Siti del circuito Teknoring


La Community degli Ingegneri Italiani · Supplemento di Tecnici.it - Quotidiano di informazione scientifica e tecnica - ISSN 2284-0109 - Anno 7 n° 56 del 22/12/2014
Cerca
  • feed
  • Commenti 773
  • tweeter2.559
  • facebook 50.841
  • 165.820 utenti registrati
  homepage/ / / Progetto Italia-Oman per ristrutturare 500 forti, torri e castelli

Progetto Italia-Oman per ristrutturare 500 forti, torri e castelli

Ance, Architetti di Roma, Restauratori d'Italia, Ministero Beni e Attività Culturali e Università La Sapienza per il progetto Ochre

Di
Pubblicato sul Canale restauro il 30 giugno 2009

Invitata dal Ministero degli Affari Esteri a partecipare il 9 giugno scorso alla Prima Commissione Mista Italia - Oman volta  a discutere le opportunità di collaborazione esistenti nel Paese relativamente a vari settori, l'Ance ha elaborato e presentato alla delegazione omanita il Progetto integrato per la cooperazione nella ristrutturazione e nella valorizzazione di parte dei 500 Forti e Castelli del Sultanato dell'Oman - denominato Progetto Ochre "Omani Cultural Heritage Resources Enhancement Project" - che è stato predisposto in collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Roma, l'Associazione Restauratori d'Italia, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l'Università "La Sapienza".

Gli interventi riguarderanno 500 Forti, Torri e Castelli, in parte di proprietà statale ed in parte privata, da restaurare e destinare ai beni culturali o da convertire in resort turistici. Tali progetti, su richiesta della delegazione omanita, dovrebbero prevedere interventi integrati fra i settori dell'istruzione, della cultura, del restauro, dell'architettura e delle costruzioni, capaci di prevedere sia corsi di formazione e trasferimento di know how, sia interventi di ristrutturazione, restauro ed infrastrutturali.

I cinque soggetti coinvolti dal progetto si sono dichiarati disponibili a studiare e discutere con i competenti Ministeri omaniti i termini pratici, magari sotto forma di un progetto pilota, di collaborazione per la riabilitazione di una parte (attualmente non quantificabile) dei 500 Forti, Torri e Castelli omanita, insieme alla ricostruzione delle infrastrutture dei trasporti e delle comunicazioni che dovrebbero collegare le strutture.

Messa a disposizione dall'Ance anche  la propria disponibilità a compiere una missione nel Sultanato dell'Oman finalizzata ad esaminare le opportunità di cooperazione esistenti e rimane in attesa di ricevere maggiori dettagli sull'intervento.

La delegazione omanita, nel manifestare un grande interesse verso la proposta italiana, ha sollecitato il Ministero degli Affari Esteri affinché fosse inserito, come poi fatto, un riferimento alla prospettata collaborazione nella Dichiarazione Congiunta della Commissione Mista Italia - Oman che è stata firmata al termine degli incontri del 9 giugno.



Articoli consigliati

  • Software più scaricati

Google+
News In Evidenza