Siti del circuito Teknoring


La Community degli Ingegneri Italiani · Supplemento di Tecnici.it - Quotidiano di informazione scientifica e tecnica - ISSN 2284-0109 - Anno 7 n° 337 del 30/09/2014
Cerca
  • feed
  • Commenti 773
  • tweeter2.338
  • facebook 47.863
  • 166.704 utenti registrati
  homepage/ / / Terremoti e infrastrutture: il progetto Reakt

Terremoti e infrastrutture: il progetto Reakt

L'obiettivo e' sperimentare un sistema di early warning ferroviario che blocca in automatico un treno pochi secondi prima dell'arrivo del sisma

Di
Pubblicato sul Canale sicurezza il 11 ottobre 2011

Ha preso ufficialmente il via Reakt, uno dei più ambiziosi progetti di ricerca sulla riduzione dei rischi naturali in Europa, finanziato con circa 7 milioni di euro nell'ambito del VII Programma Quadro. Della durata di 36 mesi, il progetto è guidato dal centro Amra (Analisi e monitoraggio rischio ambientale scarl), presieduto dal geofisico Paolo Gasparini, e riunisce 23 partner scientifici europei provenienti da 15 Paesi.

Reakt (Strategies and tools for real time earthquake risk reduction) ha come obiettivo principale il miglioramento dell'efficienza dei metodi di mitigazione in tempo reale del rischio sismico e della loro applicabilità a strutture, infrastrutture e persone, ferrovie comprese.

Tra gli scopi del progetto, infatti, riveste un ruolo di primo piano la sicurezza del trasporto ferroviario in caso di terremoto grazie al sistema di allerta sismica early warning che può bloccare in automatico un treno pochi secondi prima dell'arrivo delle onde del terremoto. Tali sistemi sono applicati finora intensivamente soltanto in Giappone e sono serviti a contenere, per esempio, i danni provocati dal recente terremoto che ha colpito la costa orientale dell’isola di Hon-shu.

A Napoli, principale polo degli studi in questo settore, verrà sperimentata l’applicazione dell’early warning a difesa del tratto Nola-Baiano della Ferrovia Circumvesuviana, il più vicino alla faglia dell’Irpinia, ma anche presso due scuole, una a Sant’Angelo dei Lombardi, una delle zone più devastate dal terremoto dell’Irpinia del 1980, e l’altra nell’area vesuviana. Inoltre, l’Amra si occuperà di studiare l’opportunità e la fattibilità di trasformare la rete accelerometrica nazionale (RAN) del Dipartimento di Protezione Civile in una rete di early warning nazionale.

Non solo. Il progetto Reakt si spingerà anche oltre e, al fine di ridurre la vulnerabilità della popolazione urbana, si concentrerà anche sulle metodologie operative di riduzione dei rischi in tempo reale basano su previsioni sismiche fornite da modelli probabilistici. Un obiettivo è portare queste metodologie a un livello pre-operativo e, per la prima volta in assoluto, integrare early warning e metodi probabilistici, unendo tutte le componenti di un sistema di riduzione in tempo reale del rischio sismico in un unico approccio sistematico e probabilistico.

O.O.



Articoli consigliati

  • Software più scaricati
  • Strutture

    Calcolo solaio in ferro - NTC 2008

    Il foglio di calcolo effettua la verifica secondo le N.T.C. 2008 di solai con struttura portante costituita da travi in... Scaricato 10621 volte
  • Strutture

    Legno EC5

    Foglio di calcolo in excel per l'analisi statica e sismica delle strutture lignee secondo la normativa Europea EC5 e la... Scaricato 10766 volte

Google+
News In Evidenza