PROVVEDIMENTO 24 gennaio 2003 | Ingegneri.info

PROVVEDIMENTO 24 gennaio 2003

PROVVEDIMENTO 24 gennaio 2003 - Approvazione dei nuovi modelli di comunicazione dei dati relativi agli investimenti agevolati effettuati nelle aree svantaggiate, da effettuare ai sensi dell'art. 62, comma 1, lettere a) e b), della legge 27 dicembre 2002, n. 289. (GU n. 28 del 4-2-2003- Suppl. Ordinario n.17)

PROVVEDIMENTO 24 gennaio 2003

Approvazione dei nuovi modelli di comunicazione dei dati relativi
agli investimenti agevolati effettuati nelle aree svantaggiate, da
effettuare ai sensi dell’art. 62, comma 1, lettere a) e b), della
legge 27 dicembre 2002, n. 289.

IL DIRETTORE DELL’AGENZIA

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel
seguito del presente provvedimento;

Dispone:
1. Approvazione dei modelli di comunicazione dei dati relativi
agli investimenti agevolati effettuati nelle aree svantaggiate.
1.1. Sono approvati i seguenti modelli con le relative istruzioni
da utilizzare in sostituzione di quelli approvati con provvedimento
del 12 dicembre 2002:
a) Modello CVS, relativo alla comunicazione di cui all’art. 62,
comma 1, lettera a), della legge 27 dicembre 2002, n. 289,
concernente i dati relativi agli investimenti agevolati effettuati
nelle aree svantaggiate da parte dei soggetti che hanno conseguito
anteriormente alla data dell’8 luglio 2002 il diritto al contributo
previsto dall’art. 8 della legge 23 dicembre 2000, n. 388;
b) Modello CTS, relativo alla comunicazione di cui all’art. 62,
comma 1, lettera b), della legge 27 dicembre 2002, n. 289,
concernente i dati relativi agli investimenti agevolati effettuati
nelle aree svantaggiate da parte dei soggetti che hanno conseguito il
diritto al contributo a decorrere dall’8 luglio 2002, a seguito di
accoglimento dell’istanza presentata ai sensi del citato art. 8 della
legge 23 dicembre 2000, n. 388, come modificato dall’art. 10 del
decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138, convertito dalla legge 8 agosto
2002, n. 178.
1.2. I modelli sono composti da un frontespizio, contenente i dati
identificativi del soggetto che effettua la comunicazione e dai
quadri A e B, concernenti, rispettivamente, i dati relativi alla
struttura produttiva destinataria dell’investimento agevolato e i
dati riepilogativi.
2. Reperibilita’ dei modelli.
2.1. I modelli di cui al punto 1.1 sono resi disponibili
gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate in formato elettronico sul
sito internet www.agenziaentrate.it.
2.2. I modelli di cui al punto 1.1. possono essere altresi’
prelevati da altri siti Internet a condizione che gli stessi siano
conformi per struttura e sequenza a quelli approvati con il presente
provvedimento e rechino l’indirizzo del sito dal quale sono stati
prelevati nonche’ gli estremi del presente provvedimento.
2.3. I modelli di cui al punto 1.1 possono essere riprodotti con
stampa monocromatica realizzata in colore nero mediante l’utilizzo di
stampanti laser o di altri tipi di stampanti che comunque
garantiscano la chiarezza e l’intelligibilita’ del modello nel tempo.
2.4. E’ consentita la stampa dei modelli di cui al punto 1.1 nel
rispetto della conformita’ grafica ai modelli approvati e della
sequenza dei dati.
3. Definizione dei dati da indicare nelle comunicazioni.
3.1. I dati richiesti dall’art. 62, comma 1, lettere a) e b),
della legge n. 289 del 2002, si riferiscono agli investimenti
realizzati ed ai crediti d’imposta maturati alla data del 31 dicembre
2002 nonche’ ai crediti d’imposta utilizzati anteriormente alla
sospensione disposta con l’art. 1, comma 1, lettere a) e b), del
decreto-legge 12 novembre 2002, n. 253, e successivamente con l’art.
62, comma 1, lettere a) e b), della legge 27 dicembre 2002, n. 289.
4. Modalita’ e termini di presentazione delle comunicazioni.
4.1. Le comunicazioni di cui al punto 1.1 sono presentate, a pena
del disconoscimento del beneficio, in via telematica all’Agenzia
delle Entrate dal 31 gennaio 2003 al 28 febbraio 2003.
4.2. La presentazione telematica puo’ essere effettuata
direttamente, da parte dei soggetti abilitati dall’Agenzia delle
Entrate ovvero tramite i soggetti incaricati di cui ai commi 2-bis e
