Il grattacielo diventa il “respiro della città” | Ingegneri.info

Il grattacielo diventa il “respiro della città”

wpid-81_gratta.jpg
image_pdf

Nella scia dell’urbanistica sempre più “eco” ecco il grattacielo che diventa un polmone la città. Il “City Respiration Skyscraper”, il progetto degli architetti cechi Pavlína Doležalová e Jan Smekal, è un grattacielo elicoidale alto 240 metri, disegnato per portare aria fresca nelle metropoli del mondo usando le alghe come mezzo di purificazione.

Infatti, il grattacielo, pensato per le metropoli più inquinate, è capace di trasformare l’inquinamento e i gas di scarico in aria pulita. La sua struttura primaria è un nastro di cemento costituito di singole unità in calcestruzzo a tre punte ispirate alle spugne di mare.

L’intero edificio funziona come un camino dove l’aria inquinata viene catturata in basso e filtrata dalle alghe essere purificata e ossigenata. I progettisti propongono una rete di questi grattacieli che posizionati strategicamente nelle zone più inquinate potrebbero purificare l’aria della città già in un paio di settimane.

Difficile, almeno per ora,  pensare a materiali e sistemi in grado di far funzionare davvero   la struttura disegnata.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il grattacielo diventa il “respiro della città” Ingegneri.info