Decreto Legislativo 16 giugno 2017, n. 104 (valutazione impatto ambientale, progetti pubblici, progetti privati) | Ingegneri.info

Decreto Legislativo 16 giugno 2017, n. 104 (valutazione impatto ambientale, progetti pubblici, progetti privati)

Attuazione della direttiva 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell'impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, ai sensi degli articoli 1 e 14 della legge 9 luglio 2015, n. 114. (17G00117) (G.U. Serie Generale n. 156 del 06-07-2017) note: Entrata in vigore del provvedimento: 21/07/2017

(Omissis)
Art. 23
Disposizioni transitorie e finali

1. Le disposizioni del presente decreto si applicano ai procedimenti di verifica di assoggettabilita’ a VIA e ai procedimenti di VIA avviati dal 16 maggio 2017. Fatti salvi gli effetti degli atti gia’ compiuti alla data di entrata in vigore del presente decreto, l’autorita’ competente di cui all’articolo 7, commi 5 e 6, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, assegna al proponente un congruo termine per eventuali integrazioni documentali o adempimenti
resi necessari dalle disposizioni recate dal presente decreto.
2. I procedimenti di verifica di assoggettabilita’ a VIA pendenti alla data del 16 maggio 2017, nonche’ i procedimenti di VIA per i progetti per i quali alla medesima data risulti avviata la fase di consultazione di cui all’articolo 21 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, ovvero sia stata presentata l’istanza di cui all’articolo 23 del medesimo decreto legislativo, restano disciplinati dalla normativa previgente. Nel caso dei procedimenti di VIA di cui al periodo precedente, l’autorita’ competente puo’ disporre, su istanza del proponente da presentare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, l’applicazione al procedimento in corso della disciplina recata dal presente decreto, indicando eventuali integrazioni documentali ritenute necessarie e stabilendo la rimessione del procedimento alla sola fase della valutazione di cui all’articolo 25 o all’articolo 27-bis, comma 7, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, qualora risultino gia’ effettuate ed esaurite le attivita’ istruttorie di cui all’articolo 24 o all’articolo 27-bis, commi 4, 5 e 6, del medesimo decreto legislativo. Il proponente conserva comunque la facolta’ di ritirare l’istanza e di resentarne una nuova ai sensi dell’articolo 19 o ai sensi dell’articolo 23 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come modificati dal presente decreto. Il proponente conserva, altresi’, la facolta’ di ritirare l’istanza e di presentarne una nuova ai sensi dell’articolo 27 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come introdotto dall’articolo 16 del presente decreto.
3. Alle attivita’ di monitoraggio, ai provvedimenti di verifica di assoggettabilita’ a VIA e ai provvedimenti di VIA adottati secondo la normativa previgente, nonche’ alle attivita’ conseguenti si applicano comunque le disposizioni di cui all’articolo 17 del presente decreto.
4. Le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano adeguano i propri ordinamenti esercitando le potesta’ normative di cui all’articolo 7-bis, comma 8, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come introdotto dall’articolo 5 del presente decreto, entro il termine perentorio di centoventi giorni dall’entrata in vigore del presente decreto. Decorso inutilmente il suddetto termine, in assenza di disposizioni regionali o provinciali vigenti idonee allo scopo, si applicano i poteri sostitutivi di cui all’articolo 117, quinto comma, della Costituzione, secondo quanto previsto dagli articoli 41 e 43 della legge 24 dicembre 2012, n. 234.
5. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore del presente decreto il Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare provvede a nominare la nuova Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale VIA e VAS e i componenti del Comitato tecnico istruttorio di cui all’articolo 8, comma 3, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dall’articolo 6 del presente decreto. Gli attuali componenti della Commissione restano in carica fino al subentro dei nuovi. L’entrata in carica dei nuovi componenti della Commissione e del Comitato e’ condizionata all’entrata in vigore dei decreti di cui all’articolo 8, commi 4 e 5, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dall’articolo 6 del presente decreto. Fino all’entrata in carica dei nuovi componenti della Commissione e del Comitato, per i procedimenti di competenza
statale non si applicano le disposizioni sulla perentorieta’ dei termini di cui agli articoli 19, comma 12, 25, comma 7 e 27, comma 8, ultimo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152».
(Omissis)
(Scaricare l’allegato)

Documento allegato

A questa pagina é allegato un file.

Scarica l file allegato
Decreto Legislativo 16 giugno 2017, n. 104 (valutazione impatto ambientale, progetti pubblici, progetti privati)

Ingegneri.info