3 dell’articolo 3, del decreto del Presidente della Repubblica 22
luglio 1998, n. 322, e successive modificazioni.
4.3. La trasmissione telematica dei dati contenuti nelle
comunicazioni e’ effettuata utilizzando il prodotto di gestione
denominato “Report 388” che sara’ reso disponibile gratuitamente
dall’Agenzia delle Entrate nel sito Internet www.agenziaentrate.it.
4.4. E’ fatto comunque obbligo ai soggetti incaricati della
trasmissione telematica di rilasciare al soggetto interessato un
esemplare cartaceo della comunicazione predisposta con l’utilizzo del
prodotto informatico di cui al punto 4.3, nonche’ copia della
comunicazione dell’Agenzia delle Entrate che ne attesta l’avvenuto
ricevimento e che costituisce prova dell’avvenuta presentazione.
4.5. La comunicazione deve essere conservata a cura del soggetto
interessato, previa sua sottoscrizione a conferma dei dati ivi
contenuti.
4.6. Al Centro operativo di Pescara e’ demandata la competenza per
gli adempimenti conseguenti alla gestione delle comunicazioni di cui
al punto 1.1.
Motivazioni.
A seguito della mancata conversione in legge del decreto-legge 12
novembre 2002, n. 253, la legge 27 dicembre 2002, n. 289 (legge
finanziaria 2003) ha espressamente abrogato, con il comma 7 dell’art.
62, gli articoli 1 e 2 del decreto-legge n. 253 del 2002 ed ha
recepito, nell’art. 62, comma 1, lettere a) e b), le disposizioni
gia’ contenute nell’art. 1, comma 1, lettere a) e b), del citato
decreto-legge n. 253 del 2002, al fine di consentire
all’Amministrazione finanziaria di acquisire i dati necessari per il
monitoraggio delle agevolazioni fruite dalle imprese per gli
investimenti effettuati nelle aree svantaggiate ed effettuare
conseguentemente la pianificazione dei relativi flussi di spesa.
Il citato articolo 62, comma 1, lettera a), della richiamata legge
n. 289/2002, stabilisce, per i soggetti che hanno conseguito il
diritto al contributo nella forma di credito d’imposta, previsto
dall’articolo 8 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, anteriormente
alla data dell’8 luglio 2002, l’obbligo di effettuare un’apposita
comunicazione, a pena di decadenza dal beneficio. Tale comunicazione
deve contenere i dati concernenti le tipologie e l’ammontare degli
investimenti realizzati, gli identificativi dei contraenti con i
quali i soggetti interessati intrattengono i rapporti necessari per
la realizzazione degli stessi, le modalita’ di regolazione
finanziaria delle spese relative agli investimenti nonche’
l’ammontare dei contributi fruiti e quelli ancora da utilizzare ed
ogni altro dato utile ai fini della ricognizione degli
investimenti realizzati.
Lo stesso obbligo e’ sancito, dal medesimo art. 62, comma 1,
lettera b), della legge n. 289/2002, per i soggetti che, a decorrere
dalla predetta data dell’8 luglio 2002, hanno conseguito l’assenso
dell’Agenzia delle Entrate relativamente all’istanza presentata ai
sensi del citato art. 8 della legge n. 388 del 2000, come modificato
dal decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138, convertito, con
modificazioni, dalla legge 8 agosto 2002, n. 178.
Il citato art. 62 prevede, inoltre, che con provvedimento del
direttore dell’Agenzia delle Entrate vengano stabiliti i dati da
indicare nelle comunicazioni, i termini entro i quali le stesse
debbano essere inviate e venga approvato il modello sulla base del
quale le comunicazioni devono essere redatte.
In attuazione delle succitate disposizioni e’, pertanto, emanato
il presente provvedimento con il quale, attesa la diversita’ dei
soggetti tenuti all’invio delle comunicazioni, vengono anzitutto
approvati due distinti modelli con le relative istruzioni – mod. CVS
e mod.CTS – da utilizzare per le comunicazioni rispettivamente
previste dalla lettera a) e dalla lettera b) dell’art. 62, comma 1,
della legge n. 289 del 2002.
I predetti modelli sostituiscono pertanto quelli approvati con
provvedimento del 12 dicembre 2002, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 302 del 27 dicembre 2002.
Con il presente provvedimento vengono altresi’ precisate le
modalita’ di presentazione delle comunicazioni, stabilendo che le
stesse devono essere presentate esclusivamente in via telematica,
