MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 17 marzo 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 17 marzo 2008

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 17 marzo 2008 - Disposizioni inerenti la ripartizione tra le regioni e le province autonome delle risorse finanziarie e degli ettari oggetto del regime di ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna 2007/2008 di cui al regolamento CE n. 1493/99. (GU n. 76 del 31-3-2008)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 17 marzo 2008
Disposizioni inerenti la ripartizione tra le regioni e le province
autonome delle risorse finanziarie e degli ettari oggetto del regime
di ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna
2007/2008 di cui al regolamento CE n. 1493/99.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI
Visto il regolamento CE n. 1493/1999 del Consiglio del 17 maggio
1999, relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo, e
in particolare gli articoli 11, 12, 13, 14 e 15 relativi
all’istituzione di un regime di finanziamento comunitario per la
ristrutturazione e la riconversione dei vigneti;
Visto in particolare l’art. 14 del citato regolamento CE n.
1493/1999 del Consiglio, che stabilisce l’assegnazione annuale da
parte della Commissione UE a ciascuno Stato membro di una dotazione
finanziaria iniziale secondo criteri oggettivi che tengono conto, tra
l’altro, anche degli obiettivi di detto regime;
Visto il regolamento CE n. 1083/2006 del Consiglio dell’11 luglio
2006, recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo
regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che
abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999;
Visto il regolamento CE n. 968/2007 della Commissione del 17 agosto
2007, relativo al contributo comunitario ai costi di ristrutturazione
e riconversione previsto dal regolamento CE n. 1493/1999 del
Consiglio per la campagna vitivinicola 2007/2008;
Visto il regolamento CE n. 1227/2000 della Commissione del
31 maggio 2000 che stabilisce modalita’ di applicazione del
regolamento CE n. 1493/1999;
Vista la decisione CE C(2007) 5293def. del 6 novembre 2007 che
fissa, per la campagna 2007/2008, le dotazioni finanziarie indicative
assegnate agli Stati membri, per un determinato numero di ettari, ai
fini della ristrutturazione e della riconversione dei vigneti ai
sensi del regolamento CE n. 1493/1999 del Consiglio;
Visto il decreto del 27 luglio 2000 del Ministero delle politiche
agricole alimentari e forestali, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 184 dell’8 agosto 2000, recante le norme
di attuazione dei suddetti regolamenti CE n. 1493/1999 e n.
1227/2000;
Considerato che, in relazione al soddisfacimento dei requisiti
previsti dalla normativa comunitaria, occorre stabilire un’analoga
ripartizione, tra le regioni e le province autonome, dei 101,107
milioni di euro assegnati all’Italia con la citata decisione CE
C(2007) 5293def. del 6 novembre 2007;
Considerata l’opportunita’ di procedere al riparto di dette risorse
per il 50% sulla base del parametro storico della superficie vitata
complessiva, cosi’ come risultante dall’inventario del potenziale
produttivo viticolo aggiornato alla data del 1° settembre 2005, e per
il rimanente 50% sulla base di un parametro di efficienza calcolato
sullo scostamento tra «numero di ettari ristrutturati» ed «numero di
ettari assegnati» nel periodo 2004/2007;
Considerato che i costi di ristrutturazione e riconversione dei
vigneti sono estremamente differenziati nell’ambito del territorio
italiano;
Considerata l’opportunita’ di consentire alle regioni e alle
province autonome di poter fissare importi differenziati, anche
forfetari, all’interno del territorio di competenza, per permettere
ai produttori di beneficiare di un aiuto che possa corrispondere al
massimo al 50% e al 75% delle spese ammissibili, rispettivamente
nelle regioni appartenenti all’obiettivo competitivita’ e nelle
regioni appartenenti all’obiettivo convergenza, definite dal
richiamato regolamento CE n. 1083/2006;
Tenuto conto che il predetto regolamento CE n. 968/2007 della
Commissione limita l’applicazione del maggior contributo nei limiti
del 75% dei costi ammissibili alle sole regioni Campania, Puglia,
Calabria e Sicilia;
Considerato che le regioni e le province autonome dovranno tener
conto dei suddetti parametri nell’attuazione delle misure di cui
trattasi;
Considerato necessario assicurare la completa utilizzazione delle
risorse finanziarie e degli ettari assegnati all’Italia con la citata
decisione CE C(2007) 5293def. del 6 novembre 2007, al fine di evitare
di incorrere nell’applicazione dell’art. 17, paragrafo 5 del citato
regolamento CE n. 1227/2000;
Ritenuto, pertanto, opportuno prevedere una rimodulazione delle
disponibilita’ finanziarie e degli ettari assegnati a ciascuna
regione e provincia autonoma, qualora non vengano raggiunti i livelli
di spesa e di ettari assegnati con il presente provvedimento;
Considerato che, al fine di garantire il pieno utilizzo delle
risorse assegnate all’Italia per la campagna 2007/2008, e’ necessario
autorizzare le regioni e province autonome a presentare elenchi di
liquidazione aggiuntivi, nell’ordine del 20% delle rispettive
assegnazioni, a titolo di «overbooking»;
Considerato che l’entita’ di detto «overbooking» potra’ essere
rivista, qualora se ne ravvisi la necessita’ ed in base alle
previsioni di spesa che dovranno essere aggiornate e verificate in
prossimita’ della data fissata da AGEA coordinamento per la
trasmissione dei relativi provvedimenti di liquidazione;
Considerato che le risorse finanziarie oggetto del regime di
ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna
2007-2008 devono essere obbligatoriamente utilizzate entro la data
del 30 giugno 2008 e che, pertanto, e’ necessario procedere al
riparto dei fondi assegnati;
Considerato che la Conferenza permanente tra lo Stato, le regioni e
le province autonome di Trento e di Bolzano, nella seduta del
28 febbraio 2008, ha espresso la prevista intesa sullo schema di
decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali
concernente la ripartizione tra le regioni e province autonome delle
risorse finanziarie e degli ettari oggetto del regime di
ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna
2007-2008;
Decreta:

