MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - CIRCOLARE 3 luglio 2008, n. 509 - Proroga dei termini di conclusione dei progetti agevolati a valere sulla misura 2.1.a, Pacchetto integrato di agevolazioni PIA - Innovazione del P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» di cui alla circolare n. 946130 del 28 aprile 2004. (GU n. 162 del 12-7-2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – CIRCOLARE 3 luglio 2008, n. 509 – Proroga dei termini di conclusione dei progetti agevolati a valere sulla misura 2.1.a, Pacchetto integrato di agevolazioni PIA – Innovazione del P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» di cui alla circolare n. 946130 del 28 aprile 2004. (GU n. 162 del 12-7-2008

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - CIRCOLARE 3 luglio 2008, n. 509 - Proroga dei termini di conclusione dei progetti agevolati a valere sulla misura 2.1.a, Pacchetto integrato di agevolazioni PIA - Innovazione del P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» di cui alla circolare n. 946130 del 28 aprile 2004. (GU n. 162 del 12-7-2008 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

CIRCOLARE 3 luglio 2008 , n. 509

Proroga dei termini di conclusione dei progetti agevolati a valere
sulla misura 2.1.a, Pacchetto integrato di agevolazioni PIA –
Innovazione del P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» di cui alla
circolare n. 946130 del 28 aprile 2004.

Alle imprese interessate

Alle banche concessionarie

All’A.B.I.

Alla Cassa depositi e prestiti

Alla regione Calabria

Alla regione Campania

Alla regione siciliana

Il punto 3.1 della circolare n. 946130 del 28 aprile 2004 relativa
al secondo bando di attuazione della misura 2.1.a, Pacchetto
integrato di agevolazioni – PIA Innovazione del P.O.N. «Sviluppo
imprenditoriale locale» stabilisce che la durata complessiva
dell’iniziativa agevolata non puo’ superare i 30 mesi a partire dalla
data del decreto di concessione provvisoria delle agevolazioni.
Viene, altresi’, precisato che non possono essere concesse proroghe,
richiamando l’attenzione delle imprese interessate sul rispetto dei
tempi previsti dalla circolare medesima al fine di tener conto delle
scadenze fissate dalla Commissione europea per gli impegni di spesa e
per l’erogazione a saldo delle agevolazioni.
Tenuto conto delle osservazioni pervenute dai gestori
concessionari, preso atto che i termini previsti di ultimazione delle
iniziative agevolate, in taluni casi piu’ restrittivi di quanto
previsto dalla circolare n. 946130 del 28 aprile 2004, comportano
gravi difficolta’ per le imprese beneficiarie in merito alla completa
realizzazione delle iniziative medesime, si ritiene opportuno
modificare i termini di ultimazione dei programmi di
industrializzazione nonche’ i termini per la rendicontazione delle
spese e dei costi sostenuti sia dei programmi di sviluppo sia di
quelli di industrializzazione, assicurando comunque il rispetto dei
tempi e delle procedure riguardanti l’adeguato utilizzo delle risorse
comunitarie.
Pertanto i termini indicati nella circolare n. 946130 sono cosi’
modificati:
a) relativamente al programma di industrializzazione, le imprese
beneficiarie dovranno rendicontare entro il 30 settembre 2008, almeno
il 50% delle spese ammissibili del programma medesimo, pena la revoca
delle relative agevolazioni. A tal fine, le imprese trasmettono la
documentazione di spesa relativa agli investimenti realizzati,
secondo quanto previsto dalla normativa vigente per la legge n.
488/1992, nonche’ una dichiarazione sottoscritta dal presidente del
collegio sindacale ovvero, ove quest’ultimo non fosse previsto, da un
revisore dei conti iscritto all’albo che attesti che le spese
sostenute sono regolarmente contabilizzate e che i relativi titoli di
spesa risultano pagati. Viene, conseguentemente, modificata la data
di disponibilita’ della seconda quota delle agevolazioni ai fini di
cui al punto 10.1, lettera l), della circolare n. 946130 e all’art.
3, comma 3 del decreto di concessione provvisoria. Il termine di
ultimazione dell’intero programma di industrializzazione e’ fissato
al 28 febbraio 2009. Resta fermo il termine previsto al punto 9.3
della circolare n. 946130 per la rendicontazione al gestore
concessionario, con l’eccezione dei programmi ultimati
successivamente al 31 gennaio 2009, per i quali la relativa
documentazione finale di spesa deve essere trasmessa entro il
30 aprile 2009;
b) relativamente al programma di sviluppo precompetitivo, resta
fermo il termine previsto al punto 9.2 della circolare n. 946130 per
la rendicontazione delle spese del programma al gestore
concessionario, con l’eccezione dei programmi ultimati
successivamente al 31 agosto 2008 e comunque non oltre il
30 settembre 2008, per i quali la relativa documentazione finale di
spesa deve essere trasmessa entro il 30 novembre 2008.
Si precisa, inoltre, che per le iniziative agevolate ai sensi
dell’art. 3, comma 3 del decreto 1° marzo 2006 di approvazione della
graduatoria delle iniziative ammissibili, fermo restando quanto
indicato alla precedente lettera b), i termini indicati nella
circolare n. 946130 limitatamente al programma di industrializzazione
sono cosi’ modificati:
relativamente alle iniziative cofinanziate dalla regione Campania
e dalla Regione siciliana, il termine di ultimazione dell’intero
programma di industrializzazione e’ fissato al 31 gennaio 2009. Resta
fermo il termine previsto al punto 9.3 della circolare n. 946130 per
la rendicontazione al gestore concessionario, con l’eccezione dei
programmi ultimati successivamente al 1° dicembre 2008, per i quali
la relativa documentazione finale di spesa deve essere trasmessa
entro il 28 febbraio 2009;
relativamente alle iniziative cofinanziate dalla regione
Calabria, i termini sono quelli fissati alla precedente lettera a).
Roma, 3 luglio 2008

Il Ministro: Scajola

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – CIRCOLARE 3 luglio 2008, n. 509 – Proroga dei termini di conclusione dei progetti agevolati a valere sulla misura 2.1.a, Pacchetto integrato di agevolazioni PIA – Innovazione del P.O.N. «Sviluppo imprenditoriale locale» di cui alla circolare n. 946130 del 28 aprile 2004. (GU n. 162 del 12-7-2008

Ingegneri.info