ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 Novembre 2007 | Ingegneri.info

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 Novembre 2007

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 Novembre 2007 - Disposizioni urgenti di protezione civile. (Ordinanza n. 3631). (GU n. 281 del 3-12-2007 )

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 Novembre 2007

Disposizioni urgenti di protezione civile. (Ordinanza n. 3631).

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Visto l’art. 5, commi 2 e 3 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Visto l’art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;
Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;
Vista l’ordinanza di protezione civile n. 3620 del 17 settembre
2007 emanata per contrastare il fenomeno dell’immigrazione
clandestina, nonche’ la nota del 5 novembre 2007 del Ministero
dell’interno;
Considerato che il giorno 15 agosto 2007 il territorio della
Repubblica del Peru’ e’ stato colpito da terremoto che ha determinato
la distruzione di oltre 39 mila abitazioni nonche’ gravi danni e il
decesso di oltre 500 persone;
Vista la nota del 25 settembre 2007 del Ministero degli affari
esteri;
Ravvisata, la necessita’ di assicurare il concorso dello Stato
italiano nelle iniziative di soccorso della predetta popolazione,
anche allo scopo di contribuire al ritorno alle normali condizioni di
vita;
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
2 dicembre 2005, concernente la dichiarazione di “grande evento” nel
territorio della provincia di Varese per i “Campionati del Mondo di
ciclismo su strada 2008” e la successiva ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri n. 3514 del 19 aprile 2006 e successive
modificazioni ed integrazioni;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3573
del 16 marzo 2007 relativa al movimento franoso nel territorio del
comune di Mussomeli (Caltanissetta);
Vista la nota del 25 settembre 2007 del Commissario delegato –
Prefetto di Caltanissetta nonche’ la nota della Regione siciliana del
18 ottobre 2007;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3430
del 2 maggio 2005 relativa agli eccezionali eventi meteorologici
verificatisi il giorno 17 settembre 2003 nel territorio della
provincia di Siracusa;
Vista la nota n. 20040000484 del 14 settembre 2006 del Commissario
delegato – Prefetto di Siracusa, nonche’ la nota n. 42649 del
18 ottobre 2007 del presidente della Regione siciliana;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3483
del 22 dicembre 2005 relativa agli eccezionali eventi meteorologici
verificatisi il giorno 17 settembre 2003 nel territorio della
provincia di Catania;
Vista la nota n. 919 del 30 luglio 2007 del Commissario delegato –
Prefetto di Catania, nonche’ la nota n. 42649 del 18 ottobre 2007 del
presidente della Regione siciliana;
Vista la nota del 13 novembre 2007 dei presidenti delle regioni
Marche e Umbria;
Vista l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3628
del 16 novembre 2007;
Vista la nota del 6 agosto 2007, con cui il Commissario delegato –
presidente della regione Puglia ai sensi dell’ordinanza di protezione
civile n. 3568 del 2007, nonche’ la nota del 1° settembre 2007 del
prefetto di Lecce in ordine al rischio di carattere
igienico-ambientale nell’area dei comuni della provincia di Lecce;
Su proposta del Capo del Dipartimento della protezione civile della
Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Dispone:
Art. 1.
1. Allo scopo di consentire l’espletamento delle iniziative
previste dall’art. 1 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei
Ministri n. 3620 del 12 ottobre 2007 e’ autorizzata l’apertura di
apposita contabilita’ speciale intestata al direttore centrale dei
servizi civili per l’immigrazione e l’asilo del Dipartimento per le
liberta’ civili e l’immigrazione del Ministero dell’interno.

Art. 2.
1. Nell’ambito delle iniziative di solidarieta’ internazionale da
adottarsi in favore della Repubblica del Peru’, colpita dagli eventi
sismici del 15 agosto 2007, il Dipartimento della protezione civile
della Presidenza del Consiglio dei Ministri assume le iniziative ed
effettua gli interventi di carattere umanitario utili a consentire il
soccorso alla popolazione, avvalendosi delle risorse umane e
materiali all’uopo necessarie.
2. A tal fine il medesimo Dipartimento della protezione civile e’
autorizzato a rimborsare la somma di euro 110.000,00 al Ministero
degli affari esteri – Direzione generale per la cooperazione e lo
sviluppo, come quota parte delle spese sostenute per il trasporto
umanitario effettuato per fronteggiare il contesto calamitoso in
questione.
3. Agli oneri derivanti dall’attuazione del presente articolo si
provvede a carico del Fondo della protezione civile che presenta le
occorrenti disponibilita’.

