MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 25 giugno 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 25 giugno 2008

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO 25 giugno 2008 - Autorizzazione all'«OCI Organismo Certificazione Impianti S.r.l.», in Brescia, ad emettere certificazione CE di conformita' ai requisiti essenziali di sicurezza per le attrezzature a pressione. (GU n. 159 del 9-7-2008 )

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 25 giugno 2008

Autorizzazione all’«OCI Organismo Certificazione Impianti S.r.l.», in
Brescia, ad emettere certificazione CE di conformita’ ai requisiti
essenziali di sicurezza per le attrezzature a pressione.

IL DIRETTORE GENERALE
per la vigilanza e la normativa tecnica

Vista la direttiva 97/23/CE concernente il ravvicinamento delle
legislazioni degli Stati membri relative alle attrezzature in
pressione;
Visto il decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, supplemento
ordinario n. 91 del 18 aprile 2000, di attuazione della direttiva
97/23/CE relativa alle attrezzature a pressione
Visto l’art. 10 del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93 che
prevede le diverse categorie di prodotto ai fini della valutazione di
conformita’;
Visto il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, del 7 febbraio 2001 concernente le linee guida che
individuano i criteri per la designazione degli organismi di cui agli
articoli 11, 12, 13, 14 del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n.
93;
Vista la direttiva del Ministro delle attivita’ produttive del
19 dicembre 2002, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana n. 77 del 2 aprile 2003, concernente la
documentazione da produrre per l’autorizzazione degli Organismi alla
certificazione CE;
Vista l’istanza del 23 novembre 2006, acquisita in atti il
1° dicembre 2006 al n. 69992, con la quale la societa’ «OCI Organismo
Certificazione Impianti S.r.l.», con sede legale in via S.
Eustacchio, 12/d – Brescia ha richiesto l’autorizzazione alla
certificazione CE relativa alle attrezzature a pressione;
Vista la nota del 3 luglio 2007, acquisita in atti il 20 luglio
2007 al n. 42484, con cui la societa’ «OCI Organismo Certificazione
Impianti S.r.l.», con sede legale in via S. Eustacchio, 12/d –
Brescia, ha integrato la documentazione inviata precedentemente;
Acquisiti gli ulteriori elementi integrativi trasmessi dalla
societa’ richiedente con nota del 19 giugno 2008. In atti il 19
giugno 2008 al protocollo n. 0005362.
Considerato che la societa’ «OCI Organismo Certificazione Impianti
S.r.l.», con sede legale in via S. Eustacchio, 12/d – Brescia, ha
dichiarato di essere in possesso dei requisiti minimi di cui
all’allegato IV del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93;

Decreta:

Art. 1.

1. La societa’ «OCI Organismo Certificazione Impianti S.r.l.», con
sede legale in via S. Eustacchio, 12/d – Brescia e’ autorizzata in
conformita’ all’articolo 12 del decreto legislativo 25 febbraio 2000,
n. 93 ad emettere certificazione CE di conformita’ ai requisiti
essenziali di sicurezza per le attrezzature a pressione applicando le
procedure di valutazione previste per le categorie II, III e IV di
cui all’art. 10 del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93,
secondo le procedure previste dai seguenti moduli:
Modulo A1 – Controllo di fabbricazione interno e sorveglianza
della verifica finale;
Modulo B – esame CE del tipo;
Modulo C1 – conformita’ al tipo;
Modulo F – verifica su prodotto;
Modulo G – Verifica CE di un unico prodotto;

Art. 2.

1. La presente autorizzazione ha la validita’ di tre anni.
2. Gli oneri relativi al rilascio ed al mantenimento
dell’autorizzazione di cui al comma precedente sono a carico della
societa’ OCI Organismo Certificazione Impianti S.r.l., con sede
legale in via S. Eustacchio, 12/d – Brescia; per la determinazione di
tali oneri si applicano le disposizioni dell’art. 47 della legge
6 febbraio 1996, n. 52, recante disposizioni per l’adempimento di
obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunita’
europee – legge comunitaria 1994.
3. La certificazione CE di cui al precedente articolo deve essere
effettuata secondo le forme, modalita’ e procedure stabilite nei
pertinenti articoli del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93.
4. Il mancato esercizio, da parte dell’Organismo, dell’attivita’ di
certificazione, per un periodo superiore ai sei mesi, comporta la
decadenza dell’autorizzazione, come previsto dall’art. 5 della
direttiva 19 dicembre 2002 del Ministro delle attivita’ produttive,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 77
del 2 aprile 2003.
5. Gli estremi delle certificazioni rilasciate sono riportate in
apposito registro.
6. Con periodicita’ trimestrale, copia integrale delle
certificazioni rilasciate, e’ inviata su supporto magnetico, al
Ministero dello sviluppo economico – dipartimento per la regolazione
del mercato – Direzione generale per la vigilanza e la normativa
tecnica, Ufficio VII.
7. Tutti gli atti relativi all’attivita’ di certificazione, ivi
compresi i rapporti di prova sono conservati a cura della societa’
OCI Organismo Certificazione Impianti S.r.l., con sede legale in via
S. Eustacchio, 12/d – Brescia, per un periodo non inferiore a dieci
anni.

Art. 3.

1. Entro il periodo di validita’ della presente autorizzazione il
Ministero dello sviluppo economico – dipartimento per la regolazione
del mercato – Direzione generale per la vigilanza e la normativa
tecnica – si riserva la facolta’ di verifica della permanenza dei
requisiti per la certificazione, disponendo appositi controlli.
2. Qualsiasi variazione nello stato di diritto o di fatto,
rilevante ai fini del mantenimento dei requisiti di cui all’allegato
IV del decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93, deve essere
tempestivamente comunicato al Ministero dello sviluppo economico –
dipartimento per la regolazione del mercato – Direzione generale per
la vigilanza e la normativa tecnica – Ufficio VIII.
3. Ove nel corso dell’attivita’, anche a seguito dei previsti
controlli, venga accertata la inadeguatezza delle capacita’ tecniche
e professionali o si constati che, per la mancata osservanza dei
criteri minimi fissati nell’allegato IV del decreto legislativo
25 febbraio 2000, n. 93, e di quelli fissati dal decreto del Ministro
dell’Industria, del commercio e dell’artigianato, del 7 febbraio 2001
e dalla direttiva del Ministro delle attivita’ produttive del
19 dicembre 2002, si procede alla revoca della presente
autorizzazione.
Il presente decreto e’ pubblicato per estratto nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana ed entra in vigore il giorno
successivo alla sua pubblicazione.
Roma, 25 giugno 2008
Il direttore generale: Mancurti

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO 25 giugno 2008

Ingegneri.info