MINISTERO DEI TRASPORTI - DECRETO 27 marzo 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DEI TRASPORTI – DECRETO 27 marzo 2008

MINISTERO DEI TRASPORTI - DECRETO 27 marzo 2008 - Decorrenza delle modalita' per l'adozione volontaria di sistemi di certificazione di qualita' da parte delle imprese di autotrasporto, in attuazione dell'articolo 11, comma 3, del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286. (GU n. 80 del 4-4-2008)

MINISTERO DEI TRASPORTI

DECRETO 27 marzo 2008
Decorrenza delle modalita’ per l’adozione volontaria di sistemi di
certificazione di qualita’ da parte delle imprese di autotrasporto,
in attuazione dell’articolo 11, comma 3, del decreto legislativo
21 novembre 2005, n. 286.

IL DIRETTORE GENERALE
per il trasporto stradale
Vista la legge 1° marzo 2005, n 32, recante «Delega al Governo per
il riassetto normativo del settore dell’autotrasporto di persone e
cose», ed in particolare l’art. 2, comma 2, lettera b), punto 8);
Visto il decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, recante
«Disposizioni per il riassetto normativo in materia di
liberalizzazione regolata dell’esercizio dell’attivita’ di
autotrasportatore», ed in particolare l’art. 11;
Visto il decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 284, recante
«Riordino della Consulta generale per l’autotrasporto e del Comitato
centrale per l’Albo nazionale degli autotrasportatori», ed in
particolare gli articoli 4, comma 1, lettera i), e 9, comma 2,
lettera f);
Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, recante «Nuovo
codice della strada» e successive modificazioni;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992,
n. 495, recante «Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo
codice della strada» e successive modificazioni;
Vista la legge 12 agosto 1962, n. 1839, di ratifica ed esecuzione
dell’Accordo europeo relativo al trasporto internazionale di merci
pericolose su strada (ADR) e successive modificazioni;
Visto il decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22, e successive
modificazioni, di attuazione della direttiva 91/156/CEE sui rifiuti,
della direttiva 91/689/CEE sui rifiuti pericolosi e della direttiva
94/62/CE sugli imballaggi e sui rifiuti di imballaggio;
Vista la legge 2 maggio 1997, n. 264, di ratifica ed esecuzione
dell’Accordo relativo ai trasporti internazionali delle derrate
deteriorabili ed ai mezzi speciali da usare per tali trasporti (ATP)
e successive modificazioni;
Visto il decreto dirigenziale 17 febbraio 2006 del Ministero delle
infrastrutture e dei trasporti con cui sono state definite le
modalita’ e tempi per l’adozione volontaria di sistemi di
certificazione di qualita’ da parte delle imprese di autotrasporto;
Vista la delibera del Comitato centrale per l’Albo nazionale degli
autotrasportatori 27 giugno 2006, n. 14, con cui sono stati definiti
gli indirizzi in materia di certificazione di qualita’ delle imprese
che effettuano trasporti di merci pericolose, di derrate deperibili,
di rifiuti industriali e di prodotti farmaceutici con il relativo
Codice di pratica dei sistemi di gestione della sicurezza e
dell’autotrasporto;
Vista la delibera del Comitato centrale per l’Albo nazionale degli
autotrasportatori 27 giugno 2006, n. 15, con cui e’ stato istituito
un elenco degli ispettori della qualita’ e sicurezza delle imprese di
autotrasporto;
Vista la delibera del Comitato centrale per l’Albo nazionale degli
autotrasportatori 26 ottobre 2006, n. 23, con cui e’ stato definito
un programma di corso per ispettori valutatori di qualita’ ai fini
della sicurezza e le relative modalita’ di espletamento dell’esame e
i criteri di valutazione dei candidati;
Vista la delibera del Comitato centrale per l’Albo nazionale degli
autotrasportatori 28 marzo 2007, n. 5, e successive, con cui sono
stati ammessi nell’elenco degli ispettori i candidati risultati
idonei agli esami;
Vista la delibera del Comitato centrale per l’Albo nazionale degli
autotrasportatori 7 giugno 2007, n. 17, con cui e’ stato approvato un
regolamento per l’accreditamento degli organismi di certificazione
della norma tecnica denominata codice di pratica;
Vista la delibera del Comitato centrale per l’Albo nazionale degli
autotrasportatori 26 luglio 2007, n. 18, e successive delibere, con
cui sono stati istituiti un elenco degli istituti accreditati come
organismi di certificazione della norma tecnica denominata codice di
pratica e sono stati iscritti gli istituti accreditati presso il
Comitato centrale per l’Albo nazionale degli autotrasportatori;
Vista la delibera del Comitato centrale per l’Albo nazionale degli
autotrasportatori 18 dicembre 2007, n. 39, con cui e’ stata definita
una check list per gli audit di certificazione e il modello di
certificato del codice di pratica;
Visto il parere favorevole espresso dal Comitato centrale per
l’Albo nazionale degli autotrasportatori nella riunione del
27 febbraio 2008;
Considerato che sono state pienamente definite le modalita’ e le
procedure atte all’adozione volontaria di sistemi di certificazione
di qualita’ da parte delle imprese di autotrasporto, in attuazione
dell’art. 11, comma 3, del decreto legislativo 21 novembre 2005, n.
286;
Decreta:

Art. 1.
Decorrenza adozione sistemi di certificazione
1. Le imprese di autotrasporto che, alla data di entrata in vigore
del presente decreto, intendono adottare un sistema di certificazione
di qualita’ ai fini della sicurezza, in attuazione dell’art. 11,
comma 3 del decreto legislativo 21 novembre 2005, n. 286, si
attengono alle procedure previste con il decreto dirigenziale
17 febbraio 2006, del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
e definite con le delibere del Comitato centrale per l’Albo nazionale
degli autotrasportatori di cui alle premesse.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana ed entra in vigore il giorno successivo a quello
della sua pubblicazione.
Il direttore generale: Ricozzi

MINISTERO DEI TRASPORTI – DECRETO 27 marzo 2008

Ingegneri.info