Art. 3.
1. Per l’espletamento delle necessarie iniziative finalizzate alla
realizzazione del grande evento Varese 2008, ed al fine indennizzare
la Societa’ varesina incremento corse e cavalli S.p.A. concessionaria
dell’ippodromo di Varese, e’ assegnata, a valere sulle risorse di cui
all’art. 1, comma 101, della legge 23 dicembre 2005, n. 266, la somma
di euro 230.000,00.
2. Tenuto conto di quanto previsto nel Piano delle opere approvato
dal Commissario delegato in data 21 febbraio 2007 e da quanto
stabilito dalla Commissione generale d’indirizzo alla stregua del
verbale del 22 gennaio 2007, la somma di 8 milioni di euro stanziata
ai sensi dell’art. 3, comma 2, dell’ordinanza del Presidente del
Consiglio dei Ministri n. 3565 del 16 febbraio 2007, e’ ridotta a
euro 7.638.436,00.
3. Le risorse di cui al comma 2 nonche’ quelle stanziate ai sensi
dell’art. 5 dell’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri
n. 3565 del 16 febbraio 2007 in favore dell’Ufficio territoriale di
Governo – Prefettura di Varese, sono trasferite sulle contabilita’
speciali intestate al prefetto di Varese ed al presidente della
provincia di Varese in deroga alle vigenti disposizioni in materia di
contabilita’ speciale.
4. Le economie derivanti dalle assegnazioni delle risorse
finanziarie stanziate ai sensi dell’art. 1, comma 101, della legge
23 dicembre 2005, n. 266, potranno essere utilizzate dagli enti
beneficiari ricompresi nel Piano delle opere approvato dal
Commissario delegato, previa intesa con il Dipartimento della
protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Art. 4.
1. Al fine di consentire l’espletamento di tutte le iniziative
necessarie al rientro nell’ordinario rispetto al contesto di
criticita’ determinatosi a seguito del movimento franoso verificatisi
il giorno 2 febbraio 2005 nel territorio del comune di Mussomeli, il
prefetto di Caltanissetta, e’ confermato, fino al 31 marzo 2008,
nell’incarico di Commissario delegato ai sensi dell’ordinanza di
protezione civile n. 3573 del 16 marzo 2007.

Art. 5.
1. I prefetti di Catania e Siracusa sono confermati, fino al
31 marzo 2008, Commissari delegati per il proseguimento in regime
ordinario delle iniziative poste in essere ai sensi delle ordinanze
di protezione civile n. 3483 del 2005 e n. 3430 del 2005.
2. Entro il termine indicato al comma 1, i Commissari delegati
provvedono al trasferimento, alle amministrazioni ed agli enti
ordinariamente competenti, gia’ nominati soggetti attuatori degli
interventi e delle opere, della documentazione amministrativa e
contabile e delle residue risorse finanziarie da destinare al
completamento delle iniziative poste in essere in regime
straordinario.
3. Le amministrazioni e gli enti di cui al comma 2, oltre agli
adempimenti di natura contabile, da espletare ai sensi della
normativa vigente in materia, provvedono a trasmettere apposita
rendicontazione al Dipartimento della protezione civile della
Presidenza del Consiglio dei Ministri in ordine alle risorse
finanziarie assegnate ai sensi del comma 2.

Art. 6.
1. Al fine di porre in essere i necessari interventi di messa in
sicurezza e consolidamento del costone roccioso sovrastante lo
stabilimento delle Cartiere Miliani nel comune di Pioraco in
provincia di Macerata, in aggiunta alle risorse finanziarie messe a
disposizione dalla regione Marche e dalla provincia di Macerata, e’
assegnata la somma di 1.200.000,00 al medesimo comune con oneri a
carico del Fondo della protezione civile che presenta le occorrenti
disponibilita’.
2. Per le finalita’ di cui al comma 1 il sindaco di Pioraco
predispone un apposito Piano da sottoporre all’approvazione del
Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio
dei Ministri.
3. L’amministrazione comunale trasmette al Dipartimento della
protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri ed alla
regione Marche una dettagliata relazione corredata della
rendicontazione delle somme assegnate ai sensi del comma 1.

Art. 7.
1. Al fine di consentire la prosecuzione delle iniziative di
carattere urgente necessarie per garantire l’apertura e la piena
funzionalita’ della struttura dell’Unita’ di alto isolamento
realizzata per possibili contaminazioni biologiche, chimiche e di
altra origine presso l’Istituto nazionale per le malattie infettive
“Lazzaro …

[Continua nel file zip allegato]

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 23 Novembre 2007

Ingegneri.info