MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 8 marzo 2010 | Ingegneri.info

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 8 marzo 2010

MINISTERO DELL'INTERNO - DECRETO 8 marzo 2010 - Approvazione del certificato relativo ai mutui contratti nell'anno 2009, dai comuni e dalle province, da ammettere a contributo erariale ai sensi dell'articolo 5-bis, della legge 20 dicembre 1995, n. 539. (10A03368) (GU n. 64 del 18-3-2010 )

MINISTERO DELL’INTERNO

DECRETO 8 marzo 2010

Approvazione del certificato relativo ai mutui contratti nell’anno
2009, dai comuni e dalle province, da ammettere a contributo erariale
ai sensi dell’articolo 5-bis, della legge 20 dicembre 1995, n. 539.
(10A03368)

IL CAPO DIPARTIMENTO
per gli affari interni e territoriali
del Ministero dell’interno

di concerto con

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO
del Ministero dell’economia
e delle finanze

Visto l’art. 46-bis, del decreto-legge 23 febbraio 1995, n. 41,
convertito, con modificazioni, dalla legge 22 marzo 1995, n. 85, come
modificato dall’art. 5-bis, del decreto-legge 27 ottobre 1995, n.
444, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 1995, n.
539, con il quale e’ stato posto a regime l’intervento erariale sulle
rate di ammortamento dei mutui contratti dagli enti locali dal 1995;
Vista la legge 23 dicembre 2009, n. 191 che all’art. 2, comma 187,
sancisce che: «a decorrere dal 2010 lo Stato cessa di concorrere al
finanziamento delle Comunita’ montane previsto dall’art. 34 del
decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504 e dalle altre
disposizioni di legge relative alle Comunita’ montane»;
Considerato che secondo le modalita’ indicate dal citato art.
46-bis, il Ministero dell’interno e’ autorizzato a corrispondere
contributi a valere sulle somme non ancora utilizzate del Fondo per
lo sviluppo degli investimenti;
Visto il comma 2, del medesimo art. 46-bis, il quale stabilisce che
per i contributi da concedere sui mutui contratti dal 1995 valgono le
disposizioni vigenti per l’anno 1992;
Visto il comma 4, dell’art. 4, del decreto-legge 18 gennaio 1993,
n. 8, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 marzo 1993, n.
68, il quale stabilisce che i contributi per i mutui contratti nel
1992 sono determinati calcolando una rata di ammortamento costante
annua posticipata, con interessi del 7 o 6 per cento, rispettivamente
per gli enti con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, e per quelli
con popolazione uguale o superiore;
Considerato, che ai sensi del citato decreto-legge n. 41/1995, gli
enti locali sono tenuti a presentare, entro il termine perentorio del
31 marzo 2010, a pena di decadenza, apposita certificazione firmata
dal responsabile del servizio, per quantificare l’onere dei mutui
contratti nell’anno 2009,
Considerato che gli elementi di dettaglio relativi ai mutui
concessi dalla Cassa depositi e prestiti, dall’Inpdap e dall’Istituto
per il credito sportivo possono essere acquisiti direttamente dagli
Istituti attraverso procedure informatiche;
Ritenuto di disciplinare, con il presente decreto, contenuti e
modalita’ di trasmissione dei certificati relativi alla richiesta del
contributo per gli investimenti sui mutui contratti nel 2009 dagli
enti locali,
Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 concernente
norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle
amministrazioni pubbliche;
Ritenuto, pertanto, che l’atto da adottare nella forma del decreto
in esame consiste nella mera approvazione di un modello di
certificato i cui contenuti hanno natura prettamente gestionale;

Decreta:

Art. 1

E’ approvato l’allegato modello di certificato che fa parte
integrante del presente decreto, di richiesta del contributo per gli
investimenti sui mutui contratti nel 2009 da parte di province e
comuni, come previsto dall’art. 46-bis, del decreto-legge 23 febbraio
1995, n. 41, convertito con modificazioni dalla legge 22 marzo 1995,
n. 85, come modificato dall’art. 5-bis, del decreto-legge 27 ottobre
1995, n. 444, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre
1995, n. 539, integrato con le prescrizioni di cui alla sopracitata
legge 23 dicembre 2009, n.191 che all’art. 2, comma 187, ha escluso
qualunque contributo statale in favore delle comunita’ montane.

Art. 2

Il certificato deve essere compilato, firmato e trasmesso dagli
enti locali, in due copie autentiche, alle prefetture competenti per
territorio, entro il termine perentorio del 31 marzo 2010, a pena di
decadenza.
Il presente decreto sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 8 marzo 2010

Il capo Dipartimento
per gli affari interni e territoriali
del Ministero dell’interno
Pria

Il ragioniere generale dello Stato
del Ministero dell’economia
e delle finanze
Canzio

Allegato

Parte di provvedimento in formato grafico

MINISTERO DELL’INTERNO – DECRETO 8 marzo 2010

Ingegneri.info