Ingegneri.info