come gia’ previsto relativamente alle istanze cui si riferiscono le
comunicazioni della lettera b) del presente provvedimento, dal comma
1-bis dell’art. 8 della legge n. 388 del 2000, come modificato
dall’art. 10, del decreto-legge n. 138 del 2002. Per le procedure
tecniche necessarie per la trasmissione telematica, il presente
provvedimento fa rinvio ad un prodotto di gestione denominato “Report
388” che sara’ reso disponibile gratuitamente dall’Agenzia delle
Entrate nel sito Internet www.agenziaentrate.it.
In ordine agli adempimenti conseguenti alla gestione delle
predette comunicazioni, viene attribuita al Centro operativo di
Pescara la relativa competenza.
Con il presente provvedimento vengono inoltre stabiliti i termini
di invio delle comunicazioni, stabilendo che le stesse devono essere
presentate a decorrere dal 31 gennaio 2003 e fino al 28 febbraio
2003.
Con lo stesso provvedimento viene, infine, disciplinata la
reperibilita’ dei suddetti modelli di comunicazione e ne viene
autorizzata la stampa nel rispetto delle caratteristiche grafiche.
Si riportano i riferimenti normativi del presente provvedimento.
Attribuzioni del direttore dell’Agenzia delle Entrate.
Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante la riforma
dell’organizzazione del Governo, a norma dell’art. 11 della legge 15
marzo 1997, n. 59 (art. 57; art. 62; art. 66; art. 67, comma 1; art.
68, comma 1; art. 71, comma 3, lettera a); art. 73, comma 4).
Statuto dell’Agenzia delle entrate, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2001 (art. 5, comma 1; art. 6, comma
1).
Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle Entrate,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 36 del 13 febbraio 2001 (art.
2, comma 1).
Decreto del Ministro delle finanze 28 dicembre 2000, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 12 febbraio 2001, concernente
disposizioni recanti le modalita’ di avvio delle agenzie fiscali e
l’istituzione del ruolo speciale provvisorio del personale
dell’Amministrazione finanziaria, emanato a norma degli articoli 73 e
74 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300.
Disciplina normativa di riferimento.
Legge 23 dicembre 2000, n. 388, e successive modificazioni,
concernente disposizioni per la formazione del bilancio annuale e
pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2001).
Decreto-legge 8 luglio 2002, n. 138, convertito, con
modificazioni, dalla legge 8 agosto 2002, n. 178, concernente
interventi urgenti in materia tributaria, di privatizzazioni, di
contenimento della spesa farmaceutica e per il sostegno dell’economia
anche nelle aree svantaggiate.
Decreto-legge 12 novembre 2002, n. 253, concernente disposizioni
urgenti in materia tributaria.
Provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 12
dicembre 2002, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 302 del 27
dicembre 2002;
Legge 27 dicembre 2002, n. 289 (legge finanziaria 2003),
concernente disposizioni per la formazione del bilancio annuale e
pluriennale dello Stato (art. 62).
Decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, e
successive modificazioni, recante modalita’ per la presentazione
delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all’imposta
regionale sulle attivita’ produttive e all’imposta sul valore
aggiunto.
Decreto del Ministero delle finanze 31 luglio 1998, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 187 del 12 agosto 1998, concernente le
modalita’ tecniche di trasmissione telematica delle dichiarazioni e
dei contratti di locazione e di affitto da sottoporre a
registrazione, nonche’ di esecuzione telematica dei pagamenti, come
modificato dal decreto del Ministero delle finanze 24 dicembre 1999,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 306 del 31 dicembre 1999,
nonche’ del decreto del Ministero delle finanze 29 marzo 2000,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 78 del 3 aprile 2000.
Il presente provvedimento sara’ pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 24 gennaio 2003
Il direttore: Ferrara

—-> vedere Modelli da pag. 9 a pag. 32 del S.O. in formato zip/pdf

PROVVEDIMENTO 24 gennaio 2003

Ingegneri.info