MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI | Ingegneri.info

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI - DECRETO 24 giugno 2003: Determinazione dei lotti di autorizzazioni preventive. (GU n. 148 del 28-6-2003)

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

DECRETO 24 giugno 2003

Determinazione dei lotti di autorizzazioni preventive.

IL DIRETTORE GENERALE
per le concessioni e autorizzazioni

Vista la legge 27 dicembre 2002, n. 289, concernente disposizioni
per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato ed,
in particolare, l’art. 89;
Visto il decreto del Ministro delle comunicazioni di concerto con
il Ministro dell’economia e delle finanze in data 14 marzo 2003,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 83 del 9 aprile 2003;
Visto il decreto direttoriale 29 aprile 2003, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 102 del 5 maggio 2003, con il quale sono stati
determinati i lotti di autorizzazioni preventive;
Considerato che l’art. 1, comma 1, del citato decreto 14 marzo 2003
assegna 27 milioni di euro per i contributi di cui all’art. 89, comma
2, della legge n. 289 del 2002, relativi agli apparati di utente per
la trasmissione e/o ricezione a larga banda dei dati via Internet;
Considerato che l’art. 2, comma 4, del citato decreto 14 marzo 2003
prevede che le tipologie di lotto possono essere modificate in
qualsiasi momento dal Ministero in relazione all’andamento
dell’erogazione dei contributi;
Vista la richiesta dei dati di vendita del mese di febbraio e delle
singole settimane di marzo 2003 rivolta agli operatori di
telecomunicazioni che hanno fatto richiesta di assegnazione dei lotti
di autorizzazioni preventive ai sensi dell’art. 3 del decreto
14 marzo 2003 e dell’art. 2, comma 4, del decreto direttoriale
29 aprile 2003;
Viste le comunicazioni dei dati di vendita da parte dei suddetti
operatori di telecomunicazioni;
Considerato che in base ai suddetti dati di vendita e’ opportuno
modificare le tipologie dei lotti di autorizzazioni preventive di cui
all’art. 1 del decreto 29 aprile 2003 ed individuare cinque tipologie
di lotti di autorizzazioni preventive, ciascuna contenente
l’ammontare del relativo stanziamento, al fine di tenere conto dei
differenti volumi di vendita dei diversi operatori di
telecomunicazioni;
Tenuto conto che l’art. 89 della legge n. 289 del 2002 prevede il
riconoscimento del contributo per i contratti di abbonamento al
servizio di accesso a larga banda ad Internet stipulati dopo il
1° dicembre 2002 e che, pertanto, secondo il criterio cronologico di
riconoscimento dei contributi agli utenti, e’ opportuno prevedere che
in fase di seconda erogazione i lotti da assegnare siano riferiti ai
contratti stipulati tra il 1° febbraio 2003 e il 9 marzo 2003;
Considerato, altresi’, opportuno prevedere, in relazione alla
disponibilita’ dei fondi ancora da assegnare, che ciascun operatore
di telecomunicazione non possa beneficiare in tale fase del
riconoscimento di contributi in misura superiore al 10 per cento
rispetto ai dati di vendita comunicati per il periodo 1° febbraio
2003 – 9 marzo 2003;
Tenuto conto della necessita’, alla luce delle vigenti disposizioni
contabili riguardanti la gestione dei contributi, di stabilire, per
il rimborso agli operatori di telecomunicazioni dei contributi
riconosciuti in tale fase, una liquidazione nella misura del 70 per
cento, rinviando ad una fase successiva il rimanente trenta per
cento;
Decreta:
Art. 1.
Determinazione dei lotti
1. Le tipologie dei lotti di cui all’art. 2, comma 3, del decreto
interministeriale 14 marzo 2003 in fase di seconda assegnazione sono
cosi’ stabilite:
1) lotto I – relativo a n. 40.000 contributi per uno stanziamento
pari a Euro 3.000.000;
2) lotto L – relativo a n. 10.000 contributi per uno stanziamento
pari a Euro 750.000;
3) lotto M – relativo a n. 2.000 contributi per uno stanziamento
pari a Euro 150.000;
4) lotto N – relativo a n. 200 contributi per uno stanziamento
pari a Euro 15.000;
5) lotto O – relativo a n. 100 contributi per uno stanziamento
pari a Euro 7.500.
2. I lotti di cui al comma 1 sono riferiti ai contratti di
abbonamento al servizio di accesso a larga banda ad Internet
stipulati dal 1° febbraio 2003 al 9 marzo 2003 compresi.
3. In relazione alla disponibilita’ dei fondi da assegnare, a
ciascun operatore di telecomunicazioni che abbia fatto richiesta di
assegnazione di lotti di autorizzazioni preventive ai sensi dell’art.
3 del decreto interministeriale 14 marzo 2003 e dell’art. 2, comma 4,
del decreto direttoriale 29 aprile 2003, in tale fase non possono
essere riconosciuti contributi in eccesso del 10 per cento rispetto
ai dati di vendita relativi al periodo di cui al comma 2, comunicati
dal medesimo operatore, indipendentemente dalla tipologia e dal
numero dei lotti assegnati ai sensi del presente articolo.
4. L’assegnazione del lotto di autorizzazioni preventive a ciascun
operatore e la compilazione del foglio elettronico a cura
dell’operatore assegnatario avviene con le medesime modalita’ di cui
all’art. 2, comma 2, del decreto 29 aprile 2003.

Art. 2.
Liquidazione dei contributi riconosciuti
1. Il rimborso agli operatori di telecomunicazioni dei contributi
riconosciuti per il periodo 1° febbraio 2003 – 9 marzo 2003 e’
liquidato nella misura del 70 per cento.
Il rimanente 30 per cento sara’ liquidato a seguito della
compensazione finanziaria di cui all’art. 3, comma 11, del decreto
14 marzo 2003.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 24 giugno 2003
Il direttore generale: Aria

MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI

Ingegneri.info