Siti del circuito Teknoring


La Community degli Ingegneri Italiani · Supplemento di Tecnici.it - Quotidiano di informazione scientifica e tecnica - ISSN 2284-0109 - Anno 7 n° 218 del 16/04/2014
Cerca
  • feed
  • Commenti 773
  • tweeter2.013
  • facebook 43.223
  • 171.865 utenti registrati
  homepage/ / / Riforma professioni 'bocciata' dal Consiglio di Stato

Riforma professioni 'bocciata' dal Consiglio di Stato

Sono numerosi i punti di criticita' evidenziati dai giudici di Palazzo Spada nonostante il parere sia nel complesso favorevole

Di
Pubblicato sul Canale varie il 12 luglio 2012

Nel parere n. 3169 del 10 luglio 2012, il Consiglio di Stato ha evidenziato i punti critici dello schema di riforma degli ordinamenti professionali.

Dalla definizione di professione regolamentata al tirocinio, dalla formazione continua fino all’assicurazione per i professionisti sono alcune delle criticità evidenziate dai giudici di Palazzo Spada nelle 20 pagine in cui hanno analizzato i contenuti della riforma, pur esprimendo apprezzamento verso la scelta di procedere all'emanazione di un unico regolamento per tutte le professioni regolamentate.

La prima osservazione riguarda proprio la definizione di professione regolamentata e di professionista, ritenuta eccessivamente ampia. “Il concetto di professione regolamentata non può estendersi ai soggetti iscritti in albi registri o elenchi tenuti da amministrazioni o enti pubblici, ma va ricondotta solo all’inserimento in ordini, collegi o albi”.

Sul fronte del tirocinio per l’accesso alla professione, il Consiglio di Stato accoglie il limite massimo della durata del tirocinio in 18 mesi, ma ha sottolineato il fatto che “non sembra potersi trarre un obbligo di svolgimento del tirocinio per tutte le professioni regolamentate”, anche perché per alcune professioni, ad esempio gli ingegneri, per le quali oggi non è previsto alcun tirocinio obbligatorio, “allungherebbe di molto i tempi di ingresso nel mondo del lavoro”. I giudici suggeriscono di rimandare agli ordinamenti delle singole professioni la decisione sulla necessità e sulla durata del tirocinio.

Sempre nell’ambito del tirocinio, il tetto fissato in tre tirocinanti contemporaneamente, salvo deroghe, non incontra il favore di Palazzo Spada, per il quale la soglia massima non è giustificata e la possibilità di deroga, se non regolamentata in modo adeguato, rischia di generare disparità.

Secondo il Consiglio di Stato, inoltre, l'obbligatorietà dei corsi di formazione irrigidisce notevolmente lo svolgimento del tirocinio: la frequenza a tali corsi dovrebbe quindi essere facoltativa, oltre che alternativa, e non concorrente, allo svolgimento della pratica.

Per quanto riguarda la formazione continua permanente, il CdS ricorda che i percorsi formativi sono predisposti sulla base di appositi regolamenti emanati dai consigli nazionali e ritiene non coerente l’attribuzione di tale potere al ministero vigilante. Negativo il parere dei giudici anche sulla norma che sembra riservare l’attività di formazione agli ordini e ai collegi: il regolamento deve limitarsi alla definizione dei requisiti minimi dei percorsi di formazione che possono essere svolti da qualsiasi soggetto.

Il Consiglio di Stato si è espresso anche sul tema dell’assicurazione per i danni derivanti dall’esercizio dell’attività professionale, consigliando di tornare al principio originario che conferiva la possibilità a Consigli nazionali ed enti previdenziali di categoria di negoziare le condizioni generali delle polizze assicurative, piuttosto che consentire ai singoli professionisti - come prevede invece il regolamento - di stipularle direttamente con le compagnie di assicurazione.

 Scarica il parere del Consiglio di Stato

O.O.



Articoli consigliati

  • In evidenza

  • Software più scaricati
  • Strutture

    Calcolo solaio in ferro - NTC 2008

    Il foglio di calcolo effettua la verifica secondo le N.T.C. 2008 di solai con struttura portante costituita da travi in... Scaricato 6533 volte
  • Strutture

    Legno EC5

    Foglio di calcolo in excel per l'analisi statica e sismica delle strutture lignee secondo la normativa Europea EC5 e la... Scaricato 6581 volte

Google+
News In Evidenza