MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 3 marzo 2011 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 3 marzo 2011

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - DECRETO 3 marzo 2011 - Recepimento della direttiva 2010/26/UE della Commissione che modifica la direttiva 97/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative ai provvedimenti da adottare contro l'emissione di inquinanti gassosi e particolato inquinante prodotti dai motori a combustione interna destinati all'installazione su macchine mobili non stradali. (11A06727) - (GU n. 123 del 28-5-2011 )

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DECRETO 3 marzo 2011

Recepimento della direttiva 2010/26/UE della Commissione che modifica
la direttiva 97/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri
relative ai provvedimenti da adottare contro l’emissione di
inquinanti gassosi e particolato inquinante prodotti dai motori a
combustione interna destinati all’installazione su macchine mobili
non stradali. (11A06727)

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

di concerto con

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

Visto l’art. 229 del nuovo codice della strada approvato con
decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 114 del 18 maggio
1992, e successive modificazioni ed integrazioni, che delega i
Ministri della Repubblica a recepire, secondo le competenze loro
attribuite, le direttive comunitarie concernenti le materie
disciplinate dallo stesso codice;
Visti i commi 5 e 7 dell’articolo 106 ed il comma 1 dell’articolo
114 del nuovo codice della strada che stabiliscono la competenza del
Ministro dei trasporti, ora Ministro delle infrastrutture e dei
trasporti, a decretare, di concerto con il Ministro delle politiche
agricole, alimentari e forestali, in materia di norme costruttive e
funzionali, nonche’ in materia di emissioni inquinanti, delle
macchine agricole e delle macchine operatrici ispirandosi al diritto
comunitario;
Visto il decreto legge 16 maggio 2008, n. 85, convertito, con
modificazioni, dalla legge 14 luglio 2008, n. 121, recante
“Disposizioni urgenti per l’adeguamento delle strutture di Governo in
applicazione dell’art, 1, commi 376 e 377, della legge 24 dicembre
2007”, che ha istituito il Ministero delle infrastrutture e dei
trasporti;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione del
20 dicembre 1999, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 32 del 9 febbraio 2000, di attuazione della direttiva
97/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente i
provvedimenti da adottare contro l’emissione di inquinanti gassosi e
particolato inquinante prodotti dai motori a combustione interna
destinati all’installazione su macchine mobili non stradali;
Visto il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione del
1° giugno 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 147 del 27
giugno 2001, di recepimento della rettifica alla direttiva 97/68/CE
del Parlamento europeo e del Consiglio;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
20 giugno 2002, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 154 del 3
luglio 2002, di recepimento della direttiva 2001/63/CE della
Commissione che adegua al progresso tecnico la direttiva 97/68/CE del
Parlamento europeo e del Consiglio;
Visto il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
15 settembre 2004, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 87 del 15 aprile 2005, di recepimento della direttiva
2002/88/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 dicembre
2002, che modifica la direttiva 97/68/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio concernente i provvedimenti da adottare contro l’emissione
di inquinanti gassosi e articolato inquinante prodotti dai motori a
combustione interna destinati all’installazione su macchine mobili
non stradali;
Vista il decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti
2 marzo 2006, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta
Ufficiale n. 43 del 21 febbraio 2007, di recepimento della direttiva
2004/26/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 aprile 2004,
che modifica la direttiva 97/68/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio concernente i provvedimenti da adottare contro l’emissione
di inquinanti gassosi e particolato inquinante prodotti dai motori a
combustione interna destinati all’installazione su macchine mobili
non stradali;
Vista la direttiva 2010/26/UE della Commissione del 31 marzo 2010
che modifica la direttiva 97/68/CE del Parlamento europeo e del
Consiglio concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli
Stati membri relative ai provvedimenti da adottare contro l’emissione
di inquinanti gassosi e particolato inquinante prodotti dai motori a
combustione interna destinati all’installazione su macchine mobili
non stradali, pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea
n. L 86 del 1° aprile 2010;

Adotta

il seguente decreto:

(Testo rilevante ai fini dello Spazio Economico Europeo)
Art. 1

1. Il decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 20
dicembre 1999, e successive modificazioni ed integrazioni, e’
modificato come segue:
a) all’articolo 9 bis, comma 7, e’ aggiunto il seguente capoverso:
«In deroga a quanto previsto nel primo capoverso, all’interno della
categoria degli apparecchi con impugnatura superiore e’ concessa una
proroga del periodo di deroga fino al 31 luglio 2013 per le
tagliasiepe e le motoseghe a catena per gli alberi con un manico
all’estremita’ superiore, di tipo portabile, ad uso professionale e
operanti in diverse posizioni, sulle quali sono installati motori
delle classi SH:2 e SH:3»;
b) l’allegato I e’ modificato conformemente all’allegato I del
presente decreto;
c) l’allegato II e’ modificato conformemente all’allegato II del
presente decreto;
d) l’allegato III e’ modificato conformemente all’allegato III del
presente decreto;
e) l’allegato V e’ modificato conformemente all’allegato IV del
presente decreto;
f) l’allegato XIII e’ modificato conformemente all’allegato V del
presente decreto.

Art. 2

1. E’ consentito, a decorrere dal 2 aprile 2010, giorno successivo
della data di pubblicazione della direttiva 2010/26/UE oggetto del
presente decreto di recepimento, rilasciare l’omologazione per i
motori a controllo elettronico conformi ai requisiti di cui agli
allegati I, II, III, V e XIII del decreto del Ministro dei trasporti
e della navigazione 20 dicembre 1999, di recepimento della direttiva
97/68/CE, come modificato dal presente decreto.

Art. 3

1. Le disposizioni del presente decreto, fatto salvo quanto
previsto all’articolo 2, si applicano a decorrere dal 31 marzo 2011.

Art. 4

1. Gli allegati I, II, III, IV e V al presente decreto ne
costituiscono parte integrante.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 3 marzo 2011

Il Ministro delle infrastrutture
e dei trasporti:
Matteoli
Il Ministro delle politiche agricole
alimentari e forestali:
Galan

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – DECRETO 3 marzo 2011

Ingegneri.info