MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 18 novembre 2009 | Ingegneri.info

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 18 novembre 2009

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA - DECRETO 18 novembre 2009 - Ripartizione delle risorse del Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica (FIRST), anno 2009. (10A06891) (GU n. 124 del 29-5-2010 )

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

DECRETO 18 novembre 2009

Ripartizione delle risorse del Fondo per gli investimenti nella
ricerca scientifica e tecnologica (FIRST), anno 2009. (10A06891)

IL MINISTRO DELL’ISTRUZIONE,
DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA

Visto l’art. 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge
finanziaria 2007) e in particolare:
il comma 870 che istituisce, nello stato di previsione della
spesa del Ministero, il Fondo per gli investimenti nella ricerca
scientifica e tecnologica (di seguito FIRST) al quale confluiscono
gli stanziamenti relativi ai Progetti di ricerca di interesse
nazionale delle Universita’ (PRIN), al Fondo agevolazioni alla
ricerca (FAR), al Fondo per gli investimenti della ricerca di base
(FIRB) nonche’ le risorse del Fondo per le aree sottoutilizzate (FAS)
assegnate dal CIPE;
il comma 872 che detta le procedure per l’emanazione di apposito
decreto di ripartizione del FIRST da parte del Ministro
dell’universita’ e della ricerca;
il comma 873 che detta le procedure per l’emanazione da parte
dello stesso Ministro di apposito regolamento per la definizione dei
criteri di accesso e delle modalita’ di utilizzo e gestione del FIRST
nonche’ il rinvio all’applicazione delle vigenti disposizioni nelle
more della entrata in vigore del predetto regolamento;
i commi 758 (elenco 1) e 874 che individuano le risorse
aggiuntive pluriennali destinate al FIRST;
Visto il decreto-legge 1° ottobre 2007, n. 159 convertito in legge
29 novembre 2007, n. 222, e in particolare:
il comma 1, lett. a) dell’art.3 che modifica il predetto comma
758 dell’art. 1 della legge finanziaria 2007, consentendo l’utilizzo
delle quote accantonate previste nell’elenco 1 nei limiti
rispettivamente dell’80% per l’anno 2007 e del 70% per gli anni 2008
e 2009;
il comma 1 dell’art. 13 che modifica il predetto comma 873
dell’art. 1 della legge finanziaria 2007 prevedendone l’attuazione
per il triennio 2008/2010 attraverso l’emanazione di un decreto di
natura non regolamentare da parte del Ministro dell’universita’ e
della ricerca;
Considerato che:
le risorse del FIRST individuate nel comma 871, derivanti da
stanziamenti pluriennali delle precedenti leggi finanziarie e da
specifiche assegnazioni CIPE, sono state completamente utilizzate nei
precedenti anni finanziari con esclusione della quota afferente gli
specifici stanziamenti relativi ai PRIN pari a € 73.271.863,00;
le ulteriori risorse disponibili sono quelle previste dal
predetto comma 758, cosi’ come modificato dall’art. 3 del
decreto-legge n. 159/2007, inizialmente quantificate in
€ 360.000.000,00 per l’anno 2009 ed effettivamente disponibili, alla
data odierna, per € 206.596.122,00 a seguito della riduzione operata
dall’art. 60, comma 1, decreto-legge n. 112/2008 convertito in legge
n. 133/2008 e considerata la quota indisponibile nella misura del 30%
di cui al predetto decreto-legge n. 159/2007;
con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30
luglio 2009 e’ stata resa disponibile la quota accantonata sullo
stanziamento dell’anno 2008 (30%) ai sensi del gia’ citato
decreto-legge n. 159/2007 per un importo pari a € 90.000.000,00.
Considerata la necessita’ di assicurare:
continuita’ al finanziamento annuale dei PRIN;
il cofinanziamento sul FAR dei progetti rientranti nel PON,
Ricerca e Competitivita’ 2007/2013, per il finanziamento delle
attivita’ svolte al di fuori delle regioni della Convergenza, anche
in considerazione delle ulteriori disponibilita’ rivenienti da
economie di gestione degli anni precedenti, da utilizzare per la
ripartizione delle complessive disponibilita’ FAR per l’anno 2009;
una quota non inferiore a quella del precedente anno da destinare
al progetto «giovani ricercatori» nell’ambito del FIRB.
Considerata la necessita’, al fine di non interrompere l’attivita’
del Ministero nel settore degli incentivi alla ricerca di base ed
industriale, di prevedere una prima ripartizione delle predette
disponibilita’ del FIRST in attesa che vengano definitivamente messe
a disposizione le ulteriori risorse che risultano ancora accantonate
ai sensi del richiamato comma 758 e successive modificazioni;

Decreta:

Le risorse di cui alle premesse attualmente disponibili sul FIRST
per l’anno 2009, per un totale di € 369.867.985,00, sono cosi’
ripartite:
1) € 106.000.000,00 per interventi del PRIN;
2) € 173.867.985,00 per interventi del FAR di cui un importo non
inferiore a € 100.000.000,00 da destinare al cofinanziamento (non
superiore al 25% dell’intervento totale) di iniziative afferenti la
ricerca industriale, selezionate nell’ambito dei bandi PON, Ricerca e
Competitivita’ 2007/2013 per consentire il finanziamento delle
attivita’ svolte al di fuori delle regioni della Convergenza;
3) € 90.000.000,00 per interventi del FIRB di cui:
€ 40.000.000,00 destinati ad accordi di cui all’art. 7 del
decreto ministeriale n. 378/2004;
€ 50.000.000,00 destinati ad iniziative in favore di giovani
ricercatori.
Il presente decreto sara’ inviato agli organi di controllo e
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dopo la registrazione da parte
della Corte dei conti.
Roma, 18 novembre 2009

Il Ministro: Gelmini

Registrato alla Corte dei conti il 23 dicembre 2009
Ufficio di controllo preventivo sui Ministeri dei servizi alla
persona e dei beni culturali, registro n. 7, foglio n. 201

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA – DECRETO 18 novembre 2009

Ingegneri.info