MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - COMUNICATO - Autorizzazione al rilascio di certificazione CE sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE, codificata nella direttiva 98/37/CE all'Organismo «Istituto Giordano S.p.a.», in Bellaria Igea Marina. (GU n. 283 del 3-12-2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – COMUNICATO – Autorizzazione al rilascio di certificazione CE sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE, codificata nella direttiva 98/37/CE all’Organismo «Istituto Giordano S.p.a.», in Bellaria Igea Marina. (GU n. 283 del 3-12-2008

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - COMUNICATO - Autorizzazione al rilascio di certificazione CE sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE, codificata nella direttiva 98/37/CE all'Organismo «Istituto Giordano S.p.a.», in Bellaria Igea Marina. (GU n. 283 del 3-12-2008 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

COMUNICATO

Autorizzazione al rilascio di certificazione CE sulle macchine
secondo la direttiva 89/392/CEE, codificata nella direttiva
98/37/CE all’Organismo «Istituto Giordano S.p.a.», in Bellaria
Igea Marina.

Con decreto del direttore generale per la vigilanza e la normativa
tecnica del Ministero dello sviluppo economico e del direttore
generale della tutela e delle condizioni di lavoro del Ministero del
lavoro, della salute e delle politiche sociali del 7 novembre 2008,
l’organismo Istituto Giordano S.p.A., con sede legale in via Rossini,
2 – Bellaria Igea Marina (Rimini), e’ autorizzato ad emettere
certificazioni CE di conformita’ ai requisiti essenziali di sicurezza
per i seguenti prodotti di cui all’allegato IV della direttiva
89/392/CEE codificata nella direttiva 98/37/CE.
A. Macchine:
1. seghe circolari (monolama e multilama) per la lavorazione del
legno e di materie assimilate o per la lavorazione della carne e di
materie assimilate:
1.1. seghe a utensile in posizione fissa nel corso della
lavorazione, a tavola fissa con avanzamento manuale del pezzo o con
dispositivo di trascinamento amovibile;
1.2. seghe a utensile in posizione fissa nel corso della
lavorazione, a tavola – cavalletto o carrello a movimento alternato,
a spostamento manuale;
1.3. seghe a utensile in posizione fissa nel corso della
lavorazione, dotate di un dispositivo di trascinamento meccanico dei
pezzi da segare a carico e/o scarico manuale;
1.4. seghe ad utensile mobile nel corso della lavorazione, a
spostamento meccanico, a carico e/o scarico manuale.
2. spianatrici ad avanzamento manuale per la lavorazione del
legno;
3. piallatrici su una faccia a carico e/o scarico manuale per la
lavorazione del legno;
4. seghe a nastro, a tavola fissa o mobile, e seghe a nastro a
carrello mobile, a carico e/o scarico manuale, per la lavorazione del
legno e di materie assimilate o per la lavorazione della carne e di
materie assimilate;
5. macchine combinate dei tipi di cui ai punti da 1 a 4 e al
punto 7 per la lavorazione del legno e di materie assimilate;
6. tenonatrici a mandrini multipli ad avanzamento manuale per la
lavorazione del legno;
7. fresatrici ad asse verticale, ad avanzamento manuale per la
lavorazione del legno e di materie assimilate;
8. seghe a catena portatili da legno;
9. presse, comprese le piegatrici, per la lavorazione a freddo
dei metalli, a carico e/o scarico manuale, i cui elementi mobili di
lavoro possono avere una corsa superiore a 6 mm e una velocita’
superiore a 30 mm/s;
10. formatrici delle materie plastiche per iniezione e
compressione a carico o scarico manuale;
11. formatrici della gomma a iniezione o compressione, a carico e
scarico manuale;
12. macchine per lavori sotterranei dei seguenti tipi:
macchine mobili su rotaia, locomotive e benne di frenatura;
armatura semovente idraulica;
con motore a combustione interna destinati ad equipaggiare
macchine per lavori sotterranei;
13. benne di raccolta di rifiuti domestici a carico manuale
dotate di un meccanismo di compressione;
15. ponti elevatori per veicoli;
16. apparecchi per il sollevamento di persone con un rischio di
caduta verticale superiore a 3 metri.
B. Componenti di sicurezza:
1. dispositivi elettrosensibili progettati per il rilevamento
delle persone (barriere immateriali, tappeti sensibili, rilevatori
elettromagnetici);
2. blocchi logici con funzioni di sicurezza per dispositivo di
comando che richiedono l’uso delle due mani;
3. schermi mobili automatici per la protezione delle macchine di
cui al punto A9, 10 e 11;
4. strutture di protezione contro il rischio di capovolgimento
(ROPS);
5. strutture di protezione contro il rischio di cadute di oggetti
(FOPS).
L’autorizzazione ha la durata di tre anni, a decorrere dal giorno
successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale e
sara’ notificata alla Commissione dell’Unione europea.

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – COMUNICATO – Autorizzazione al rilascio di certificazione CE sulle macchine secondo la direttiva 89/392/CEE, codificata nella direttiva 98/37/CE all’Organismo «Istituto Giordano S.p.a.», in Bellaria Igea Marina. (GU n. 283 del 3-12-2008

Ingegneri.info