Lettera circolare 29/11/1995 | Ingegneri.info

Lettera circolare 29/11/1995

Lettera circolare 29/11/1995 - Ministero dell'interno (Dir. Gen. Prot. Civ. e Servizi Antincendi) - D.M. 9-4-1994. Criteri per la concessione delle deroghe in via generale al punto 20.4.2.

Lettera circolare 29/11/1995
Ministero dell’interno (Dir. Gen. Prot.
Civ. e Servizi Antincendi) – D.M. 9-4-1994. Criteri per la concessione
delle deroghe in via generale al punto 20.4.2.

Pervengono a questo
Ministero istanze di deroga relative ad attività alberghiere esistenti
che non possono essere adeguate al punto 20.4.2 del decreto in oggetto
in quanto il numero di piani è superiore a sei.
Al riguardo, sulla
scorta del parere espresso dal Comitato centrale tecnico scientifico
per la prevenzione incendi nella riunione del 25-10-1995, si inviano
in allegato le misure di sicurezza alternative a quanto richiesto dal
disposto in argomento da applicarsi esclusivamente ai casi di
strutture alberghiere esistenti ubicate in edifici aventi altezza
antincendio non superiore a 24 metri.
Qualora siano rispettate
integralmente le misure di sicurezza equivalenti riportate in
allegato, i Comandi provinciali dei vigili del fuoco potranno
procedere direttamente all’approvazione dei progetti, dovendosi
intendere accolta in via generale la deroga al punto in
argomento.
MISURE DI SICUREZZA EQUIVALENTI PER LA DEROGA IN VIA
GENERALE AL PUNTO 20.4.2 DEL DECRETO MINISTERIALE 9-4-1994 (NUMERO DEI
PIANI SERVIZI DA UNA SOLA SCALA)
Caso A
Attività ricettiva limitata ai
primi 6 piani fuori terra, e gli ulteriori piani oltre il 6°, comunque
pertinenti, non sono adibiti ad alloggio per gli ospiti e/o per il
personale dipendente, né a spazi comuni per il pubblico.
Condizioni di
sicurezza equivalente:
a) scala protetta avente caratteristiche di
resistenza al fuoco almeno REI 60;
b) solaio comune tra il 6° e 7°
piano resistente al fuoco con caratteristiche almeno REI 60;
c)
impianto automatico di rivelazione ed allarme incendio a protezione di
tutti i locali dell’attività.
Caso B
Attività ricettiva estesa oltre
il 6° piano fuori terra.
Condizioni di sicurezza equivalente:
a) scala
protetta avente caratteristiche di resistenza al fuoco almeno REI 60,
se è garantito l’accostamento dell’autoscala dei vigili del fuoco,
oppure scala a prova di fumo di pari caratteristiche di resistenza al
fuoco;
b) superficie lorda di ciascun piano servito dalla
scala
(escluso il piano terra) non superiore a 250 mq, calcolata
detraendo la superficie di terrazzi e del vano scala;
c) percorso di
piano tra le porte delle camere e la scala limitato a 15 metri;
d)
porte delle camere con caratteristiche REI 30 e dotate di dispositivo
di autochiusura;
e) impianto automatico di rivelazione ed allarme
incendio a protezione di tutti i locali dell’attività;
f) solai di
piano con caratteristiche di resistenza al fuoco non inferiore a REI
60.

Lettera circolare 29/11/1995

Ingegneri.info