MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 30 settembre 2005 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 30 settembre 2005

MINISTERO DELLA SALUTE - DECRETO 30 settembre 2005 - Mancata iscrizione della sostanza attiva triazamate nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della decisione della Commissione 2005/487/CE del 4 luglio 2005. (GU n. 242 del 17-10-2005)

MINISTERO DELLA SALUTE

DECRETO 30 settembre 2005

Mancata iscrizione della sostanza attiva triazamate nell’allegato I
del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della
decisione della Commissione 2005/487/CE del 4 luglio 2005.

IL DIRETTORE GENERALE
della sanita’ veterinaria e degli alimenti

Visto il decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, relativo
all’attuazione della direttiva n. 91/414/CEE del 15 luglio 1991, in
materia di immissione in commercio di prodotti fitosanitari ed in
particolare l’art. 8, paragrafo 2;
Visti i regolamenti della Commissione n. 451/2000/CE e n.
703/2001/CE che stabiliscono le modalita’ dettagliate per
l’attuazione della seconda fase del programma di lavoro di cui
all’art. 8, paragrafo 2, della direttiva n. 91/414/CEE;
Vista la decisione della Commissione 2005/487/CE del 4 luglio 2005
relativa alla non iscrizione della sostanza attiva triazamate
nell’allegato I della direttiva n. 91/414/CEE in quanto il
notificante non intende piu’ chiedere l’inclusione di detta sostanza
attiva;
Considerato che in attuazione della citata decisione della
Commissione, gli Stati membri non possono piu’ concedere o rinnovare
le autorizzazioni per prodotti fitosanitari contenenti la sostanza
attiva triazamate;
Considerato che in Italia sono autorizzati prodotti fitosanitari
contenenti la sostanza attiva triazamate;
Ritenuto di dover attuare la suddetta decisione comunitaria
revocando i prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva
triazamate;
Considerato che, per lo smaltimento, l’immagazzinamento, la
commercializzazione e l’utilizzazione delle giacenze esistenti di
prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva triazamate, deve
essere concesso un periodo non superiore a 18 mesi a decorrere dalla
data di adozione della citata decisione comunitaria;
Visto l’art. 23 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194,
relativo alle sanzioni previste per chi immette in commercio e per
chi pone in vendita prodotti fitosanitari non autorizzati e le
successive norme in materia di riforma del sistema sanzionatorio;
Decreta:
Art. 1.
1. La sostanza attiva triazamate non e’ iscritta nell’allegato I
del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, che ha recepito la
direttiva n. 91/414/CEE del 15 luglio 1991.

Art. 2.
1. Non possono essere concesse nuove autorizzazioni o rinnovate le
autorizzazioni esistenti per prodotti fitosanitari contenenti la
sostanza attiva triazamate, in conformita’ alle disposizioni
dell’art. 2, comma 2, della decisione 2005/487/CE della Commissione.
2. Le autorizzazioni dei prodotti fitosanitari contenenti
triazamate, elencati nell’allegato al presente decreto, sono revocate
a decorrere dal 5 gennaio 2006.

Art. 3.
1. La commercializzazione e l’utilizzo delle giacenze esistenti dei
prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva triazamate,
revocati ai sensi dell’art. 2, comma 2, del presente decreto e’
consentita fino al 4 gennaio 2007.
2. I titolari delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari
contenenti la sostanza attiva triazamate sono tenuti ad adottare ogni
iniziativa volta ad informare i rivenditori e gli utilizzatori dei
prodotti fitosanitari medesimi dell’avvenuta revoca e del rispetto
dei tempi fissati per lo smaltimento delle relative scorte.
Il presente decreto dirigenziale sara’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 30 settembre 2005
Il direttore generale: Marabelli

Allegato
PRODOTTI FITOSANITARI REVOCATI A BASE
DELLA SOSTANZA ATTIVA TRIAZAMATE

=====================================================================
Numero di | | Data di |
registrazione |Nome prodotto| registrazione | Impresa
=====================================================================
11401 |Aztec |17/07/2002 |Basf Italia S.p.a.

MINISTERO DELLA SALUTE – DECRETO 30 settembre 2005

Ingegneri.info