MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 5 marzo 2010 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 5 marzo 2010

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI - DECRETO 5 marzo 2010 - Fissazione per l'anno 2010, degli importi dell'aiuto indicativo per le pere, le pesche e prugne d'Ente destinate alla trasformazione. (10A04830) (GU n. 93 del 22-4-2010 )

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

DECRETO 5 marzo 2010

Fissazione per l’anno 2010, degli importi dell’aiuto indicativo per
le pere, le pesche e prugne d’Ente destinate alla trasformazione.
(10A04830)

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE
ALIMENTARI E FORESTALI

Visto il regolamento (CE) n. 73/2009 del Consiglio del 19 gennaio
2009, che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno
diretto agli agricoltori nell’ambito della politica agricola comune
ed istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori, e
che modifica regolamenti (CE) n. 1290/2005, (CE) n. 247/2006, (CE) n.
378/2007 e abroga il regolamento (CE) n. 1782/2003;
Visto il regolamento (CE) n. 1121/2009 della Commissione del 29 ,
ottobre 2009, recante modalita’ di applicazione del regolamento (CE)
n. 73/2009 del Consiglio per quanto riguarda i regimi di sostegno a
favore degli agricoltori di cui ai titoli IV e V di detto
regolamento;
Visto, in particolare, l’art. 96 del citato regolamento (CE) n.
1121/2009 che abroga, con effetto dal 1° gennaio 2010, il regolamento
(CE) n. 1973/2004;
Visto il decreto ministeriale 22 ottobre 2007, n.1537, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 289 del 13
dicembre 2007, recante disposizioni per 1’attuazione della riforma
della politica agricola comune nel settore delle pere e delle pesche
destinate alla trasformazione;
Visto il decreto ministeriale 22 ottobre 2007, n. 1539, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 289 del 13
dicembre 2007, recante disposizioni per 1’attuazione della riforma
della politica agricola comune nel settore delle prugne d’Ente
destinate alla trasformazione;
Visto il decreto ministeriale 29 febbraio 2008, n. 2693, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 76 del 31 marzo
2008, recante disposizioni nazionali per 1’attuazione del regime
transitorio di cui all’art. 68-ter del regolamento (CE) n. 1782/2003,
previsto dalla riforma della politica agricola comune nel settore
delle pere, delle pesche e delle prugne d’Ente destinate alla
trasformazione;
Visto l’art. 5, comma del predetto decreto ministeriale 29
febbraio 2008, con il quale si dispone che, ai sensi dell’art. 171
quinques quater, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1973/2004,
venga fissato entro il 15 marzo l’ammontare dell’aiuto indicativo per
ettaro coltivato a pere, o a pesche o a prugne d’Ente;
Visto l’art. 5, comma 2, del predetto decreto ministeriale 29
febbraio 2008, con il quale si dispone che gli importi definitivi
degli aiuti per ettaro, ai sensi dell’art. 171 quinques quater,
paragrafo 2, del regolamento (CE) n. 1973/2004, vengono fissati per
ciascun anno sulla base della superficie determinata a seguito dei
controlli di ammissibilita’ previsti dal regolamento (CE) n. 796/2004
e, pertanto, definiti a consuntivo e nei limiti degli importi
comunitari disponibili;
Considerato che, ai sensi dell’art. 146 del citato regolamento (CE)
n. 73/2009, i riferimenti in altri atti al regolamento (CE) n.
1782/2003, si intendono fatti al regolamento (CE) n. 73/2009, secondo
la tavola di concordanza, di cui all’allegato XVIII di quest’ultimo
regolamento;
Considerato, altresi’, che, ai sensi dell’art. 96 del citato
regolamento (CE) n. 1121/2009, i riferimenti al regolamento (CE) n.
1973/2004, si intendono fatti al medesimo regolamento (CE) n.
1121/2009, secondo la tavola di concordanza, di cui all’allegato IX
di quest’ultimo regolamento;
Ritenuto necessario, sulla base delle risultanze del regime
transitorio al comparto delle pere, delle pesche e delle prugne
d’Ente destinate alla trasformazione nell’anno 2009, mantenere per il
corrente anno 2010, le condizioni vigenti per le filiere interessate,
nonche’ i livelli degli aiuti definiti per l’anno 2009;
Ritenuto, pertanto, di fissare per l’anno 2010 gli importi
dell’aiuto indicativo per ettaro coltivato ad un livello pari a
2.200,00 euro/ha per le pere, a 800,00 euro/ha per le pesche e a
2.000,00 euro/ha per le prugne d’Ente;

Decreta:

Art. 1

Fissazione degli importi dell’aiuto indicativo

1. Gli importi dell’aiuto indicativo per ettaro coltivato nell’anno
2010, di cui all’art. 5, comma 1, del decreto ministeriale 29
febbraio 2008, sono fissati in 2.200,00 euro/ha per le pere, in
800,00 euro/ha per le pesche e in 2.000,00 euro/ha per le prugne
d’Ente.
Il presente decreto e’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione ed e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
repubblica italiana.
Roma, 5 marzo 2010

Il Ministro: Zaia

Registrato alla Corte dei conti il 29 marzo 2010
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 1, foglio n. 169

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – DECRETO 5 marzo 2010

Ingegneri.info