MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 19 novembre 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 19 novembre 2008

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 19 novembre 2008 - Determinazione dell'intensita' degli aiuti e rimodulazione delle percentuali assegnate agli interventi di cui all'articolo 2, comma 2 del decreto del Presidente della Repubblica 27 settembre 2007, n. 227, a sostegno delle imprese di autotrasporti merci per conto terzi. (GU n. 288 del 10-12-2008 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 19 novembre 2008

Determinazione dell’intensita’ degli aiuti e rimodulazione delle
percentuali assegnate agli interventi di cui all’articolo 2, comma 2
del decreto del Presidente della Repubblica 27 settembre 2007, n.
227, a sostegno delle imprese di autotrasporti merci per conto terzi.

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRAPORTI

Visto il decreto del Presidente detta Repubblica 27 settembre 2007,
n. 227, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 287 dell’11 dicembre
2007, regolamento recante le modalita’ di ripartizione e di
erogazione del Fondo per le misure di accompagnamento della riforma
dell’autotrasporto di merci e per lo sviluppo detta logistica di cui
all’art. 6, comma 8, del decreto-legge 28 dicembre 2006, n. 300,
convertito dalla legge 26 febbraio 2007, n. 17;
Visto l’art. 2, comma 2, del predetto regolamento che specifica le
tipologie di intervento ammesse a ricevere i contributi stanziati dal
presente regime d’aiuti;
Considerato che all’art. 2, comma 3, viene specificato che alle
iniziative di cui al precedente comma 2 del medesimo articolo sono
destinati contributi entro i limiti massimi di intensita’ fissati
dalla normativa europea e vengono specificate le misure percentuali
di erogazione, rispetto all’importo globale disponibile, per ognuna
delle iniziative specificate al comma precedente;
Considerato, altresi’, che l’art. 2, comma 4, stabilisce che con
decreto ministeriale, in funzione delle disponibilita’ finanziarie e
delle istanze presentate dai soggetti interessati, possono essere
rimodulate te percentuali di cui al precedente comma 3;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti del 14 dicembre 2007,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 15 del 18 gennaio 2008,
recante le modalita’ di ripartizione e l’erogazione di contributi a
sostegno delle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi;
Visto il decreto del capo del Dipartimento per i trasporti
terrestri del 5 febbraio 2008, di nomina dei membri della commissione
di cui all’art. 2, comma 1, del decreto ministeriale del 14 dicembre
2007;
Vista la disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato;
Visto il regolamento (CE) della Commissione n. 800 del 6 agosto
2008, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il
mercato comune, in applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato
istitutivo dell’Unione europea, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Comunita’ europea n. L214, del 9 agosto 2008, entrato in vigore
il 29 agosto 2008;
Vista la nota n. 433517 del 30 settembre 2008, con la quale la
Commissione europea – Direzione generale per l’energia e i trasporti,
invita le Autorita’ italiane a ritirare la notifica del regime di
aiuti di cui al richiamato decreto del Presidente della Repubblica 27
settembre 2007, n. 227, ed a darvi attuazione nel quadro delle norme
del predetto regolamento della Commissione (CE), n. 800/2008;
Vista la nota in data 10 novembre 2008, con la quale l’apposita
Commissione di valutazione delle istanze propone di determinare la
soglia dell’intensita’ degli aiuti in parola nella percentuale del
15%, rispetto ai costi giudicati ammissibili a seguito
dell’istruttoria delle domande, tenuto conto dei limiti massimi
previsti dal richiamato regolamento n. 800/2008, e delle finalita’
complessive del regime di aiuti in parola, di soddisfare il maggior
numero di imprese, nonche’ di ridurre al minimo le ipotesi di
polverizzazione dei contributi;
Rilevato che, a seguito dell’esame in fase istruttoria, da parte
della citata Commissione di valutazione, della documentazione
presentata dalle imprese interessate, gli stanziamenti previsti
dall’art. 2, comma 2, del predetto decreto del Presidente della
Repubblica n. 227/2007 alle lettere e) ed f), risultano superiori
rispetto all’entita’ degli importi erogabili ai soggetti aventi
diritto, mentre le risorse destinate agli interventi di cui alle aree
contraddistinte dalle lettere a), b), c), e all’area di cui alla
lettera d), risultano insufficienti;
Vista la proposta formulata dalla Commissione di valutazione con la
citata nota del 10 novembre 2008;
Ravvisata, pertanto, la necessita’ di rimodulare le risorse
assegnate alle diverse tipologie di interventi, cosi’ come previsto
all’art. 2, comma 4 del regolamento citato, secondo le ipotesi
formulate dalla Commissione di valutazione;
Decreta:

Art. 1.

Determinazione dell’intensita’ degli aiuti

1. L’intensita’ di aiuto di cui all’art. 2, comma 3, del decreto
del Presidente della Repubblica 27 settembre 2007, n. 227,
concedibile alle imprese, e’ fissata nella misura del 15 per cento
dei costi giudicati ammissibili dalla Commissione istituita ai sensi
dell’art. 5 del medesimo decreto, con riferimento a tutte le
tipologie di intervento e nei limiti delle risorse stanziate dal
comma 2 del medesimo articolo.

Art. 2.

Rimodulazione delle percentuali
assegnate agli interventi

1. La parte eccedente delle risorse destinate alle tipologie
d’intervento di cui all’art. 2, comma 2, lettere e), ed f), del
decreto del Presidente della Repubblica 27 settembre 2007, n. 227,
residua dopo l’attribuzione alle imprese aventi diritto di contributi
per gli interventi ivi previsti, dichiarati ammissibili dalla
Commissione menzionata all’art. 1, viene riassegnata a favore delle
tipologie d’intervento di cui alle aree che comprendono le lettere
a), b), c), ed all’area contrassegnata dalla lettera d), dello stesso
art. 2, comma 2, tenuto conto delle istanze presentate relativamente
agli investimenti ritenuti ammissibili.
2. L’importo residuo di cui al comma 1 viene destinato, netta
misura dell’85,36%, alle aree di interventi di cui alle citate
lettere a), b), c), e nella misura del 14,64% all’area d’intervento
di cui alla lettera d). Tale importo e’ attribuito, secondo
l’intensita’ fissata dall’art. 1, a favore dei soggetti che seguono
in graduatoria e che non otterrebbero contributi senza la
riassegnazione di cui al comma 1, e a condizione che abbiano
presentato investimenti giudicati ammissibili dalla Commissione di
valutazione.

Art. 3.

Invarianza della spesa

1. Il presente decreto non comporta nuovi o maggiori oneri a carico
del bilancio dello Stato.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 19 novembre 2008
Il Ministro : Matteoli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 19 novembre 2008

Ingegneri.info