MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 8 Novembre 2007, n. 228 - Regolamento concernente l'individuazione dei soggetti a cui si applicano le disposizioni del comma 185 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (GU n. 288 del 12-12-2007 | Ingegneri.info

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 8 Novembre 2007, n. 228 – Regolamento concernente l’individuazione dei soggetti a cui si applicano le disposizioni del comma 185 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (GU n. 288 del 12-12-2007

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE - DECRETO 8 Novembre 2007, n. 228 - Regolamento concernente l'individuazione dei soggetti a cui si applicano le disposizioni del comma 185 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (GU n. 288 del 12-12-2007 )

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

DECRETO 8 Novembre 2007 , n. 228

Regolamento concernente l’individuazione dei soggetti a cui si
applicano le disposizioni del comma 185 dell’articolo 1 della legge
27 dicembre 2006, n. 296.

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE

Visto l’articolo 1, comma 185, della legge 27 dicembre 2006, n.
296, il quale dispone che, a decorrere dal 1° gennaio 2007, le
associazioni che operano per la realizzazione o che partecipano a
manifestazioni di particolare interesse storico, artistico e
culturale, legate agli usi ed alle tradizioni delle comunita’ locali,
sono equiparate ai soggetti esenti dall’imposta sulle societa’,
indicati dall’articolo 74, comma 1, del testo unico delle imposte sui
redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22
dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, nonche’ sono
esenti dagli obblighi stabiliti dal decreto del Presidente della
Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, e successive modificazioni;
Visto l’articolo 1, comma 186, della legge 27 dicembre 2006, n.
296, il quale demanda al Ministro dell’economia e delle finanze di
individuare con proprio decreto i soggetti a cui si rendono
applicabili le disposizioni recate nell’articolo 1, comma 185, della
medesima legge n. 296 del 2006, in termini tali da determinare un
onere complessivo non superiore a 5 milioni di euro annui;
Visto il testo unico delle imposte sui redditi approvato con
decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e
successive modificazioni;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
26 settembre 2000, con il quale e’ stato istituito, ai sensi
dell’articolo 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n. 662,
l’organismo di controllo degli enti non commerciali e delle
organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale denominato Agenzia
per le organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale;
Visto il regolamento recante norme per l’Agenzia per le
organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale, approvato con
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 marzo 2001, n.
329;
Visto l’articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Considerata la necessita’ di individuare i soggetti beneficiari
delle disposizioni di cui all’articolo 1, comma 185, della predetta
legge n. 296 del 2006, nel rispetto sia delle intenzioni del
legislatore, richiamate nella risoluzione della Commissione VI
Finanze del 15 maggio 2007, di voler agevolare quegli enti senza fini
di lucro che hanno effettivamente sempre svolto un’attivita’ preposta
alla salvaguardia del patrimonio storico e tradizionale della
comunita’ cittadina, sia dell’onere complessivo a carico dello Stato
fissato dal successivo comma 186;
Sentita, ai sensi dell’articolo 4, comma 2, lettera a), del citato
decreto del Presidente del Consiglio n. 129 del 2001, l’Agenzia per
le organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale che ha espresso
il proprio parere con nota n. U/1348-III/1.3 del 19 giugno 2007;
Udito il parere del Consiglio di Stato espresso dalla Sezione
consultiva per gli atti normativi nell’Adunanza del 17 settembre
2007;
Vista la comunicazione al Presidente del Consiglio dei Ministri,
effettuata, a norma dell’articolo 17 della legge n. 400 del 1988, con
nota n. 3-16342/UCL del 10 ottobre 2007;

A d o t t a

il seguente regolamento:

Art. 1.
Requisiti e modalita’ per la presentazione della domanda

1. Le associazioni senza fine di lucro, che nelle finalita’
istituzionali prevedono la realizzazione o la partecipazione a
manifestazioni di particolare interesse storico, artistico o
culturale, legate agli usi ed alle tradizioni delle comunita’ locali,
a decorrere dal 20 luglio ed entro e non oltre il 20 settembre di
ciascun anno d’imposta, presentano all’Agenzia delle entrate, in via
telematica, utilizzando il modello predisposto dall’Agenzia delle
entrate, domanda con la quale chiedono di essere inseriti tra i
soggetti beneficiari delle disposizioni recate dall’articolo 1,
comma 185, della legge 27 dicembre 2006, n. 296.
2. La domanda, a pena di inammissibilita’, reca in particolare una
dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta’ con la quale sotto la
propria responsabilita’ il legale rappresentante dell’organizzazione
dichiara:
a) l’assenza del fine di lucro;
b) gli apporti specifici alla realizzazione e/o alla
partecipazione a manifestazioni di particolare interesse storico,
artistico e culturale, legate agli usi e alle tradizioni delle
comunita’ locali, espressamente previste tra le finalita’
istituzionali dell’associazione;
c) l’effettiva opera svolta per la realizzazione o partecipazione
alle manifestazioni di cui alla lettera b), svolte nell’ambito
territoriale di appartenenza dell’associazione, ovvero in altri
ambiti territoriali, solo nel caso in cui la manifestazione per
ragioni storiche si svolga oltre che nel proprio ambito territoriale
anche in altri luoghi;
d) il reddito complessivo dell’associazione relativo all’anno
precedente la presentazione della domanda;
e) da quale anno effettivamente l’associazione svolge in modo
continuativo le attivita’ di cui alla lettera b);
f) da quale anno si svolgono le manifestazioni di cui alla
lettera b).

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi
dell’art. 10, comma 3, del testo unico delle disposizioni
sulla promulgazione delle leggi, sull’emanazione dei
decreti del Presidente della Repubblica e sulle
pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Note alle premesse:
– Il testo dell’art. 1, commi 185 e 186 della legge 27
dicembre 2006, n. 296: Disposizioni per la formazione del
bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
finanziaria 2007), pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
27 dicembre 2006, n. 299, supplemento ordinario, e’ il
seguente:
�185. A decorrere dal 1� gennaio 2007, le associazioni
che operano per la realizzazione o che partecipano a
manifestazioni di particolare interesse storico, artistico
e culturale, legate agli usi ed alle tradizioni delle
comunita’ locali, sono equiparate ai soggetti esenti
dall’imposta sul reddito delle societa’, indicati dall’art.
74, comma 1, del testo unico delle imposte sui redditi, di
cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre
1986, n. 917, e successive modificazioni. I soggetti,
persone fisiche, incaricati di gestire le attivita’
connesse alle finalita’ istituzionali delle predette
associazioni, non assumono la qualifica di sostituti di
imposta e sono esenti dagli obblighi stabiliti dal decreto
del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600,
e successive modificazioni. Le prestazioni e le dazioni
offerte da persone fisiche in favore dei soggetti di cui al
primo periodo del presente comma hanno, ai fini delle
imposte sui redditi, carattere di liberalita’.
186. Con decreto del Ministro dell’economia e delle
finanze, da emanare entro trenta giorni dalla data di
entrata in vigore della presente legge, sono individuati i
soggetti a cui si applicano le disposizioni di cui al
comma 185, in termini tali da determinare un onere
complessivo non superiore a 5 milioni di euro annui.�.
– Il testo unico delle imposte sui redditi approvato
con decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre
1986, n. 917, e successive modificazioni, e’ pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale 31 dicembre 1986, n. 302,
supplemento ordinario.
– Il testo dell’art. 3, comma 190, della legge
23 dicembre 1996, n. 662, (Misure di razionalizzazione
della finanza pubblica), pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale 28 dicembre 1996, n. 303, supplemento ordinario,
e’ il seguente:
�190. Con decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri, su proposta dei Ministri delle finanze, del
lavoro e della previdenza sociale e per la solidarieta’
sociale, da emanare entro il 31 dicembre 1997, e’ istituito
un organismo di controllo.�.
– Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
21 marzo 2001, n. 329 (Regolamento recante norme per
l’agenzia per le operazioni non lucrative di utilita’
sociale), e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 17 agosto
2001, n. 190.
– Il testo dell’art. 17, comma 3 della legge 23 agosto
1988, n. 400: (Disciplina dell’att…

[Continua nel file zip allegato]

MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE – DECRETO 8 Novembre 2007, n. 228 – Regolamento concernente l’individuazione dei soggetti a cui si applicano le disposizioni del comma 185 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296. (GU n. 288 del 12-12-2007

Ingegneri.info