MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - DECRETO 28 marzo 2008 | Ingegneri.info

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI – DECRETO 28 marzo 2008

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI - DECRETO 28 marzo 2008 - Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale. (GU n. 114 del 16-5-2008 - Suppl. Ordinario n.127)

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI

DECRETO 28 marzo 2008

Linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei
luoghi di interesse culturale.

IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI
Visti gli articoli 3, comma 2 e 9 della Costituzione;
Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, recante
«Istituzione del Ministero per i beni e le attivita’ culturali», come
modificato dal decreto legislativo 8 gennaio 2004, n. 3;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 novembre
2007, n. 233, recante «Regolamento di riorganizzazione del Ministero
per i beni e le attivita’ culturali, a norma dell’art. 1, comma 404,
della legge 27 dicembre 2006, n. 296»;
Visto il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, recante il
«Codice dei beni culturali e del paesaggio ai sensi dell’art. 10
della legge 6 luglio 2002, n. 137», e successive modifiche ed
integrazioni, di seguito denominato «Codice»; ed in particolare gli
articoli 3 e 6 che individuano nella fruizione pubblica del
patrimonio culturale italiano il fine istituzionale delle attivita’
di tutela e valorizzazione dello stesso, nonche’ l’art. 4 che
stabilisce che le funzioni di tutela del patrimonio culturale sono
attribuite allo Stato ed esercitate dal Ministero per i beni e le
attivita’ culturali;
Visto altresi’ l’art. 29, comma 5 del predetto Codice, il quale
dispone che il Ministero per i beni e le attivita’ culturali
definisce, anche con il concorso con le regioni e con la
collaborazione delle universita’ e degli istituti di ricerca
competenti, linee di indirizzo, norme tecniche, criteri e modelli di
intervento in materia di conservazione dei beni culturali;
Visto il decreto del Ministro per i beni e le attivita’ culturali
del 26 febbraio 2007 istitutivo della «Commissione per l’analisi
delle problematiche relative alla disabilita’ nello specifico settore
dei beni e delle attivita’ culturali», nonche’ i successivi decreti
integrativi del 29 novembre 2007 e del 30 gennaio 2008;
Premesso che e’ necessario garantire ad ogni cittadino la
possibilita’ di accesso e fruizione del patrimonio culturale
italiano, nonche’ favorirne la conoscenza, anche per finalita’ di
sviluppo della cultura, ai sensi dell’art. 9 della Costituzione;
Premesso che l’integrazione delle persone con disabilita’ nella
vita quotidiana rientra nel piu’ ampio principio di uguaglianza
garantito dall’art. 3 della Costituzione e che le problematiche
relative all’integrazione e all’individuazione di percorsi di
progettazione utili ad abbattere le barriere materiali e culturali
sono state oggetto di attenzione da parte dell’Organizzazione delle
Nazioni Unite sin dal 1992, del Parlamento europeo e della
Commissione nonche’ del Consiglio d’Europa;
Premesso che la Convenzione dei diritti delle persone con
disabilita’, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il
13 dicembre 2006, prevede all’art. 30 una specifica attenzione per il
settore della vita culturale e per l’accesso delle persone con
disabilita’ al patrimonio culturale;
Premesso che l’Istituto per la classificazione internazionale del
funzionamento, della disabilita’ e della salute (ICF) ha favorito
l’evolversi del concetto di disabilita’, dal modello medico a quello
bio-psico-sociale, richiamando l’attenzione sulle possibilita’ di
partecipazione, negate o favorite dalle condizioni ambientali e
inducendo pertanto gli operatori pubblici e privati alla
individuazione ed alla conduzione di azioni positive per assicurare
la efficace e piena integrazione di tutti i cittadini e la loro
partecipazione alla vita sociale in ogni suo aspetto, ivi compreso
quello culturale;
Premesso che le azioni positive svolte per garantire
l’accessibilita’ al patrimonio culturale italiano possono costituire
anche un mezzo per favorire lo sviluppo civile ed economico del
Paese;
Considerato che la fruizione pubblica del patrimonio culturale
italiano, ai sensi dell’art. 3 del Codice dei beni culturali e del
paesaggio, e’ il fine istituzionale delle attivita’ di tutela e
valorizzazione esplicate con riguardo a detto patrimonio;
Considerato altresi’ che l’applicazione delle normative vigenti
in materia di superamento delle barriere architettoniche e’ elemento
costitutivo di qualunque tipo di intervento di tutela e
valorizzazione del patrimonio culturale italiano;
Rilevato che ai sensi del comma 2 dell’art. 1 del decreto del
Ministro per i beni e le attivita’ culturali del 26 febbraio 2007 tra
i compiti della «Commissione per l’analisi delle problematiche
relative alla disabilita’ nello specifico settore dei beni e delle
attivita’ culturali» rientra la predisposizione di linee guida di
intervento da tradurre in strumenti operativi volti a favorire
l’accessibilita’ ai beni e alle attivita’ culturali alle persone con
disabilita’;
Rilevato altresi’ che ai sensi dell’art. 2 del suddetto decreto e
delle successive integrazioni la «Commissione per l’analisi delle
problematiche relative alla disabilita’ nello specifico settore dei
beni e delle attivita’ culturali» risulta costituita da dirigenti del
Ministero per i beni e le attivita’ culturali, rappresentanti delle
universita’, esperti della materia, rappresentanti delle associazioni
del settore;
Rilevato che la suddetta Commissione ha evidenziato quale
obiettivo prioritario da perseguire la definizione di indirizzi
operativi per garantire l’accessibilita’ e fruibilita’ agli istituti
e luoghi della cultura nel rispetto delle istanze della tutela e
valorizzazione degli stessi;
Valutato il documento predisposto in tal senso nell’ambito dalla
suddetta Commissione dal titolo «Linee guida per il superamento delle
barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale»;
Acquisito il parere della Conferenza Stato-regioni in data
26 marzo 2008;
Decreta:
Art. 1.
Sono approvate le linee guida per il superamento delle barriere
architettoniche negli istituti e luoghi della cultura, come definite
nell’allegato A del presente decreto, del quale costituisce parte
integrante e sostanziale.
Roma, 28 marzo 2008
Il Ministro: Rutelli

Allegato A

—-> Vedere allegato da pag. 7 a pag. 56

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI – DECRETO 28 marzo 2008

Ingegneri.info