DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 202 - Attuazione della direttiva 2005/35/CE relativa all'inquinamento provocato dalle navi e conseguenti sanzioni. (GU n. 261 del 9-11-2007 | Ingegneri.info

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 202 – Attuazione della direttiva 2005/35/CE relativa all’inquinamento provocato dalle navi e conseguenti sanzioni. (GU n. 261 del 9-11-2007

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 202 - Attuazione della direttiva 2005/35/CE relativa all'inquinamento provocato dalle navi e conseguenti sanzioni. (GU n. 261 del 9-11-2007 - Suppl. Ordinario n.228)

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007 , n. 202

Attuazione della direttiva 2005/35/CE relativa all’inquinamento
provocato dalle navi e conseguenti sanzioni.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Vista la direttiva 2005/35/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 7 settembre 2005, relativa all’inquinamento provocato
dalle navi e all’introduzione di sanzioni per violazioni;
Vista la decisione quadro 2005/667/GAI del Consiglio, del 12 luglio
2005, intesa a rafforzare la cornice penale per la repressione
dell’inquinamento prodotto dalle navi;
Vista la legge 6 febbraio 2007, n. 13, ed in particolare
l’articolo 1 e l’allegato B;
Vista la legge 29 settembre 1980, n. 662, recante ratifica ed
esecuzione della Convenzione internazionale per la prevenzione
dell’inquinamento causato da navi e del protocollo sull’intervento in
alto mare in caso di inquinamento causato da sostanze diverse dagli
idrocarburi, con annessi, adottati a Londra il 2 novembre 1973;
Vista la legge 31 dicembre 1982, n. 979, recante disposizioni per
la difesa del mare;
Visto il decreto del Ministro della marina mercantile e del
Ministro per i beni culturali e ambientali in data 12 luglio 1989,
recante disposizioni per la tutela delle aree marine di interesse
storico, artistico o archeologico, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 175 del 28 luglio 1989;
Vista la legge 16 luglio 1998, n. 239, ed in particolare
l’articolo 7;
Vista la legge 7 marzo 2001, n. 51, recante disposizioni per la
prevenzione dell’inquinamento derivante dal trasporto marittimo di
idrocarburi e per il controllo del traffico marittimo;
Visto il decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231, e successive
modificazioni, recante disciplina della responsabilita’
amministrativa delle persone giuridiche, delle societa’ e delle
associazioni anche prive di personalita’ giuridica;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
13 ottobre 2003, n. 305, come modificato dal decreto del Ministro
delle infrastrutture e dei trasporti 2 febbraio 2006, n. 113;
Visto il decreto legislativo 24 giugno 2003, n. 182, recante
attuazione della direttiva 2000/59/CE relativa agli impianti portuali
di raccolta per i rifiuti prodotti dalle navi ed i residui di carico;
Vista la risoluzione del Comitato per la protezione dell’ambiente
marino (MEPC) 117(52) e 118 (52) del 15 ottobre 2004;
Visto il decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 196, recante
attuazione della direttiva 2002/59/CE relativa all’istituzione di un
sistema di monitoraggio e di informazione del traffico navale;
Vista la legge 8 febbraio 2006, n. 61, recante istituzione di zone
di protezione ecologica oltre il limite esterno del mare
territoriale;
Vista la legge 13 febbraio 2006, n. 87, recante adesione della
Repubblica italiana al Protocollo del 1996 alla Convenzione del 1972
sulla prevenzione dell’inquinamento dei mari causato dall’immersione
di rifiuti, fatto a Londra il 7 novembre 1996, con allegati;
Vista la deliberazione preliminare del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 30 agosto 2007;
Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 23 ottobre 2007;
Sulla proposta del Ministro per le politiche europee e del Ministro
dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto
con i Ministri degli affari esteri, della giustizia, dell’economia e
delle finanze e dei trasporti;
E m a n a
il seguente decreto legislativo:
Art. 1.
Finalita’
1. Al fine di aumentare la sicurezza marittima e di migliorare la
protezione dell’ambiente marino dall’inquinamento provocato dalle
navi, il presente decreto prevede il divieto di scarico delle
sostanze inquinanti di cui all’articolo 2, comma 1, lettera b), nelle
aree individuate all’articolo 3, comma 1, ed introduce adeguate
