MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 7 febbraio 2003 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 7 febbraio 2003

MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE - DECRETO 7 febbraio 2003 Proroga del termine di presentazione da parte delle banche concessionarie degli accertamenti istruttori relativi alle domande del bando della legge n. 488/1992 per il settore industria dell'anno 2002. (GU n. 42 del 20-2-2003)

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

DECRETO 7 febbraio 2003

Proroga del termine di presentazione da parte delle banche
concessionarie degli accertamenti istruttori relativi alle domande
del bando della legge n. 488/1992 per il settore industria dell’anno
2002.

IL MINISTRO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 145, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, in materia di
disciplina organica dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno;
Visto l’art. 5, comma 1 del decreto legislativo 3 aprile 1993, n.
96, che attribuisce al Ministero dell’industria, del commercio e
dell’artigianato la competenza in materia di adempimenti tecnici,
amministrativi e di controllo per la concessione delle agevolazioni
alle attivita’ produttive;
Visto il decreto ministeriale 3 luglio 2000 concernente il testo
unico delle direttive per la concessione e l’erogazione delle
agevolazioni alle attivita’ produttive;
Visto il decreto ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527, e successive
modifiche e integrazioni, concernente le modalita’ e le procedure per
la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle
attivita’ produttive nelle aree depresse del Paese di cui alla citata
legge n. 488/1992;
Visto il proprio decreto dell’8 ottobre 2002 con il quale il
termine finale di presentazione delle domande per l’accesso alle
agevolazioni di cui alla legge n. 488/1992 per il bando del 2002 del
“settore industria” e’ stato fissato al 21 novembre 2002;
Visto l’art. 6, comma 2 del predetto decreto ministeriale n.
527/1995 e successive modifiche e integrazioni che prevede che le
banche concessionarie inviino le risultanze istruttorie tra il
sessantesimo ed il novantesimo giorno successivo al predetto termine
finale di presentazione delle domande, e, pertanto, entro il
19 febbraio 2003;
Vista la nota dell’Associazione bancaria italiana del 21 gennaio
2003 con la quale viene richiesta, con le opportune motivazioni, la
proroga dei suddetti termini finali di trenta giorni;
Ritenute condivisibili le considerazioni addotte;
Considerato che l’art. 6, comma 3-bis del citato decreto
ministeriale n. 527/1995 e successive modifiche e integrazioni
prevede che il Ministro delle attivita’ produttive, tenuto conto del
numero di domande presentate ed la fine di garantire la migliore
funzionalita’ degli interventi agevolati, possa prorogare, per non
piu’ di trenta giorni, il termine finale di invio delle risultanze
istruttorie;
Ritenuto pertanto di poter accogliere la richiesta di proroga
avanzata dall’Associazione bancaria italiana anche al fine di
assicurare lo svolgimento dell’attivita’ istruttoria in modo
puntuale, completo e nel pieno rispetto della normativa;

Decreta:

Articolo unico

Il termine finale di invio al Ministero delle attivita’ produttive
da parte delle banche concessionarie degli accertamenti istruttori
relativi alle domande del bando del “settore industria” per l’anno
2002 e’ prorogato dal 19 febbraio al 21 marzo 2003.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 7 febbraio 2003
Il Ministro: Marzano

MINISTERO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – DECRETO 7 febbraio 2003

Ingegneri.info