Smart lens: Google insieme a Novartis per le lenti a contatto del futuro | Ingegneri.info

Smart lens: Google insieme a Novartis per le lenti a contatto del futuro

wpid-306_smartlensgoogle.jpg
image_pdf

Alcom, la divisione oftalmica della multinazionale farmaceutica Novartis, ha sottoscritto un accordo con Google per la concessione in licenza della tecnologia alla base delle ‘smart lens’, le lenti intelligenti’ su cui è al lavoro da tempo Big G, perché si arrivi, in un futuro prossimo, alla loro commercializzazione a fini medicali. Si parla di lenti che includeranno sensori, microchip e altra micro-componentistica elettronica non invasiva: grazie a queste speciali integrazioni ‘smart’, potranno agire sulle condizioni dell’occhio.

Al momento sono due gli ambiti di intervento medico a cui si punta con lo sviluppo delle ‘smart lens’. A livello ottico, le lenti offriranno alle persone affette da presbiopia e non più in grado di leggere senza occhiali una correzione visiva ‘aggiuntiva’ che contribuisca a ripristinare il naturale meccanismo di autofocus dell’occhio sugli oggetti vicini, con lenti a contatto adattabili o intraoculari, nel caso di trattamento refrattivo della cataratta.

Dall’altro si punta a offrire supporto ai pazienti diabetici nel gestire la loro condizione patologica, mettendoli in condizione di misurare costantemente, nel modo meno invasivo possibile, i livelli di glucosio. In questo caso, le lenti che verranno sviluppate potranno essere in grado di misurare il fluido lacrimale e connettersi wireless a un dispositivo portatile.

“Il nostro sogno è quello di usare la più evoluta tecnologia di miniaturizzazione delle componenti elettroniche per contribuire a migliorare la qualità della vita di milioni di persone”, ha dichiarato Sergey Brin, co-fondatore di Google, commentando l’accordo con Alcom.

Copyright © - Riproduzione riservata
Smart lens: Google insieme a Novartis per le lenti a contatto del futuro Ingegneri.info