Art. 1.
Le risorse finanziarie e gli ettari assegnati all’Italia con
decisione CE C(2007) 5293def. del 6 novembre 2007 ai fini della
ristrutturazione e della riconversione dei vigneti nel quadro del
regolamento CE n. 1493/1999 del Consiglio per la campagna 2007/2008,
sulla base delle indicazioni contenute in premessa, sono ripartiti
tra le regioni e le province autonome come riportato in allegato 1.

Art. 2.
Qualora, per la campagna 2007/2008, le spese sostenute e da
sostenere e i relativi ettari oggetto del regime di ristrutturazione
e riconversione, in una determinata regione o provincia autonoma, si
discostino dall’ammontare delle risorse finanziarie e degli ettari
assegnati alla stessa regione e provincia autonoma, ai sensi del
presente provvedimento, tali spese ed ettari sono compensati con
quelli di altre regioni e province autonome, proporzionalmente
all’entita’ dei fabbisogni manifestati, sulla base delle previsioni
trasmesse al Ministero delle politiche agricole alimentari e
forestali entro e non oltre il 31 marzo 2008.

Art. 3.
1. Per la sola campagna 2007/2008 e’ autorizzata la trasmissione di
elenchi aggiuntivi a titolo di «overbooking» da parte delle regioni e
province autonome, nei limiti del 20% della quota rispettivamente
assegnata, come indicato in allegato 2, nel rispetto delle procedure
che saranno stabilite da Agea coordinamento.
2. Qualora se ne ravvisi la necessita’, il limite del 20%
pro-regione puo’ essere superato, alle condizioni che saranno
stabilite in prossimita’ della scadenza fissata da Agea per la
trasmissione dei relativi elenchi di liquidazione.

Art. 4.
Gli elenchi aggiuntivi di cui al precedente art. 3, eventualmente
non liquidabili a causa dell’esaurimento della relativa
disponibilita’ finanziaria, a condizione che siano dichiarati
ricevibili da Agea e dagli altri organismi pagatori, saranno
soddisfatti a valere sulle risorse messe a disposizione per
l’annualita’ 2009, prima di procedere al riparto ordinario delle
stesse.

Art. 5.
Ai sensi dell’art. 7, comma 4, del decreto 27 luglio 2000, l’Agea e
gli altri organismi pagatori emanano le opportune modalita’ di
presentazione degli elenchi di liquidazione da parte delle regioni e
province autonome e comunicano al Ministero delle politiche agricole
alimentari e forestali gli importi effettivamente liquidati,
unitamente ai previsti dati di monitoraggio fisico e procedurale.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 17 marzo 2008
Il Ministro: De Castro

Allegati

—-> Vedere allegati alle pagg. 55-56

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 17 marzo 2008

Ingegneri.info