MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 10 ottobre 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 10 ottobre 2008

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI - DECRETO 10 ottobre 2008 - Disposizioni atte a regolamentare l'emissione di aldeide formica da pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati in ambienti di vita e soggiorno. (GU n. 288 del 10-12-2008 )

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

DECRETO 10 ottobre 2008

Disposizioni atte a regolamentare l’emissione di aldeide formica da
pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati in ambienti
di vita e soggiorno.

IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE
E DELLE POLITICHE SOCIALI

Visto il decreto del Presidente della Repubblica del 10 settembre
1982, n. 904 e successive modificazioni recante «Attuazione delle
direttiva 76/769/CEE relativa alla immissione sul mercato ed all’uso
di talune sostanze e preparati pericolosi»;
Vista la circolare n. 57 del 22 giugno 1983 del Ministero della
salute, recante «Usi della formaldeide: rischi connessi alle
possibili modalita’ di impiego» in cui e’ previsto un limite di 0,1
ppm (0.124 mg/m3) negli ambienti di vita e soggiorno nei quali
vengono utilizzati compensati, pannelli truciolati, di conglomerati
in sughero;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1997, n. 52 e successive
modificazioni recante «Attuazione della direttiva 92/32/CEE
concernente classificazione, imballaggio ed etichettatura delle
sostanze pericolose»;
Vista la direttiva 89/106/CEE del Consiglio del 21 dicembre 1988
relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative,
regolamentari e amministrative degli Stati membri concernenti i
prodotti da costruzione;
Visto il decreto legislativo 14 marzo 2003, n. 65 e successive
modificazioni recante «Attuazione delle direttive 1999/45/CE e
2001/60/CE relative alla classificazione, all’imballaggio e
all’etichettatura dei preparati pericolosi»;
Visto il decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, recante
«Codice del consumo a norma dell’art. 7 della legge 29 luglio 2003,
n. 229″;
Visto il decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, recante
«Attuazione dell’art. 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia
di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro»;
Visto il regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del
Consiglio, del 18 dicembre 2006 concernente la registrazione, la
valutazione, l’autorizzazione e la restrizione delle sostanze
chimiche, che modifica la direttiva 1999/45/CE e che abroga il
regolamento (CEE) n. 793/93 del Consiglio e il regolamento (CE) n.
1488/94 della Commissione, nonche’ la direttiva 76/769/CEE del
Consiglio e le direttive della Commissione 91/155/CEE, 93/67/CEE,
93/105/CE e 2000/21/CE;
Considerato che l’International Agency Research on Cancer (IARC) ha
classificato la formaldeide nel gruppo I quale agente cancerogeno
accertato per l’uomo (Monografia Formaldehyde, 2-Butoxyethanol and
1-tert Butoxy-2-propanol Vol. 88 December 2006);
Considerato che l’Organizzazione mondiale della sanita’ (World
Health Organization-WHO) nel documento Air Qualita’ Guidelines for
Europe. 2nd ed. Copenhagen, Denmark: Regional Office for Europe, 2001
(WHO Regional Publications European Series n. 91) ha raccomandato un
limite di concentrazione di formaldeide pari a 0.1 ppm negli ambienti
di vita;
Considerato che l’Ufficio Federale per la sanita’ tedesco BGA ha
vietato con decreto (Gazzetta ufficiale federale parte I del 26
agosto 1986) l’immissione sul mercato di materiale in legno (pannelli
di masonite, pannelli di masonite a strati, paniforti, pannelli di
legno compensato e pannelli di fibra) la cui concentrazione di
equilibrio originata nell’aria superi il valore di 0.1 ppm;
Acquisito il parere del Consiglio superiore di sanita’ espresso
nella seduta del 5 giugno 2008 relativo alla adozione di un decreto
per l’imposizione, di un limite di concentrazione della formaldeide
emessa dai manufatti in legno utilizzati in in ambiente indoor, al
fine di tutelare la salute pubblica;
Ritenuto pertanto necessario emanare specifiche disposizioni per
l’immissione sul mercato di pannelli a base di legno e manufatti con
essi realizzati in cui e’ previsto un limite di concentrazione di 0,1
ppm;
Decreta:

Art. 1.

Campo di applicazione

1. Il presente decreto stabilisce disposizioni riguardanti la
fabbricazione, l’importazione e l’immissione in commercio di pannelli
a base di legno e manufatti con essi realizzati sia semilavorati che
prodotti finiti contenenti aldeide formica, di seguito indicata come
formaldeide, al fine di garantire la protezione della salute umana
nel loro impiego negli ambienti di vita e soggiorno (ambienti
indoor).
2. Il presente decreto si basa sul principio che ai fabbricanti e
agli importatori spetta l’obbligo di immettere sul mercato e/o
utilizzare sostanze che non arrechino danno alla salute umana.

Art. 2.

Divieto di commercializzazione

1. I pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati sia
semilavorati che prodotti finiti contenenti formaldeide, non possono
essere immessi in commercio se la concentrazione di equilibrio di
formaldeide, che essi provocano nell’aria dell’ambiente di prova,
come definito dalle disposizioni di cui all’art. 3, comma 1, supera
il valore di 0,1 ppm (0,124 mg/m3).

