MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 22 aprile 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 22 aprile 2008

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 22 aprile 2008 - Classificazione delle reti di trasporto regionale. (GU n. 160 del 10-7-2008 - Suppl. Ordinario n.164)

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 22 aprile 2008

Classificazione delle reti di trasporto regionale.

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Visto il decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164, ed in
particolare l’art. 9, che stabilisce che il Ministero dell’industria,
del commercio e dell’artigianato individua, sentita la Conferenza
Stato-regioni e l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas,
l’ambito della Rete Nazionale dei Gasdotti;
Vista la legge 23 agosto 2004, n. 239, e in particolare l’art. 1,
comma 7, lettera h), che stabilisce che la funzione di programmazione
di grandi reti infrastrutturali energetiche dichiarate di interesse
nazionale ai sensi delle leggi vigenti e’ effettuata dallo Stato,
avvalendosi dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas;
Visto il decreto del Ministro delle attivita’ produttive
29 settembre 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 246 del 21 ottobre 2005, che stabilisce in via
transitoria, al fine di assicurare l’efficienza e l’economicita’
nella gestione del sistema del gas, gli indirizzi e i criteri per la
classificazione delle Reti di Trasporto Regionale;
Visto l’art. 2, comma 7, del decreto del Ministro delle attivita’
produttive 29 settembre 2005, che stabilisce che le imprese di
trasporto che gestiscono Reti di Trasporto Regionale, entro tre mesi
dalla data di pubblicazione decreto stesso, comunicano al Ministero
delle attivita’ produttive, ora Ministero dello sviluppo economico,
Direzione generale per l’energia e le risorse minerarie, su supporto
informatico, l’elenco dei gasdotti facenti parte delle rispettive
Reti di Trasporto Regionale, nonche’ il comma 8 dello stesso
articolo che stabilisce che dette imprese sono tenute a comunicare
allo stesso Ministero, entro il 31 gennaio di ogni anno, eventuali
variazioni intervenute o previste;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Snam Rete Gas S.p.A.
per l’inserimento nella Rete di Trasporto Regionale dei gasdotti,
elencati per tratti nell’allegato A;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Societa’ Gasdotti
Italia S.p.A. per l’inserimento nella Rete di Trasporto Regionale dei
gasdotti, elencati per tratti nell’allegato B;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Consorzio Media
Valtellina per l’inserimento nella Rete di Trasporto Regionale dei
gasdotti, elencati per tratti nell’allegato C;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Retragas S.r.l. per
l’inserimento nella Rete di Trasporto Regionale dei gasdotti,
elencati per tratti nell’allegato D;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Netenergy Service
S.r.l. per l’inserimento nella Rete di Trasporto Regionale dei
gasdotti, elencati per tratti nell’allegato E;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Metanodotto Alpino
S.r.l. per l’inserimento nella Rete di Trasporto Regionale dei
gasdotti, elencati per tratti nell’allegato F;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Carbotrade S.p.A. per
l’inserimento nella Rete di Trasporto Regionale dei gasdotti,
elencati per tratti nell’allegato G;
Vista l’istanza della societa’ di trasporto Gas Plus Trasporto
S.r.l. per l’inserimento nella Rete Regionale dei Gasdotti dei
gasdotti, elencati per tratti nell’allegato H;
Viste le note dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas in
data 8 marzo 2007, con le quali la medesima Autorita’ ha comunicato
al Ministero dello sviluppo economico (di seguito denominato:
Ministero) di non aver riscontrato elementi ostativi alla
classificazione come Reti di Trasporto Regionale delle infrastrutture
di trasporto delle societa’ Metanodotto Alpino S.r.l., Retragas
S.r.l., Snam Rete Gas S.p.A, Societa’ Gasdotti Italia S.p.A.,
Consorzio della Media Valtellina e Societa’ Carbotrade S.p.A.;
Vista la nota dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas in
data 27 luglio 2007, con la quale la medesima Autorita’ ha comunicato
al Ministero di non aver riscontrato elementi ostativi alla
classificazione come Reti di Trasporto Regionale delle infrastrutture
di trasporto della societa’ Netenergy Service S.r.l.;
Vista la delibera dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas
n. 246/07 del 28 settembre 2007;
Vista la nota dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas in
data 3 ottobre 2007, con la quale la medesima Autorita’ ha comunicato
al Ministero di non aver riscontrato elementi ostativi alla
classificazione come Reti di Trasporto Regionale delle infrastrutture
di trasporto della societa’ Gas Plus Trasporto S.r.l.;
Ritenuto che sia necessario considerare, ai fini della
determinazione dell’entrata in vigore della classificazione delle
reti, l’attuale regime tariffario della societa’ Gas Plus Trasporto
S.r.l., in quanto tale societa’ ha provveduto alla riclassificazione
dell’attivita’ di distribuzione in quella di trasporto, con
decorrenza dal 1° ottobre 2009;
Sentita la Conferenza Stato Regioni la quale, nella riunione del
26 marzo 2008, ha espresso parere favorevole sullo schema del
presente decreto;
Ritenuto opportuno individuare a mezzo di un decreto ministeriale,
l’elenco dei gasdotti classificati come Reti di Trasporto Regionale,
in analogia a quanto previsto dall’art. 9 del decreto legislativo n.
164/2000 relativamente alla Rete Nazionale dei Gasdotti;

