La Costa Concordia ha lasciato il Giglio | Ingegneri.info

La Costa Concordia ha lasciato il Giglio

wpid-24260_concordiaprotezionecivile.jpg
image_pdf

Oggi 23 luglio la Costa Concordia ha lasciato il porto dell’isola del Giglio, alla volta del porto di Genova Prà. Come riferisce la Protezione civile, la nave ha raggiunto una rotazione di novanta gradi e con il via libera del Registro navale italiano ha l’autorizzazione a lasciare la rada per intraprendere la rotta verso nord. Il giusto assetto per la traversata è stato raggiunto, con un pescaggio di 19,3 metri a poppa e 18,15 a prora. La nave è quindi “appoppata” di circa un metro.

Il percorso prevede che, dopo aver superato il nord dell’isola, la nave viri verso ovest, passando tra le isole di Montecristo e Scoglio d’Africa – lasciandole a sud – e l’isola di Pianosa – che verrà lasciata a est. Una volta doppiate le coste a sud dell’isola di Pianosa, il convoglio virerà verso nord ovest, per poi proseguire con lo stesso percorso della prima rotta fino al porto di Genova Prà.

Procedendo a una velocità di circa 2 nodi, la Concordia dovrebbe raggiungere Genova sabato 26 o domenica 27 luglio. Accompagna il relitto un convoglio di 14 mezzi tecnici a cui si affiancheranno tre mezzi della Guardia Costiera. Oltre ai rimorchiatori, ci saranno mezzi specializzati in grado di intervenire in caso di emergenza. Grande attenzione sarà riservata al monitoraggio ambientale, anche attraverso i telerilevamenti realizzati dall’Atr 42 che permettono di individuare eventuali inquinamenti da idrocarburi.

Di seguito, il time-lapse video dello spostamento della nave dal Giglio.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
La Costa Concordia ha lasciato il Giglio Ingegneri.info