Addossate colpe ingiuste agli ingegneri | Ingegneri.info

Addossate colpe ingiuste agli ingegneri

wpid-384_reconstruction.jpg
image_pdf

Parlano di sciacallaggio mediatico. E assicurano che «non ci sono stati errori a priori nella costruzione delle case aquilane». Il messaggio lanciato ieri mattina, a Montesilvano, nel corso del 54° congresso nazionale degli Ordini degli Ingegneri d’Italia, da Antonio Bellizzotti, presidente dell’Ordine di Pescara, è forte e chiaro. «La progettazione degli edifici – ha detto – prende in considerazione la classificazione del territorio in relazione al rischio sismico e sono state ingiustamente addossate delle colpe agli ingegneri». Gli ha fatto eco anche il presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri, Paolo Stefanelli: «Bellizzotti ha ragione: c’è stata un’aggressione che forse rappresenta la voglia del cittadino di non credere all’ineluttabile, ma ora che l’emozione si è attenuata e vince la razionalità bisogna dire le cose come stanno.

Quello del 6 aprile – ha proseguito – è stato un terremoto di un’intensità enorme e difficilmente si può garantire in assoluto l’incolumità delle persone e degli edifici. Siamo stati messi sotto accusa come categoria per poi lasciare il testimone ai costruttori edili, che dopo di noi sono stati sottoposti al tiro a bersaglio. Con i nervi saldi abbiamo avuto tempo e modi per rappresentare la reale dimensione dell’evento e per dare una risposta agli eventi. Per primi – ha fatto notare ancora – abbiamo lavorato a un primo studio su quello che è accaduto, con considerazioni che si basano su documenti scientifici. E poi siamo andati lì, abbiamo offerto il contributo di oltre 700 ingegneri che lavorano per più di dieci ore al giorno e saranno nelle zone terremotate per altre due settimane.

Oggi siamo l’unica categoria professionale che ancora opera a L’Aquila e invia squadre». Gli ingegneri hanno poi ricordato due colleghi aquilani, Tamburro e Gioia, morti a seguito del terremoto: mentre veniva osservato un minuto di silenzio su un maxischermo scorrevano le immagini dei primi soccorsi dopo il sisma.

Fonte Il Tempo  del 23/07/2009

Copyright © - Riproduzione riservata
Addossate colpe ingiuste agli ingegneri Ingegneri.info