MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO - 24 gennaio 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO – 24 gennaio 2008

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO - 24 gennaio 2008 - Definizione degli atti che devono essere depositati da parte delle organizzazioni che esercitano l'impresa sociale presso il registro delle imprese, e delle relative procedure, ai sensi dell'articolo 5, comma 5, del decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155. (GU n. 86 del 11-4-2008 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 24 gennaio 2008 –

Definizione degli atti che devono essere depositati da parte delle
organizzazioni che esercitano l’impresa sociale presso il registro
delle imprese, e delle relative procedure, ai sensi dell’articolo 5,
comma 5, del decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155.

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

ed

IL MINISTRO DELLA SOLIDARIETA’ SOCIALE

Vista la legge 13 giugno 2005, n. 118, recante delega al Governo
concernente la disciplina dell’impresa sociale;
Visto il decreto legislativo 24 marzo 2006, n. 155, recante la
disciplina dell’impresa sociale;
Visto, in particolare, l’art. 5, comma 5, del citato decreto
legislativo n. 155 del 2006, il quale prevede che con decreto del
Ministro delle attivita’ produttive e del Ministro del lavoro e delle
politiche sociali siano definiti gli atti che devono essere
depositati presso il registro delle imprese da parte
dell’organizzazione che esercita l’impresa sociale e le procedure
connesse;
Vista la legge 29 dicembre 1993, n. 580, concernente il
riordinamento delle camere di commercio, industria, artigianato e
agricoltura;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 dicembre 1995,
n. 581, recante il regolamento di attuazione dell’art. 8 della
predetta legge n. 580 del 1993;
Vista la legge 24 novembre 2000, n. 340, concernente la legge di
semplificazione per l’anno 1999, ed, in particolare, l’art. 31 sugli
strumenti di informazione informatica;

Decretano:

Art. 1.

Ambito di applicazione

1. Ai sensi dell’art. 5, comma 5, del decreto legislativo 24 marzo
2006, n. 155, sono definite le procedure per il deposito degli atti
presso il registro delle imprese da parte delle organizzazioni che
esercitano l’impresa sociale e per l’accesso a tali atti da parte del
Ministero della solidarieta’ sociale e dell’Agenzia per le
organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale.

Art. 2.

Atti e documenti da depositare

1. Le organizzazioni che esercitano l’impresa sociale, per
l’iscrizione in apposita sezione, depositano per via telematica o su
supporto informatico, presso l’ufficio del registro delle imprese
nella cui circoscrizione e’ stabilita la sede legale, i seguenti atti
e documenti:
a) l’atto costitutivo, lo statuto e ogni successiva
modificazione;
b) un documento che rappresenti adeguatamente la situazione
patrimoniale ed economica dell’impresa;
c) il bilancio sociale, di cui all’art. 10, comma 2, del citato
decreto legislativo n. 155 del 2006, redatto secondo le linee guida
emanate con apposito decreto del Ministro della solidarieta’ sociale,
sentita l’Agenzia per le organizzazioni non lucrative di utilita’
sociale;
d) per i gruppi di imprese sociali, i documenti in forma
consolidata, di cui alle lettere b) e c), oltre all’accordo di
partecipazione e ogni sua modificazione;
e) ogni altro atto o documento previsto dalla vigente normativa.
I documenti di cui alle lettere b) e d) dovranno essere redatti
secondo gli schemi di bilancio di esercizio che l’Agenzia per le
organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale predispone e rende
pubblici entro novanta giorni dalla data di pubblicazione nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del presente decreto.
2. Per l’attribuzione dei codici di attivita’ economiche alle
imprese sociali viene utilizzata la classificazione ICNPO
(International Classification of Non Profit Organizations) elaborata
dalle Nazioni Unite nel 2003, raccordata con la classificazione
NACE-Ateco.
3. Il deposito viene effettuato entro trenta giorni dal verificarsi
dell’evento, fatti salvi gli altri obblighi di legge per la
definizione dei tempi di redazione e deposito, utilizzando i modelli
approvati dal Ministero dello sviluppo economico per la presentazione
delle domande all’ufficio del registro delle imprese.
4. In caso di operazioni di trasformazione, fusione, scissione e
cessione di azienda, sono depositati, oltre ai documenti previsti
dalla normativa civilistica, i documenti previsti dal decreto del
Ministro della solidarieta’ sociale di cui all’art. 13, comma 2, del
citato decreto legislativo n. 155 del 2006, nel termine di trenta
giorni dalla delibera di trasformazione, fusione e scissione o
dall’avvenuta cessione.
5. Il Ministero della solidarieta’ sociale e l’Agenzia per le
organizzazioni non lucrative di utilita’ sociale accedono in via
telematica alle informazioni e agli atti depositati.

Art. 3.

Controlli dell’ufficio del registro delle imprese

1. L’ufficio del registro delle imprese che riceve la domanda di
deposito presentata dall’organizzazione che esercita l’impresa
sociale ne verifica la completezza formale prima di procedere
all’iscrizione nella apposita sezione.
2. L’ufficio del registro delle imprese, nel caso in cui ne ravvisi
la necessita’, puo’ invitare l’organizzazione che esercita l’impresa
sociale a completare, modificare o integrare la domanda entro un
congruo termine, trascorso il quale, con provvedimento motivato,
rifiuta il deposito dell’atto nella sezione delle imprese sociali.
Il presente decreto sara’ trasmesso ai competenti organi di
controllo.
Roma, 24 gennaio 2008

Il Ministro dello sviluppo economico
Bersani

Il Ministro della solidarieta’ sociale
Ferrero

Registrato alla Corte dei conti il 4 marzo 2008
Ufficio di controllo atti Ministeri delle attivita’ produttive,
registro n. 1, foglio n. 200

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO – 24 gennaio 2008

Ingegneri.info