MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO - 27 febbraio 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO – 27 febbraio 2008

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - DECRETO - 27 febbraio 2008 - Elenco dei progetti ammissibili alle agevolazioni per lo sviluppo delle attivita' di commercio elettronico, di cui all'articolo 103, commi 5 e 6, della legge 23 dicembre 2000, n. 388 (IV bando 2006). (GU n. 81 del 5-4-2008 - Suppl. Ordinario n.81)

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

DECRETO 27 febbraio 2008 –

Elenco dei progetti ammissibili alle agevolazioni per lo sviluppo
delle attivita’ di commercio elettronico, di cui all’articolo 103,
commi 5 e 6, della legge 23 dicembre 2000, n. 388 (IV bando 2006).

IL DIRETTORE GENERALE PER IL SOSTEGNO
ALLE ATTIVITA’ IMPRENDITORIALI
Visto l’art. 103, commi 5 e 6 della legge 23 dicembre 2000, n.
388, che tra l’altro, prevede la concessione e la liquidazione di
agevolazioni sotto forma di credito di imposta per lo sviluppo delle
attivita’ di commercio elettronico;
Vista la Convenzione del 27 luglio 2001, e successive modifiche
ed integrazioni, che regola i rapporti inerenti lo svolgimento del
servizio aggiudicato mediante gara per licitazione privata indetta
con bando pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del
13 marzo 2001, serie S 50, per la gestione amministrativa degli
interventi al Gestore costituito dal Raggruppamento temporaneo di
imprese composto da MCC S.p.a., Banco di Sicilia S.p.a. ed IRFIS –
Mediocredito della Sicilia S.p.a. (nel seguito chiamato Gestore);
Vista la circolare del Ministro delle attivita’ produttive, ora
Ministro dello sviluppo economico, del 10 marzo 2006, n. 946056,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 118
del 23 maggio 2006;
Visto l’art. 3 del decreto del direttore generale per il
coordinamento degli incentivi alle imprese del 1° dicembre 2006,
pubblicato nel supplemento ordinario n. 28 della Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 27 del 2 febbraio 2007, che prevede
l’obbligo, per le imprese non consorziate ne’ associate elencate
nell’allegato 3, risultate ammesse con agevolazione ridotta, di
comunicare al Gestore, entro due mesi dalla data di pubblicazione del
decreto medesimo (quindi entro il 2 aprile 2007) l’adesione al
riparto nella minor misura prevista, stabilendo, in caso di mancata
adesione entro tale termine, la decadenza delle relative domande di
prenotazione;
Considerato che il decreto di cui sopra non ha previsto
specifiche disposizioni in ordine alla circostanza che le economie
rivenienti dalla mancata adesione delle imprese al riparto sarebbero
state destinate ad incrementare le risorse da destinare alle imprese
che invece avevano manifestato la volonta’ di aderire al medesimo
riparto, realizzando i progetti di investimento ammissibili;
Considerato che, pertanto, il Ministero dello sviluppo economico
– Direzione generale coordinamento incentivi alle imprese, con
lettera all’MCC n. 32 del 21 giugno 2007, in relazione alla possibile
criticita’ del meccanismo di cui all’art. 3 del decreto 1° dicembre
2006, ha invitato il Gestore a voler comunicare a tutte le imprese
non consorziate ne’ associate elencate nell’allegato 3 del predetto
decreto e che non avevano aderito al riparto nei termini prescritti,
la possibilita’ di esprimere la loro adesione entro il termine di
venti giorni dalla comunicazione, rendendo esplicita alle stesse la
possibilita’ di un riparto piu’ favorevole, tenuto conto delle
economie derivanti dalle mancate adesioni;
Considerato che, secondo quanto precisato dal Gestore, tale
comunicazione e’ stata inviata con e-mail del 10 agosto 2007, con
termine per manifestare l’adesione fissato al 30 agosto 2007 e che al
primo invio ne sono seguiti altri, nel periodo di settembre-dicembre
2007, nei confronti di tutte quelle imprese per le quali si e’ reso
necessario reperire un indirizzo e-mail diverso da quello conosciuto
dal Gestore, risultato non esatto a seguito del primo invio;
Tenuto conto che, in pendenza dell’espletamento dei predetti
adempimenti, si e’ di fatto determinata una sospensione tecnica non
inferiore a sei mesi del termine previsto al paragrafo 4.1. della
circolare 10 marzo 2006, n. 946056 e che il Gestore ha provveduto ad
effettuare, nel frattempo un riesame istruttorio di tutti i progetti
di cui al decreto del direttore generale per il coordinamento degli
incentivi alle imprese del 1° dicembre 2006;
Vista la lettera n. 001516 del 14 gennaio 2008, con la quale
l’MCC S.p.a. ha trasmesso l’elenco dei progetti risultati ammissibili
alle agevolazioni in oggetto presentati dalle imprese non consorziate
ne’ associate, e per i quali e’ pervenuta al Gestore l’adesione al
riparto di cui all’art. 3 del decreto del direttore generale del
coordinamento per gli incentivi alle imprese del 1° dicembre 2006;
Viste anche le ulteriori delucidazioni fornite dall’MCC S.p.a.
con e-mail del 21 febbraio 2008, riguardanti fra l’altro anche la
verifica del rispetto dei limiti prescritti dalla normativa «de
minimis»;
Considerata la necessita’ di procedere alla rettifica dell’elenco
n. 3 allegato al decreto del 1° dicembre 2006, alla luce delle
risultanze di cui sopra, e alla conseguente approvazione di un nuovo
elenco, che sostituisce il precedente;
Decreta:
Articolo unico
1. Per i motivi di cui alle premesse, l’elenco di cui
all’allegato n. 3 del decreto del direttore generale per il
coordinamento degli incentivi alle imprese del 1° dicembre 2006,
pubblicato nel supplemento ordinario n. 28 della Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana n. 27 del 2 febbraio 2007, serie generale
n. 27, e’ sostituito dall’allegato n. 1 al presente decreto, di cui
costituisce parte integrante, contenente l’elenco dei progetti
ammissibili alle agevolazioni «e-commerce» di cui all’art. 103
comma 5 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, presentati dalle
imprese non consorziate, ne’ associate, trasmesso dal Gestore con
nota n. 1516 del 14 gennaio 2008.
2. Dalla data di pubblicazione del presente decreto nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana sono dichiarate decadute
in via definitiva le domande di prenotazione delle imprese che non
abbiano trasmesso al Gestore la dichiarazione di adesione al riparto
nei termini previsti, salvo che le stesse imprese provvedano ad
inviare al Gestore, nel termine perentorio di venti giorni dalla
predetta pubblicazione, copia della documentazione comprovante
l’invio della dichiarazione di adesione al riparto nei termini
prescritti.
3. Con separato provvedimento e relativi allegati si prendera’
atto dell’elenco relativo ai progetti privi dei requisiti di
ammissibilita’ ovvero non agevolabili per decadenza o rinuncia da
parte dell’impresa beneficiaria, nonche’ dell’elenco dei progetti per
i quali non e’ pervenuta l’adesione al riparto.
Il presente decreto sara’ trasmesso all’Ufficio centrale di
bilancio per il visto e la registrazione e verra’ pubblicato sui siti
Internet del Ministero dello sviluppo economico e del Gestore.
Roma, 27 febbraio 2008
Il direttore generale: Cinti

Allegato

—-> Vedere allegato da pag. 7 a pag. 59

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO – DECRETO – 27 febbraio 2008

Ingegneri.info