Water-Scraper: il grattacielo scende gli abissi del mare | Ingegneri.info

Water-Scraper: il grattacielo scende gli abissi del mare

wpid-69_future.jpg
image_pdf

Nel corso della storia, attraverso la continua ricerca di nuove possibilità insediative, l’uomo ha creato edifici sempre più maestosi e architetture imponenti. Il grattacielo è il fulcro di questa tendenza, che però negli ultimi anni si va dirigendo, dal modello delle costruzioni “verticali”, verso soluzioni più originali e sostenibili.

Il Water Scraper è il progetto di un grattacielo in antitesi a quelli propriamente detti, non si staglia verso il cielo ma, al contrario, si inabissa negli oceani auto-sostenendosi e auto-alimentandosi.

Come un Iceberg, ha la maggior parte del loro volume sotto il pelo dell’acqua. Il progetto prevede una struttura completamente autonoma che genera energia pulita attraverso le onde, il vento, le correnti marine e il sole producendo il cibo necessario alla comunità attraverso l’agricoltura e l’acquacoltura idroponica. Si presenta con una piccola foresta sulla cima dove si stagliano i generatori eolici, mentre sotto, nelle profondità, dei lunghi tentacoli bioluminescenti attraggono la fauna marina, mentre raccolgono energia attraverso i movimenti cinetici.

Nella mente del progettista la realizzazione vorrebbe essere una vera e propria oasi a impatto zero sull’ambiente. La struttura dovrebbe essere mantenuta in posizione verticale con un sistema di cisterne e zavorre necessarie per il bilanciamento dell’insediamento agevolato dagli stessi tentacoli costantemente in movimento con il ritmo della marea.

In un futuro, in cui le risorse scarseggiano, questo potrebbe essere il naturale sviluppo delle città. Infatti, circa il 71% della superficie della terra è coperta dai mari, percentuale tendenzialmente destinata ad aumentare a causa dei cambiamenti climatici che determineranno lo sciogliemmo dei ghiacci. Forse, prima di popolare altri pianeti, potremmo popolare i nostri mari. 

Copyright © - Riproduzione riservata
Water-Scraper: il grattacielo scende gli abissi del mare Ingegneri.info