Lettera circolare 07/12/1995 | Ingegneri.info

Lettera circolare 07/12/1995

Lettera circolare 07/12/1995 - Ministero dell'interno - Servizio di prevenzione incendi - Esame dei progetti.

Lettera circolare 07/12/1995
Ministero dell’interno – Servizio di
prevenzione incendi – Esame dei progetti.

Pervengono a questo
Ministero segnalazioni da parte di Enti e privati in merito agli
eccessivi tempi di conclusione del procedimento relativo all’esame dei
progetti presentati ai Comandi Provinciali VV.F., soprattutto per
quelli che attengono ad attività complesse o comunque non normate.

Al
fine di andare incontro alle aspettative dell’utenza nonché di
consentire ai Comandi di pronunciarsi nei termini temporali di
risposta previsti dalla vigente normativa, questa Direzione è del
parere che un ruolo determinante possa essere svolto dalla piena ed
effettiva attuazione di quanto previsto dall’art.18 del D.P.R. 577/82,
per quanto attiene la fase preliminare di progettazione.

Tale
opportunità, consentendo per l’appunto una preventiva valutazione
tecnica da parte dei Comandi delle proposte dei professionisti ed
operatori privati, determina conseguenze positive sia per l’utenza che
per l’Amministrazione, le più importanti delle quali si possono così
riassumere:

evitare che i Comandi Provinciali, in presenza di
documentazione tecnica incompleta o non esaustiva, richiedano atti
suppletivi con conseguente allungamento dei tempi;

possibilità di
fornire ai professionisti e/o operatori interessati indicazioni e
suggerimenti tecnici utili per la redazione di un progetto completo e
conforme alle specifiche normative antincendi o ai criteri tecnici
generali di prevenzione incendi, evitando così, in sede di espressione
del parere, che i Comandi impartiscano tutta una serie di prescrizioni
le quali, il più delle volte, sono di portata tale da ingenerare la
rielaborazione del progetto.

Stante, pertanto, il rilevante aspetto
che assume la fase preliminare di progettazione ai fini dello
snellimento procedurale e della contrazione dei tempi di
pronunciamento dei pareri da parte dei Comandi si invitano le SS.LL.,
ove tale tipo di rapporto dovesse essere allo stato di natura
episodica, di dare allo stesso un’impronta più sistematica
promuovendone i presupposti presso gli Ordini e Collegi professionali
e le Associazioni di categoria nonché a migliorarne l’organizzazione
attuativa presso i Comandi.

Si coglie l’occasione per far presente
che, anche per le attività regolate da normative ormai consolidate, i
Comandi dovrebbero adottare procedure più celeri tali da dare una
risposta in tempi brevi, se non addirittura immediata, a richieste di
parere sui relativi progetti.

Quanto sopra rappresentato non può
ovviamente prescindere dal fornire all’utenza una corretta preventiva
informazione sia sugli adempimenti tecnico – amministrativi da
assolvere, sia sulla tipologia di documentazione tecnico illustrativa
da presentare onde semplificare l’espressione del parere
richiesto.

Questa Direzione, consapevole dell’importanza che riveste
l’accennata fase preliminare informativa ed allo scopo di dare
uniformità di metodo e di indirizzo per tutti i Comandi, anche su
conforme parere del Comitato centrale tecnico scientifico per la
prevenzione incendi, ha posto allo studio la predisposizione di un
apposito provvedimento concernente la tipologia di documentazione
necessaria da presentare a corredo delle istanze di esame progetto e
di verifiche sopralluogo.

Su tutto quanto sopra esposto, ed in
particolare sull’intendimento di regolamentare in maniera univoca la
tipologia degli atti documentali da acquisire per l’esame dei progetti
e per le visite sopralluogo, i Sigg. Ispettori Regionali e
Interregionali, sentiti i Comandanti Provinciali, sono pregati di far
pervenire a questa Direzione, entro 30 giorni dalla ricezione della
presente, proposte ed eventuali osservazioni.

Lettera circolare 07/12/1995

Ingegneri.info