Bergamo 2035, la citta' intelligente del futuro | Ingegneri.info

Bergamo 2035, la citta’ intelligente del futuro

wpid-316_bergamoalta.jpg
image_pdf

Attraverso un progetto a caratteree fortemente interdisciplinare Bergamo punta a diventare un prototipo modello di ‘città del futuro’, un caso di studio di ‘smart city da portare come esempio – magari replicabile – alla platea internazionale.

Il progetto si chiama Bergamo 2.035 e, dopo essere stato avviato nel gennaio 2013, è ben descritto nello studio “Bergamo 2.035: un’idea di città in un mondo che cambia”, presentato ufficialmente presso i.lab, il centro di ricerca di Italcementi, promotore dell’iniziativa insieme a Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti e Università degli studi di Bergamo.

Il programma di ricerca, che coinvolge anche la Graduate School of Design di Harvard, punta a costruire una visione a lungo termine di sviluppo delle città e dei territori promuovendo l’uso di tecnologie e soluzioni innovative in modo congiunto a nuovi modelli sociali di responsabilità e di inclusività. I bergamaschi del futuro sono immaginati come “smarter citizens”, agenti attivi di cambiamento per il miglioramento del contesto urbano del quale fanno parte. Così Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italcementi, commenta lo studio presentato:

“La sfida che gli autori della ricerca hanno saputo individuare è quella di un approccio multi-prospettico, cogliendo le visioni, sensibilità e interessi di una pluralità di attori del territorio, che spesso mancano di occasioni per trovare una visione comune”.

I dettagli del progetto

Bergamo 2.035 è articolato intorno a sette aree principali. Nello spirito di un’interazione reciproca tra cittadinanza, istituzioni e stakeholder, i sette nuclei puntano tutti a garantire una crescita economica sostenibile insieme a una elevata qualità di vita, attraverso una gestione partecipativa e intelligente delle risorse naturali e grazie a una diffusa capacità di apprendimento e di innovazione.

Gli assi sono

– Bergamo logistica: Mobilità urbana delle merci

– Bergamo creativa: La conoscenza come motore di innovazione per l’economia e la società

– Bergamo salute: Benessere, cura e stili di vita

– Bergamo mobile: La gestione integrata della mobilità urbana sostenibile

– Bergamo consum-attore: Valorizzare e promuovere un sistema locale del cibo

– Bergamo responsabile: Il ruolo sociale dell’impresa nella comunità locale

– Bergamo tecnologica: Il ritorno della Fabbrica Urbana

Sul piano della mobilità – merci o passeggeri, il progetto punta a favorire la riduzione dell’utilizzo delle auto private a favore dello sviluppo del trasporto pubblico e della condivisione dei mezzi di trasporto, ad esempio tramite attività come il carsharing di quartiere. Parallelamente verranno sviluppati sistemi di infomobilità intelligente, si procederà alla razionalizzazione delle Ztl e verrà migliorato il sistema di piazzole di carico e scarico in centro attraverso la prenotazione elettronica.

E se il miglioramento della qualità di vita passa attraverso un modello diffuso di ‘smart community‘, diventano centrali alcuni aspetti come la promozione del benessere e di un corretto stile di vita tra i propri cittadini. Obiettivi che potranno essere raggiunti, ad esempio, tramite una maggiore integrazione dei percorsi e dei servizi sanitari e sociali o la valorizzazione delle eccellenze sanitarie presenti sul territorio, ma anche attraverso l’incentivazione di scelte salutari nel contesto cittadino.

Tra le novità più interessanti del progetto, l’introduzione dell’idea del “consum-attore” per lo sviluppo e la promozione di un sistema locale e sostenibile del cibo, che valorizza la filiera agroalimentare locale come motore per lo sviluppo sostenibile di Bergamo e delle sue aree limitrofe, riavvicinando produttori e consumatori da un lato, città e aree rurali urbane e provincia dall’altro.

In questo quadro, infine, un ruolo cruciale dovrà essere giocato dalle stesse imprese, incentivate nel fare rete tra loro, implementando pratiche di responsabilità sociale, come ad esempio investimenti congiunti per ottimizzare la gestione della logistica o della mobilità dei dipendenti, e stimolate a farsi promotrici nella sensibilizzazione dei cittadini su temi legati alla sostenibilità.

Clicca qui per accedere al portale ufficiale di Bergamo 2.035

Copyright © - Riproduzione riservata
Bergamo 2035, la citta’ intelligente del futuro Ingegneri.info