MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 29 luglio 2005 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – DECRETO 29 luglio 2005

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI - DECRETO 29 luglio 2005 Disposizioni per l'attuazione della riforma della politica agricola comune nel settore del tabacco. (GU n. 237 del 11-10-2005)

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

DECRETO 29 luglio 2005

Disposizioni per l’attuazione della riforma della politica agricola
comune nel settore del tabacco.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

Visto il regolamento (CE) n. 1782/2003 del Consiglio del 29
settembre 2003;
Visto il regolamento (CE) n. 864/2004 del Consiglio del 29 aprile
2004, che modifica il regolamento (CE) n. 1782/2003 ed, in
particolare, l’art. 110-terdecies e l’allegato VII, lettera I;
Visto l’art. 4, comma 3 della legge 29 dicembre 1990, n. 428,
concernente «Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti
dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’ europee (legge
comunitaria per il 1990)», cosi’ come modificato dall’art. 2, comma 1
del decreto-legge 24 giugno 2004, n. 157, convertito, con
modificazioni, nella legge 3 agosto 2004, n. 204, con il quale si
dispone che all’applicazione nel territorio nazionale dei regolamenti
emanati dalla Comunita’ europea si provvede con decreto del Ministro
delle politiche agricole e forestali;
Vista la lettera n. D/213 del 1° marzo 2005 con la quale la
Commissione europea ha comunicato che i servizi della Commissione
stanno valutando la possibilita’ di concedere agli Stati membri la
facolta’ di introdurre una differenziazione del tasso di
disaccoppiamento per regione, autorizzando un tasso di
disaccoppiamento del 100% in una o piu’ regioni specifiche;
Vista la dichiarazione della Commissione europea sulla possibilita’
di applicare in una o piu’ regioni un tasso di disaccoppiamento del
100%, resa nel comitato di gestione dei pagamenti diretti del
20 aprile 2005;
Ritenuta la necessita’ di dettare disposizioni urgenti per
l’applicazione delle richiamate norme comunitarie relative alla
possibilita’ di applicare nella regione Puglia, sulla base di criteri
oggettivi, un tasso di disaccoppiamento del 100%;
Acquisito il parere della Conferenza permanente per i rapporti tra
lo Stato e le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano,
espresso nella seduta del 28 luglio 2005;
Decreta:

Art. 1.
Tassi di disaccoppiamento

1. Nel settore del tabacco, per le superfici della regione Puglia,
il coefficiente di cui all’allegato VII, lettera I del regolamento
(CE) n. 1782/2003 e’ fissato al limite massimo di 1,00.
2. Nel settore del tabacco, per le superfici di tutte le altre
regioni, ad eccezione della regione Puglia, il coefficiente di cui
all’art. VII lettera I del regolamento (CE) n. 1782/2003 e’ fissato a
0,4.

Art. 2.
Criteri oggettivi

1. Per la regione Puglia il coefficiente pari al limite massimo di
1,00 si giustifica per le seguenti ragioni:
a) il numero di produttori di tabacco e la produzione complessiva
regionale e’ in progressiva ed irreversibile riduzione;
b) il riscatto delle quote ha subito una netta evoluzione a
dimostrazione della volonta’ dei produttori pugliesi di abbandonare
le produzioni;
c) le risorse finanziarie del Fondo comunitario del tabacco per i
progetti di riconversione sono stati quasi totalmente assegnati alla
regione Puglia;
d) il numero delle associazioni di produttori e delle imprese di
prima trasformazione si e’ dimezzato e, di conseguenza, anche il
prodotto contrattato;
e) gli stocks di tabacco invenduto giacenti presso le imprese di
prima trasformazione hanno raggiunto livelli eccessivi e, solo
recentemente, sono stati smaltiti in parte.
2. Al fine di evitare effetti discriminatori nonche’ una
distorsione della concorrenza fra produttori, per le superfici della
regione Puglia non e’ possibile accedere all’aiuto accoppiato.
3. La regione Puglia e’ esclusa dalle zone di produzione di cui
all’art. 110-duodecies del regolamento (CE) n. 1782/2003.

Art. 3.
Autorita’ competente per la gestione ed il controllo

Le disposizioni riguardanti il presente decreto ministeriale
saranno attuate con propri provvedimenti dall’A.G.E.A.
Il presente decreto sara’ trasmesso alla Corte dei conti per la
registrazione e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 29 luglio 2005
Il Ministro: Alemanno

Registrato alla Corte dei conti il 18 agosto 2005

Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 4, foglio n. 2

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI – DECRETO 29 luglio 2005

Ingegneri.info