Fattorie urbane in cupole geodetiche | Ingegneri.info

Fattorie urbane in cupole geodetiche

wpid-36_future.jpg
image_pdf

Se  entro il 2050, come si pensa, l’80% di tutti gli abitanti del nostro pianeta vivranno in città, la produzione alimentare dovrà necessariamente pensare di spostarsi in città, per rimanere efficiente in termini di costi. Lo sostiene anche una società svedese-americana, la Plantagon, che ha trovato una soluzione sorprendente al problema sviluppando l’idea di  una enorme area verde urbana all’interno di una serra, una cupola geodetica: una fattoria verticale che si arrampica a spirale all’interno di una cupola sferica. E’ in questo tipo di struttura che sta la particolarità del progetto, piuttosto che nell’idea ispiratrice, che ha già stimolato in passato la progettazione di altri tipi di costruzioni verticali ambientate in città.
Secondo l’azienda Plantagon, la fattoria verticale cambierà radicalmente il nostro modo di produrre cibo, in modo biologico e funzionale, in quanto consente di ottenere risorse ecologiche con aria ed acqua pulita all’interno di ambienti urbani, anche grandi città, riducendo i costi e danni ambientali, eliminando il trasporto e la consegna diretta ai consumatori. Ciò, grazie all’efficienza e la produttività della particolare serra Plantagon, che renderebbe economicamente possibile finanziare ogni attività agricola dalle proprie vendite. Non si sa, tuttavia, come esattamente funzioni il sistema Plantagon. L’azienda rende noto solo di essersi avvalsa della consulenza della società ingegneristica Sweco per gli aspetti tecnici del progetto e di contare di approntare la sua prima fattoria verticale entro tre anni.

Copyright © - Riproduzione riservata
Fattorie urbane in cupole geodetiche Ingegneri.info