Expo 2015, arrivano i robot-trattori di Carlo Ratti | Ingegneri.info

Expo 2015, arrivano i robot-trattori di Carlo Ratti

wpid-264_rattinewholland.jpg
image_pdf

Trattori robot che falciano un campo inclinato sul tetto di un padiglione ‘scrivendo‘ la terra come fossero una stampante 3d. Tutto a emissioni zero. È la visionaria proposta elaborata dallo studio Carlo Ratti Associati con Recchi Engineering, per il padiglione di Expo 2015 della New Holland, importante multinazionale produttrice di macchine agricole.

Il padiglione, denominato “Earth Screening”, vuole rappresentare un esempio avanzato di quanto l’innovazione tecnologica possa giovare all’agricoltura, nel contesto di un Esposizione universale che, come è noto, avrà come tema principale il sistema globale dell’alimentazione. Eppure, come specifica lo studio del progettista italiano, il progetto va molto oltre il tema dei trattori auto-guidati: “L’idea ha a che fare con il modo in cui percepiamo e rispondiamo alle condizioni del suolo a uno stadio che era impossibile pensare in tempi precedenti”, spiega lo studio. “Si tratta di guardare a un futuro dove un campo agricolo può diventare come una base gigante per ‘l’agricultural printing’, con grandi vantaggi in termini di biodiversità e preservazione delle risorse”.

Oltre ai reali trattori sul tetto, il padiglione ospiterà le più importanti e recenti innovazioni in termini di automazione agricola e sostenibile sviluppate dalla New Holland. In particolare, grazie alla presenza di grandi schermi che mostreranno immagini dinamiche raccolte nel mondo, verrà generate una sorta di ‘realtà aumentata‘ che condurrà il visitatore alla scoperta dei cicli stagionali e del ‘sustainable farming’. L’energia impiegata per l’intero padiglione, compresi i trattori, sarà auto-generata sul sito. In piena linea con la sostenibilità del progetto, una volta terminata Expo 2015 il padiglione sarà smantellato e ricostruito in una nuova location, nella configurazione di ‘fattoria didattica’.

Copyright © - Riproduzione riservata
Expo 2015, arrivano i robot-trattori di Carlo Ratti Ingegneri.info