Decreta:
Art. 1.
Classificazione delle Reti di Trasporto Regionale

1. A decorrere dalla data del presente decreto, sono classificati
come Reti di Trasporto Regionale i seguenti gasdotti:
a) gasdotti della societa’ Snam Rete Gas S.p.A. elencati per
tratti nell’allegato A;
b) gasdotti della societa’ Societa’ Gasdotti Italia S.p.A.
elencati per tratti nell’allegato B;
c) gasdotti del Consorzio Media Valtellina elencati per tratti
nell’allegato C;
d) gasdotti della societa’ Retragas S.r.l. elencati per tratti
nell’allegato D;
e) gasdotti della Netenergy Service S.r.l. elencati per tratti
nell’allegato E;
f) gasdotti della societa’ Metanodotto Alpino S.r.l. elencati per
tratti nell’allegato F;
g) gasdotti della societa’ Carbotrade S.p.A. elencati per tratti
nell’allegato G.
2. Sono classificati con decorrenza dal 1° ottobre 2009 come Reti
di Trasporto Regionale i seguenti gasdotti:
a) gasdotti gestiti dalla societa’ di trasporto Gas Plus
Trasporto S.r.l. elencati per tratti nell’allegato H.
3. Fanno parte delle singole Reti di Trasporto Regionale, di cui
ai commi 1 e 2, anche i servizi ad esse accessori, nei quali sono
esemplificatamente compresi le apparecchiature, le strumentazioni e
gli impianti necessari per il funzionamento, il controllo e la
gestione delle reti.

Art. 2.
Regolazione del servizio di trasporto
1. L’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas definisce, ai sensi
dell’art. 24, comma 5, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n.
164, con proprie delibere, i criteri e le condizioni specifiche per
la definizione dei Codici di rete dei soggetti che gestiscono
esclusivamente Reti di Trasporto Regionale, sulla base delle quali i
medesimi soggetti sono tenuti a predisporre i Codici di rete, nonche’
le disposizioni in materia di regolazione della qualita’ del servizio
di trasporto e di qualita’ del gas trasportato.

Art. 3.
Obblighi dei soggetti gestori delle Reti di Trasporto Regionale
1. Al fine della efficiente e sicura gestione delle Reti di
Trasporto Regionale, i soggetti gestori, ai sensi di quanto stabilito
all’art. 2, comma 4, del decreto ministeriale 29 settembre 2005,
devono possedere adeguate conoscenze e capacita’ tecniche per
l’esercizio delle reti, e garantire livelli e standard qualitativi e
di sicurezza a tutela dei clienti direttamente allacciati alle
medesime reti.
2. I soggetti gestori delle Reti di Trasporto Regionale sono
tenuti, ai sensi di quanto stabilito all’art. 2, comma 6, del decreto
di cui al comma 1, ad assicurare i livelli essenziali di qualita’ e
sicurezza relativi alla fornitura ai clienti finali, quali
l’odorizzazione del gas nel caso di riconsegna diretta del gas a
clienti finali civili, e l’assicurazione contro gli incidenti da gas.

Art. 4.
Aggiornamento dei dati relativi alle Reti di Trasporto Regionale
1. I soggetti gestori di Reti di Trasporto Regionale devono
presentare al Ministero, entro il 31 gennaio di ogni anno, istanza di
aggiornamento delle infrastrutture aventi stato di consistenza
riferito alla data di chiusura dell’esercizio dell’anno precedente.
2. Il Ministero si esprime entro il successivo 31 marzo, sentita
l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas, e la Regione o le
Regioni interessate.
3. L’aggiornamento delle Reti di Trasporto Regionale entra in
vigore il 1° ottobre dell’anno in cui e’ stata presentata istanza di
aggiornamento e si riferisce alle infrastrutture aventi stato di
consistenza riferito alla data di chiusura dell’esercizio dell’anno
precedente a quello relativo alla presentazione della medesima
istanza.

Art. 5.
Pubblicazione
1. Il presente decreto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana, nel Bollettino ufficiale degli idrocarburi e
della geotermia e nel sito internet del Ministero dello sviluppo
economico, entra in vigore dal giorno successivo alla data della
pubblicazione.
2. Gli allegati citati nel presente decreto sono pubblicati nel
sito Internet del Ministero dello sviluppo economico
Roma, 22 aprile 2008
Il Ministro: Bersani
Registrato alla Corte dei conti l’8 maggio 2008
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 2, foglio n. 108

Allegato A

—-> Vedere immagini da pag. 5 a pag. 102 Vedere
immagini da pag. 103 a pag. 192 Vedere immagini da pag. 193 a pag.
230 Vedere immagine a pag. 231 Vedere immagine a pag. 232
Vedere immagine a pag. 233 Vedere immagini da pag. 234 a pag. 249
Vedere immagine a pag. 250 Vedere immagine a pag. 251

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 22 aprile 2008

Ingegneri.info