MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 Maggio 2007 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 Maggio 2007

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 16 Maggio 2007 - Autorizzazione, alla "Stazione sperimentale per i combustibili", al rilascio di certificazioni ed attestati di conformita' CE per il rendimento delle caldaie ad acqua calda alimentate con combustibili liquidi o gassosi, ai sensi della direttiva 92/42/CEE. (GU n. 123 del 29-5-2007 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 16 Maggio 2007

Autorizzazione, alla “Stazione sperimentale per i combustibili”, al
rilascio di certificazioni ed attestati di conformita’ CE per il
rendimento delle caldaie ad acqua calda alimentate con combustibili
liquidi o gassosi, ai sensi della direttiva 92/42/CEE.

IL DIRETTORE GENERALE
per lo sviluppo produttivo e la competitivita’
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15 novembre
1996, n. 660, di attuazione della direttiva 92/42/CEE del Consiglio
21 maggio 1992, concernente i requisiti di rendimento delle nuove
caldaie ad acqua calda alimentate con combustibili liquidi o gassosi,
con potenza nominale pari o superiore a 4 kw e pari o inferiore a 400
kw;
Vista la direttiva 19 dicembre 2002 del Ministro delle attivita’
produttive, relativa alla documentazione da produrre per
l’autorizzazione degli organismi alla certificazione CE;
Vista l’istanza con la quale la Stazione sperimentale per i
combustibili con sede in viale A. De Gasperi n. 3 – 20097 San Donato
Milanese (Milano) ha richiesto l’autorizzazione al rilascio di
attestati di conformita’ CE ed all’esecuzione delle procedure di
verifica dei sistemi di garanzia della qualita’ della produzione e
del prodotto ai sensi degli articoli 4 e 8 del decreto del Presidente
della Repubblica 15 novembre 1996, n. 660;
Visto l’elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto
economico consolidato, individuate ai sensi dell’art. 1, comma 5,
della legge 30 dicembre 2004, n. 311;
Considerato che la Stazione sperimentale per i combustibili
soddisfa i requisiti minimi fissati nell’allegato V del decreto del
Presidente della Repubblica 15 novembre 1996, n. 660;
Considerato che i risultati degli esami documentali ed ispettivi
per la Stazione sperimentale per i combustibili, soddisfano i
requisiti richiesti dalla direttiva 19 dicembre 2002 del Ministro
delle attivita’ produttive;
Decreta:
Art. 1.
1. La “Stazione sperimentale per i combustibili” e’ autorizzata al
rilascio di attestati di conformita’ CE di tipo per i prodotti di cui
all’art. 2 del decreto del Presidente della Repubblica 15 novembre
1996, n. 660, secondo le procedure descritte all’allegato III –
modulo B (Esame CE del Tipo).
2. La “Stazione sperimentale per i combustibili” e’ altresi’
autorizzata al rilascio di attestati di verifica, secondo le
procedure descritte nell’allegato IV del decreto del Presidente dlla
Repubblica 15 novembre 1996, n. 660:
Modulo C (conformita’ al tipo);
Modulo D (garanzia di qualita’ della produzione).

Art. 2.
1. La “Stazione sperimentale per i combustibili” e’ tenuta ad
inviare al Ministero dello sviluppo economico – Direzione generale
sviluppo produttivo e competitivita’ – Ispettorato tecnico ufficio F2
ogni sei mesi su supporto informatico, l’elenco delle certificazioni
emesse ai sensi della presente autorizzazione.

Art. 3.
1. La presente autorizzazione entra in vigore il giorno successivo
alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
ed ha validita’ quinquennale dalla data di emissione del presente
decreto.
2. Entro il periodo di validita’ della presente autorizzazione il
Ministero dello sviluppo economico – Direzione generale sviluppo
produttivo e competitivita’ – Ispettorato tecnico ufficio F2, si
riserva la verifica della permanenza dei requisiti di cui alla
presente autorizzazione, disponendo appositi controlli.
3. Qualsiasi variazione nello stato di diritto o di fatto,
rilevante ai fini del mantenimento dei requisiti di cui al
comma precedente, deve essere tempestivamente comunicato al Ministero
delle attivita’ produttive – Direzione generale sviluppo produttivo e
competitivita’ – Ispettorato tecnico ufficio F2.
4. Nel caso in cui, nel corso dell’attivita’ anche a seguito dei
previsti controlli, venga accertata la inadeguatezza delle capacita’
tecniche e professionali, o si constati la mancata osservanza dei
criteri minimi fissati nell’allegato V del decreto del Presidente
della Repubblica 15 novembre 1996, n. 660, si procede alla revoca
della presente autorizzazione.
Il presente decreto e’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.
Roma, 16 maggio 2007
Il direttore generale: Bianchi

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 16 Maggio 2007

Ingegneri.info