sanzioni in caso di violazione degli obblighi previsti.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, commi 2 e 3, del testo unico delle
disposizioni sulla promulgazione delle legge,
sull’emanazione del decreti del Presidente della Repubblica
e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con decreto del Presidente della Repubblica
28 dicembre 1985, n. 1092, al solo fine di facilitare la
lettura delle disposizioni di legge modificate o alle quali
e’ operato il rinvio. Restano invariati il valore e
l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Per regolamenti e direttive CE vengono forniti gli
estremi di pubblicazioni nella Gazzetta Ufficiale
dell’Unione europea (GUUE).
Note alle premesse:
– L’art. 76 della Costituzione delega l’esercizio della
funzione legislativa al Governo, per un periodo di tempo
limitato e per oggetti definiti, previa determinazione di
principi e criteri direttivi.
– L’art. 87 della Costituzione conferisce, tra l’altro,
al Presidente della Repubblica il potere di promulgare le
leggi e di emanare i decreti aventi valore di legge ed i
regolamenti.
– La Dir. 7 settembre 2005 n. 2005/35/CE �Direttiva del
Parlamento europeo e del Consiglio relativa
all’inquinamento provocato dalle navi e all’introduzione di
sanzioni per violazioni� (Testo rilevante ai fini del SEE),
e’ pubblicata nella G.U.U.E. 30 settembre 2005, n. L 255.
– La Decisione quadro 12 luglio 2005 n. 2005/667/GAI
�Decisione quadro del Consiglio intesa a rafforzare la
cornice penale per la repressione dell’inquinamento
provocato dalle navi�, pubblicata nella G.U.U.E.
30 settembre 2005, n. L 255.
– L’allegato B della legge legge 6 febbraio 2007 n. 13
�Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti
dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee –
legge comunitaria 2006�, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale 17 febbraio 2007, n. 40, S.O, cosi’ dispone:
�Allegato B
(Articolo 1, commi 1 e 3)
2005/32/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
6 luglio 2005, relativa all’istituzione di un quadro per
l’elaborazione di specifiche per la progettazione
eco-compatibile dei prodotti che consumano energia e
recante modifica della direttiva 92/42/CEE del Consiglio e
delle direttive 96/57/CE e 2000/55/CE del Parlamento
europeo e del Consiglio.
2005/33/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
6 luglio 2005, che modifica la direttiva 1999/32/CE in
relazione al tenore di zolfo dei combustibili per uso
marittimo.
2005/35/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
7 settembre 2005, relativa all’inquinamento provocato dalle
navi e all’introduzione di sanzioni per violazioni.
2005/47/CE del Consiglio, del 18 luglio 2005,
concernente l’accordo tra la Comunita’ delle ferrovie
europee (CER) e la Federazione europea dei lavoratori dei
trasporti (ETF) su taluni aspetti delle condizioni di
lavoro dei lavoratori mobili che effettuano servizi di
interoperabilita’ transfrontaliera nel settore ferroviario.
2005/56/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
26 ottobre 2005, relativa alle fusioni transfrontaliere
delle societa’ di capitali.
2005/61/CE della Commissione, del 30 settembre 2005,
che applica la direttiva 2002/98/CE del Parlamento europeo
e del Consiglio per quanto riguarda le prescrizioni in tema
di rintracciabilita’ e la notifica di effetti indesiderati
ed incidenti gravi.
2005/62/CE della Commissione, del 30 settembre 2005,
recante applicazione della direttiva 2002/98/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le
norme e le specifiche comunitarie relative ad un sistema di
qualita’ per i servizi trasfusionali.
2005/64/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
26 ottobre 2005, sull’omologazione dei veicoli a motore per
quanto riguarda la loro riutilizzabilita’, riciclabilita’ e
recuperabilita’ e che modifica la direttiva 70/156/CEE del
Consiglio.
2005/65/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del
26 ottobre 2005, relativa al miglioramento della sicurezza
dei porti.
2005/71/CE del Consiglio, del 12 ottobre 2005, relativa
a una procedura specificamente concepita per l’ammissione
di cittadini di paesi terzi a fini di ricerca scientifica.
2005/81/CE della Commissione, del…

[Continua nel file zip allegato]

DECRETO LEGISLATIVO 6 Novembre 2007, n. 202 – Attuazione della direttiva 2005/35/CE relativa all’inquinamento provocato dalle navi e conseguenti sanzioni. (GU n. 261 del 9-11-2007

Ingegneri.info