MINISTERO DELLA SALUTE - ORDINANZA 9 Ottobre 2007 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLA SALUTE – ORDINANZA 9 Ottobre 2007

MINISTERO DELLA SALUTE - ORDINANZA 9 Ottobre 2007 - Influenza aviaria - Attuazione Piano di vaccinazione d'emergenza. (GU n. 278 del 29-11-2007 - Suppl. Ordinario n.248)

MINISTERO DELLA SALUTE

ORDINANZA 9 Ottobre 2007

Influenza aviaria – Attuazione Piano di vaccinazione d’emergenza.

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Visto il testo unico delle leggi sanitarie approvato con regio
decreto 27 luglio 1934, n. 1265, e successive modifiche;
Visto il regolamento di Polizia veterinaria approvato con decreto
del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320;
Visto l’art. 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833;
Visto art. 117 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, e
successive modificazioni;
Vista la direttiva 2005/94/CE del Consiglio del 20 dicembre 2005
relativa a misure comunitarie di lotta contro l’influenza aviaria e
che abroga la direttiva 92/40/CEE, attualmente in corso di
recepimento;
Vista la decisione 2006/437/CE della Commissione del 4 agosto 2006
che approva un manuale diagnostico per l’influenza aviaria secondo
quanto previsto dalla direttiva 2005/94/CE del Consiglio;
Considerato che le aree densamente popolate di avicoli (DPPA) in
nord Italia (regione Lombardia e regione Veneto) sono state
interessate da numerose ondate epidemiche di influenza aviaria (AI)
dei sottotipi virali H5 e H7;
Considerata la situazione epidemiologica venutasi a verificare sul
territorio della regione Lombardia nel mese di agosto nel cui
territorio e’ stata confermata la presenza di un virus influenzale
tipo A, sottotipo H7N3 a bassa patogenicita’, nella stessa zona ad
alta densita’ di allevamenti avicoli interessata inizialmente
dall’epidemia di influenza aviaria a bassa patogenicita’ verificatasi
in Italia nel periodo ottobre 2002-settembre 2003;
Considerato che e’ noto da tempo che i virus dell’influenza aviaria
a bassa patogenicita’ (LPAI) dei sottotipi H5 e H7 possono mutare, se
introdotti nelle popolazioni avicole domestiche, in virus ad alta
patogenicita’ (HPAI) e da cio’ deriva che la continua circolazione di
ceppi virali LPAI dei citati sottotipi rappresenta un rischio reale
di insorgenza di nuove epidemie;
Rilevato che la vaccinazione d’emergenza associata a adeguate
misure di restrizione per il controllo dei focolai di LPAI e’ stata
efficace nella riduzione della diffusione del virus dell’influenza
aviaria in aree a alta densita’ di popolazione avicola, e risulta un
valido supporto all’eradicazione dell’infezione;
Considerato che la nuova strategia europea prevede necessariamente
lo sviluppo di una politica di prevenzione che si basi anche su una
vaccinazione di emergenza e un miglior utilizzo delle risorse
economiche;
Ritenuto che sulla base dell’esperienza acquisita nel campo della
vaccinazione nei confronti dell’influenza aviaria, la vaccinazione
rappresenta, per le zone altamente popolate di avicoli, uno tra gli
strumenti efficaci di prevenzione ed integrazione delle misure di
lotta contro l’infezione, in considerazione anche dell’impatto
negativo che gli abbattimenti in massa e la distruzione di milioni di
animali hanno sull’opinione pubblica;
Ravvisata la necessita’ di mettere in atto tutte le misure idonee
ad evitare ogni ulteriore rischio di propagazione della malattia;
Acquisito il parere dell’Unita’ di Crisi Centrale per l’influenza
aviaria tenutasi il 29 agosto 2007;
Visto il documento SANCO/10267/2007 concernente la decisione della
Commissione europea che approva il Piano di vaccinazione d’emergenza
presentato dall’Italia in sede di Comitato Permanente per Catena
Alimentare e la Sanita’ Animale presso la Commissione europea del
12 settembre 2007;

Ordina:

Articolo unico

1. E’ reso obbligatorio il “Piano di vaccinazione d’emergenza”, di
seguito denominato “Piano”, di cui all’allegato A, facente parte
integrante della presente ordinanza.
2. Il “Piano” di cui al precedente comma 1, si attua nei comuni
delle regioni Lombardia e Veneto di cui all’allegato A e ha la durata
di sei mesi.
3. Nella zona di cui al precedente comma 2, si applicano le misure
restrittive previste dall’allegato A.
4. La presente ordinanza viene diramata in via d’urgenza alle
Autorita’ sanitarie di controllo e sara’ trasmessa alla Corte dei
conti per la registrazione e successivamente pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 9 ottobre 2007

Il Ministro: Turco

Registrato alla Corte dei conti il 13 novembre 2007
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 6, foglio 393

Allegati

—-> Vedere immagini da pag. 6 a pag. 36 in formato zip/pdf

MINISTERO DELLA SALUTE – ORDINANZA 9 Ottobre 2007

Ingegneri.info