Art. 3.

Procedimenti di prova

1. La concentrazione di equilibrio della formaldeide di cui
all’art. 2 va misurata con i seguenti procedimenti di prova:
a) norma UNI EN 717-1: 2004 recante «Pannelli a base di legno.
Determinazione del rilascio di formaldeide con il metodo di camera»;
b) norma UNI EN 717-2: 1996 recante «Pannelli a base di legno.
Determinazione del rilascio di formaldeide con il metodo dell’analisi
dei gas».
2. Per i controlli di produzione sono ammessi i metodi di prova UNI
EN 717-2: 2004 ed UNI EN 120: 1995 recante «Pannelli a base di legno.
Determinazione dei contenuto di formaldeide. Metodo di estrazione
detto metodo perforatore», con i limiti stabiliti per la classe EI
della norma UNI EN 13986: 2005 recante «Pannelli a base di legno per
l’utilizza nelle costruzioni-caratteristiche, vellutazione di
conformita’ e marcatura».

Art. 4.

Controlli

1. Fermo restando l’obbligo della classificazione El., per i
prodotti di cui all’art. 1 comma 1, interessati all’applicazione
della marcatura CE, la valutazione di conformita’ deve essere
effettuata come stabilito nella norma armonizzata di riferimento.
Negli altri casi, si applica quanto previsto nei commi 2, 3 e 4.
2. Per quanto riguarda il contenuto di formaldeide in pannelli a
base di legno e manufatti connessi realizzati sia semilavorati che
prodotti finiti di classe El. non interessati all’applicazione della
marcatura CE, sono soggetti alla valutazione di conformita’ seconda
la norma UNI EN 13986: 2005 recante «Pannelli a base di legno per
l’utilizzo nelle costruzioni caratteristiche, variazioni di
conformita’ e marcatura» ed alla dichiarazione di conformita’, in
base al sistema 4, appendice ZA.2.2. della norma UNI EN 13986: 2005.
3. I produttori dei pannelli a base di legno e manufatti con essi
realizzati sia semilavorati che prodotti finiti, di cui all’art. 1,
comma 1, effettuano il controllo di produzione in fabbrica ed
eseguono ogni anno una prova al fine di verificare la
riproducibilita’ e affidabilita’ della loro tecnologia. A tal fine
prelevano un campione idoneo, per tipologia di pannello prodotto,
eseguono tre prove presso un proprio laboratorio interno o un
laboratorio esterno e tre prove presso laboratori certificati dal
Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali in
conformita’ ai principi della buona pratica di laboratorio (BPL) o
accreditati secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025: 2005 recante
«Requisiti generali per la competenza dei laboratori di prove e
taratura», la deviazione della media delle prove dei due laboratori
non deve superare il 20%.
4. Un pannello, con dichiarazione di conformita’, se soggetto a
trattamento che comporti l’aggiunta potenziale di formaldeide perde
la conformita’ ai requisiti di classe El ed e’ quindi soggetto alla
valutazione di conformita’ al punto 6 della norma UNI EN 13986: 2005
ed alla dichiarazione di conformita’, in base al sistema 4, appendice
ZA.2.2 della norma UNI EN 13986: 2005 di cui al comma 1.

Art. 5.

Dichiarazione di conformita’

1. I pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati sia
semilavorati che prodotti finiti di cui all’art. 1, comma 1, immessi
sul mercato devono essere accompagnati da una dichiarazione di
conformita’ ai valori limite di cui all’art. 2, predisposta da ogni
componente della filiera commerciale ad ogni cambiamento del
manufatto che comporti potenziale aggiunta di formaldeide.
2. La dichiarazione di conformita’ di cui al comma 1, deve essere
redatta secondo il modello in allegato 1 al presente decreto.

Art. 6.

Vigilanza

1. Il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali
si avvale dell’Istituto superiore di sanita’ per l’attivita’ di
vigilanza concernente i pannelli a base di legno e manufatti con essi
realizzati sia semilavorati che prodotti finiti. Tale attivita’
consiste nella valutazione della documentazione ai fini del rilascio
della dichiarazione di’ conformita’ da parte del responsabile
dell’immissione in commercio e nell’eventuale analisi di revisione in
seconda istanza.

Art. 7.

Sanzioni

1. Chiunque immette sul mercato pannelli a base di legno e
manufatti con essi realizzati sia semilavorati che prodotti finiti
contenenti formaldeide in difformita’ alle previsioni del presente
decreto e’ soggetto alle sanzioni di cui al decreto legislativo del 3
febbraio 1997, n. 52, e di cui al decreto legislativo del 14 marzo
2003, n. 65.

Art. 8.

Entrata in vigore

1. Il presente decreto entra in vigore il medesimo giorno
successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 10 ottobre 2008
Il Ministro : Sacconi

Registrato alla Corte dei conti il 10 novembre 2008
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, Registro n. 6, foglio n. 39

Allegato

—-> Vedere Allegato a pag. 34 <----

MINISTERO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI – DECRETO 10 ottobre 2008

Ingegneri.info